Apri il menu principale

Gordon Thomas Savage

arbitro di calcio, imprenditore e calciatore inglese
Gordon Thomas Savage
Nazionalità Inghilterra Inghilterra
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Attaccante
Ritirato 1902
Carriera
Squadre di club1
????-1887Notts County[1] ? (?)
1887-1891Torino FCC0 (0)
1898-1899Internazionale Torino3+ (1+[2])
1901-1902Juventus5 (0)
Carriera da allenatore
1898-1899Internazionale Torino
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 
Gordon Thomas Savage
Informazioni personali
Arbitro di Football pictogram.svg Calcio
Professione Imprenditore
Attività nazionale
Anni Campionato Ruolo
1899 - 1902 Campionato Federale di Football Arbitro

Gordon Thomas Savage, noto anche come John o Jim (Lenton, 18 febbraio 1867Nottingham, 1951), è stato un arbitro di calcio, allenatore di calcio e calciatore inglese, di ruolo attaccante.

BiografiaModifica

Savage fu uno dei primi giocatori ed il primo straniero in assoluto della Juventus. Era noto anche come Jim o John[3]. Durante il suo soggiorno italiano gli venne attribuita il titolo di marchese, di dubbia certezza, visto che nessun titolo nobiliare risulta per lui dagli archivi inglesi (censimenti e registri anagrafici).

CarrieraModifica

CalciatoreModifica

ClubModifica

Fu tra i primi calciatori a militare in Italia, membro del più antico club calcistico d'Italia, il Torino FCC che nel 1891 si fuse con il Nobili Torino per dare vita all'Internazionale Torino.[4] Savage partecipò al primo campionato di calcio italiano, tra le file dell'Internazionale Torino, club del quale era capitano e allenatore[5][6], e con il quale raggiunse la finale di campionato persa contro il Genoa per due a uno.

Anche nella stagione seguente, sempre tra le file dell'Internazionale Torino, disputò la finale di campionato, persa anche in questa occasione contro i genovesi, che vinsero per tre a uno.

In seguito militò per due stagioni nella Juventus. Ricoprì il ruolo di attaccante per cinque partite senza segnare alcuna rete. Il suo esordio avvenne contro il Milan il 28 aprile 1901, in cui i rossoneri vinsero per tre a due, mentre la sua ultima partita avvenne il 20 marzo dell'anno seguente contro il Torinese partita anch'essa persa dai bianconeri per quattro a uno.

Il suo nome tuttavia rimane legato indissolubilmente a quello della Juventus perché a lui si deve nel 1903 l'adozione della maglia bianconera da parte della squadra.[7] Savage, già giocatore del Nottingham Forest, aveva fatto notare come fosse necessario un corredo di gioco più professionale di quello adottato fino a quel momento, ossia la camicia rosa con cravatta nera. Se ne occupò lui insieme all'amico, compagno e conterraneo Goodley, acquistando tutto il necessario dall’Inghilterra. Ma il negoziante di Nottingham cui era stato indirizzato l’ordinativo, pur di soddisfare all’istante la richiesta, aveva pensato bene di spedire il blocco di maglie di cui disponeva in quel frangente in magazzino, così anziché le rosse casacche del Nottingham Forest arrivarono quelle a strisce bianconere del Notts County.[8] Il suo ruolo fondamentale nel rendere la Juventus conosciuta a livello planetario per la propria casacca a strisce bianconere è stato di recente ricordato dal club torinese insieme ai discendenti di Savage.[9] Inoltre nello Juventus museum di Torino è esposta una cartolina postale spedita da Savage ad un amico, con al recto la foto di Savage e della sua famiglia ed al verso un messaggio scritto a mano. Il messaggio dice: "Dear Varetti, Please accept many greetings from me and my family, your devoted Tom Savage. P.S. Have you seen the next football game that will be played in Saluzzo next Sunday for a silver cup?" ("Caro Varetti, accetta tanti saluti da me e dalla mia famiglia, tuo devoto Tom Savage. P.S. Hai visto che partita verrà giocata a Saluzzo domenica prossima per la coppa d'argento?")

Rappresentativa ItalianaModifica

Benché inglese, il 30 aprile 1899 giocò a Torino presso il Velodromo Umberto I l'incontro amichevole nella Selezione Italiana contro la Selezione Svizzera, terminato due a zero a favore degli elvetici.[10]

ArbitroModifica

Svolse anche il ruolo di arbitro federale, dirigendo incontri importanti come la finale di campionato del 1902.

StatisticheModifica

Presenze e reti nei clubModifica

Stagione Club Campionato
Comp Pres Reti
1898   Internazionale Torino CI 2 1
1899 CI 1+ 0+
Totale Internazionale Torino 3+ 1+
1901   Juventus CI 1 0
1902 CI 4 0
Totale Juventus 5 0
Totale 8+ 1+

NoteModifica

  1. ^ Claudio Moretti, 1001 storie e curiosità sulla grande Juventus che dovresti conoscere.
  2. ^ Secondo John Foot, nel libro Calcio 1898-2010, BUR Savage fu l'autore del gol dell'Internazionale Torino contro il Torinese nelle semifinali del Campionato Italiano di Football 1898.
  3. ^ Nessuna persona di nome Gordon Thomas Savage risulta negli archivi inglesi. Sembra molto probabile che il suo nome corretto fosse Tom Gordon Savage. Secondo i registri anagrafici e i censimenti inglesi, un uomo di tal nome è nato a Lenton, nella contea di Nottinghamshire, il 18/2/1867. Tom Gordon Savage si è sposato a Torino con Sarah Emily Mallet il 4/12/1890 : La Stampa 5 dicembre 1890, e due figli sono nati alla coppia, sempre a Torino, negli anni 1891 e 1892: familysearch.org
  4. ^ Dicembre 1906 - Fondazione Torino Football Club Faccedatoro.altervista.org
  5. ^ Fondazione, p.107.
  6. ^ 1898 - 1906 IL PRIMO GRANDE GENOA (a cura di Aldo Padovano) Genoacfc.it
  7. ^ La Stampa, 8 aprile 2005, pagina 38 archiviolastampa.it
  8. ^ Renato Tavella, Il romanzo della grande Juventus (Newton Compton), 2014.
  9. ^ [1] Juventus.com
  10. ^ Nel 1899 nasce a Genova il grande Ottavio Barbieri; la Federazione calcistica Italiana sfida la Federazione Svizzera Archiviato il 10 novembre 2012 in Internet Archive. tuttomercatoweb.com

BibliografiaModifica

  • L'età dei pionieri, Genova, Fondazione Genoa 1893, 2008, ISBN 978-88-7172-976-3.
  • John Foot, Calcio, Rizzoli, 2007.

Collegamenti esterniModifica