Gottifredo degli Alberti

vescovo cattolico italiano
Gottifredo degli Alberti
vescovo della Chiesa cattolica
Template-Bishop.svg
 
Incarichi ricopertiVescovo di Firenze (1113-1142)
 
Nato1083 circa a Firenze
Ordinato presbiteroin data sconosciuta
Nominato vescovodopo il 12 luglio 1113 da papa Pasquale II
Consacrato vescovoin data sconosciuta
Deceduto10 novembre 1142 a Firenze
 

Gottifredo degli Alberti (Firenze, 1083 circa – Firenze, 10 novembre 1142) è stato un vescovo cattolico italiano, vescovo di Firenze dal 1114 fino alla sua morte.

BiografiaModifica

 
Stemma degli Alberti

Nato in una delle più importanti famiglie patrizie toscane, gli Alberti, fu eletto al soglio episcopale appena trentenne e gli storici sono concordi nel vedere l'influenza di Matilde di Canossa nella faccenda. Suo fratello Tancredi aveva ereditato i feudi dei Cadolingi per via matrimoniale con la vedova di Ugo dei Cadolingi, così nel XII secolo i conti Alberti di Prato erano il ramo più importante della casata.

Fu accusato di simonia dall'arcidiacono Pietro e dai priori di San Lorenzo, che lo denunciarono apertamente a Firenze, mentre i priori di Santo Stefano al Ponte portarono la questione davanti al pontefice Pasquale II, il quale lo sottopose a giudizio delegando il vescovo di Volterra. In seguito al processo fu giudicato innocente.

Fu sempre coinvolto nelle vicende legate alla sua famiglia, dalla quale aveva ereditato il più tipico carattere battagliero di fazione, nonché una certa munificenza interessata verso vari istituti religiosi della città schierati a favore dei suoi interessi.

BibliografiaModifica

  • La chiesa fiorentina, Curia arcivescovile, Firenze 1970.

Collegamenti esterniModifica

Arnaldo D'Addario, ALBERTI, Goffredo, in Dizionario biografico degli italiani, vol. 1, Istituto dell'Enciclopedia Italiana. URL consultato il 14 settembre 2020.