Il golfo di Catania è il tratto di mar Ionio compreso tra il capo Mulini di Acireale, che lo delimita a nord e il capo Campolato di Augusta, che lo delimita a sud. La costa corrispondente è lunga circa cinquanta chilometri. Vista la sua estrema apertura ad arco, sarebbe più corretto definirlo "seno".

Golfo di Catania
Il golfo di Catania.
Parte diMar Ionio
StatoBandiera dell'Italia Italia
RegioneBandiera della Sicilia Sicilia
Provincia  Catania
  Siracusa
Coordinate37°24′20.69″N 15°07′14.05″E / 37.405746°N 15.12057°E37.405746; 15.12057
Dimensioni
Lunghezza31.5 km
Larghezza9.8 km
Idrografia
Immissari principaliSimeto, San Leonardo, Amenano
Mappa di localizzazione: Italia
Golfo di Catania
Golfo di Catania

La parte a nord della costa si presenta rocciosa e frastagliata fino al Porto di Catania, ed è costituita da rocce basaltiche, frutto di molteplici eruzioni dell'Etna giunte fino al mare, e di neck affioranti dal fondo marino, che formano il piccolo arcipelago delle Isole dei Ciclopi, e il roccione su cui sorge il Castello di Aci. A nord dell'abitato di Catania, si trova l'insenatura di Ognina, nella quale si trova il porto Ulisse, piccolo porto da pesca e diporto, nella quale sbocca un fiume sotterraneo, chiamato anticamente Longina, che ha dato il nome al quartiere. In corrispondenza della Stazione Centrale di Catania, la costa, alta e a strapiombo, viene chiamata Scogliera d'Armisi, e vi si trovano delle grandi grotte laviche erose dal mare, quasi del tutto inaccessibili da terra.

Ad iniziare dal molo foraneo sud del porto, la costa diviene sabbiosa, e forma la lunga spiaggia della Plaia. Dopo circa 18 km, la costa ridiventa rocciosa, tuttavia le rocce sono di tipo differente, per lo più calcaree, e formano anfratti e piccole baie, quasi sempre scoscese a picco sul mare.

Nel golfo di Catania si riversano vari fiumi: il Simeto, il Gornalunga, il San Leonardo; e vari torrenti, come l'Acquicella, il Buttaceto, il canalone Forcile e il canale Benante. In corrispondenza del porto di Catania, sfocia anche il fiume sotterraneo Amenano, che a piazza Duomo alimenta la Fontana chiamata dai catanesi "L'acqua a linzolu".

Collegamenti esterni modifica