Goksung - La presenza del diavolo

Goksung - La presenza del diavolo
The wailing.jpg
Kwak Do-won e Chun Woo-hee
Titolo originale곡성
Gokseong
Lingua originaleGiapponese, Coreano
Paese di produzioneCorea del Sud
Anno2016
Durata155 minuti
Rapporto2.35:1
Genereorrore, thriller
RegiaNa Hong-jin
SoggettoNa Hong-jin
SceneggiaturaNa Hong-jin
ProduttoreKim Sung-hoo
Produttore esecutivoRobert Friedland
Casa di produzione20th Century Fox
Distribuzione in italianoEagle Pictures
FotografiaHong Kyung-pyo
MontaggioKim Sun-min
Effetti specialiKim Kwang-soo
MusicheDalpalan
ScenografiaCheong Jai-hoon
CostumiChae Kyung-hwa
TruccoHwang Hyo-kyun
Art directorLim Min-sub
Character designLee Hwo-kyoung
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Goksung - La presenza del diavolo (곡성?, GokseongLR, anche noto come The Wailing) è un film sudcoreano del 2016, diretto da Na Hong-jin.

Sin dalla sua uscita in Corea, il film ha riscosso successo sia tra la critica sia tra i fan dell'horror, per via dell'insolita struttura narrativa e della commistione di molti elementi cari al genere, come esorcismi, contagi, demoni, zombie e spiriti maligni.[1][2]

TramaModifica

Nel villaggio di Goksung in Corea del Sud, si stanno verificando alcuni casi di omicidio piuttosto violenti. È opinione comune all'interno del villaggio, che a causare tali disgrazie sia stato un uomo giapponese da poco arrivato in paese, a cui alcuni attribuiscono addirittura poteri maligni e sovrannaturali. Ad indagare è Jong-goo, un ufficiale della polizia locale. Nel frattempo accadono altri incredibili e inquietanti incidenti, come lo svilupparsi di una grave malattia contagiosa e soprattutto si presenta un caso di possessione demoniaca, ai danni proprio della figlia del poliziotto. Jong-goo scoprirà, a sue spese, che la causa di tutte queste disgrazie è davvero un'entità maligna.

DistribuzioneModifica

È stato presentato fuori concorso al Festival di Cannes 2016.

È stato presente nella sezione After Hours del 34° Torino Film Festival.

AccoglienzaModifica

Il film ha ottenuto un rating di 8,1 su 10 sul sito Metacritic, di 8,0 su 10 su Rotten Tomatoes.

RemakeModifica

Pochi mesi dopo l'uscita del film, è stato annunciato da Ridley Scott, per conto della Scott Free Productions, l'intenzione di acquistarne i diritti per poterne fare un remake.[3]

NoteModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema