Golfo di Pietro il Grande

Golfo di Pietro il Grande
Bay of Peter the Great.png
Il golfo di Pietro il Grande visto dal satellite
Parte di Mare del Giappone
Stato Russia Russia
Circondario federale Estremo Oriente
Soggetto federale Territorio del Litorale
Coordinate 42°37′55.2″N 131°46′44.4″E / 42.632°N 131.779°E42.632; 131.779Coordinate: 42°37′55.2″N 131°46′44.4″E / 42.632°N 131.779°E42.632; 131.779
Dimensioni
Lunghezza 80 km
Larghezza 200 km
Sviluppo costiero 1.230 km
Idrografia
Isole Arcipelago dell'imperatrice Eugenia, arcipelago Rimskij-Korsakov.
Mappa di localizzazione: Federazione Russa
Golfo di Pietro il Grande
Golfo di Pietro il Grande

Il golfo di Pietro il Grande (in russo: Зали́в Петра́ Вели́кого?, zaliv Petra Velikogo) è una vasta insenatura lungo la costa russa nell'estremo oriente, situata nella parte nordoccidentale del mare del Giappone. Prende il nome da Pietro I di Russia, detto Pietro il Grande, che regnò sull'impero russo dal 1682 alla morte nel 1725.

Le acque del golfo adiacenti l'isola di Rejneke.

L'insenatura ha una larghezza massima, nella parte meridionale, di circa 200 chilometri, dalla foce del fiume Tumen (al confine russo-cinese) a capo Povorotnyj (a nord-est); mentre l'estensione nord-sud è di circa 80 chilometri.[1] Le coste sono frastagliate e formano sei insenature minori interne al golfo principale: i golfi dell'Amur, dell'Ussuri, di Possiet, di Strelok, Vostok e di Nachodka. Nella parte centrale del golfo si protende la lunga penisola di Murav'ëv-Amurskij (Полуостров Муравьёва-Амурского), alla cui estremità sorge la città di Vladivostok; nel golfo sono presenti molte isole: l'arcipelago dell'imperatrice Eugenia (le cui maggiori isole sono Popova, Russkij e Rejneke) e l'arcipelago Rimskij-Korsakov.

La maggiore città situata lungo le sue coste è Vladivostok, capoluogo del Territorio del Litorale e principale porto russo nell'estremo oriente; altri centri urbani importanti sono Nachodka, Bol'šoj Kamen' e Slavjanka.

A causa del clima rigido invernale, le acque del golfo sono gelate per alcuni mesi durante l'anno, impedendo o ostacolando il traffico marittimo nei porti affacciati.

NoteModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  • Mappe: K-52-12 (Rilevata nel 1972-82, ed 1990) e K-53-VII (Rilevata nel 1979, ed 1983)
Controllo di autoritàVIAF (EN236102194 · LCCN (ENsh95003063 · GND (DE4448765-4