Gli eredi della Terra (romanzo Kate Wilhelm)

Gli eredi della Terra (Where Late the Sweet Birds Sang) è un romanzo di fantascienza del 1976 della scrittrice statunitense Kate Wilhelm.

Gli eredi della Terra
Titolo originaleWhere Late the Sweet Birds Sang
AutoreKate Wilhelm
1ª ed. originale1976
1ª ed. italiana1978
Genereromanzo
Sottogenerefantascienza
Lingua originaleinglese

TramaModifica

Nella Terra del dopo-catastrofe ecologica e nucleare la sterilità colpisce i pochi superstiti, e la riproduzione avviene quindi per clonazione. I cloni sono empatici fra loro ed hanno rapporti omosessuali di gruppo. La comunità degenera però progressivamente, per cui la famiglia Summer si isola in una fattoria, cominciando a produrre cloni di loro stessi e dei propri animali.

Così, mentre il mondo intero va in rovina, nella valle i cloni sopravvivono e creano una strana comunità in cui ciascuno ha molte copie di se stesso, in cui il sesso è quasi abolito ed in cui, progressivamente, ogni forma di creatività va morendo.

Due di loro riescono a generare un figlio, Mark, unico a non avere “fratelli identici”. Sarà un ribelle e, lui solo, comprenderà la fragilità e l’imperfezione di quel modello sociale, troppo programmato e rigido, di quel gruppo che sopravvive, per assurdo, grazie alla tecnologia, proprio in un mondo in cui la tecnologia è collassata e scomparsa. Un gruppo in cui l’individualità è annullata e la solitudine insopportabile.

Questo gruppo, tornato alla riproduzione eterosessuale, si salverà ed erediterà la Terra.

Premi e riconoscimentiModifica

Collegamenti esterniModifica