Governatorato di Vil'na

Il governatorato di Vil'na (in russo Виленская губерния?, Vilenskaja gubernija) o governatorato di Vilna[1] era una gubernija dell'Impero russo creato dopo la Terza spartizione della Confederazione Polacco-Lituana nel 1795 e unito al Kraj Nord-Occidentale.[2] La sede era nella città di Vilna.[2]

Governatorato di Vil'na
Governatorato di Vil'na - Stemma
Dati amministrativi
Nome ufficialeВиленская губерния
Lingue ufficialirusso
Lingue parlaterusso
(lituano, polacco)
CapitaleVil'na
Dipendente daBandiera della Russia Russia
Politica
Forma di governoGovernatorato autonomo
Nascita28 marzo 1795 con Caterina II
Fine3 marzo 1918
Territorio e popolazione
Territorio originaleRutenia rossa
Governatorato di Vilna (verde chiaro)
Evoluzione storica
Preceduto da Voivodato di Vilnius
(Lituania, Confederazione Polacco-Lituana)
Succeduto da Ober Ost
Regno di Lituania
Governatorato di Kovno
Ora parte diBandiera della Lituania Lituania

Nome e cambiamenti territoriali

modifica

Il governatorato di Slonim fu unito a quello di Vil'na per ordine dello zar Paolo I, il 12 dicembre 1796. Da allora, il nuovo Governatorato di Lituania comprese all'incirca tutti i territori dell'ex Voivodato di Vilnius, di Trakai[3] e della Samogizia nel Granducato di Lituania. Fu conosciuto come Governatorato di Lituania fino al 1801, quando fu diviso nel governatorato di Lituania-Vil'na e nel governatorato di Lituania-Grodno per ordine dello zar Alessandro I il 9 settembre 1801. Nel 1840 il nome tornò ad essere "governatorato di Vil'na"; la sua parte occidentale fu staccata per andare a formare il Governatorato di Kovno nel 1843.[3] Il territorio del governatorato rimase immutato fino alla prima guerra mondiale; una parte di esso fu poi inclusa nell'Area Amministrativa di Wilna dell'Ober Ost, istituito dall'Impero tedesco occupante.[4]

Geografia antropica

modifica

Suddivisioni amministrative

modifica

Il governatorato di Vil'na (1801-1843) aveva undici uezdy:

Uezda Capoluogo
Braslavskij (poi Novoaleksandrovskij) Novoaleksandrovsk (Zarasai)
Kovenskij Kovno (Kaunas)
Ošmjanskij Ošmjanij (Ašmiany)
Rossienskij Rossienij (Raseiniai)
Telševskij Telši (Telšiai)
Trokskij Troki (Trakai)
Upitskij (poi Ponevežskij) Upity (Upytė)
Šavelskij Šavli (Šiauliai)
Vilenskij Vilna (Vilnius)
Vilkomirskij Vilkomir (Ukmergė)
Zavilejskij Sventyany (Švenčionys)
 
Gubernie occidentali della Bielorussia e della Lituania.

Demografia (1904)

modifica
Nazionalità Percentuale
Bielorussi 56%
Lituani 17,5%
Ebrei 12,7%
Polacchi 8%
Russi 5%
Tatari 0,14%
  1. ^ Shmerke Kaczerginski, La notte è il nostro giorno. Diario di un partigiano ebreo del ghetto di Vilna, Casa Editrice Giuntina (traduzione di Gabriela Soltz e Anna Marcolin), 2011, ISBN 978-88-80-57358-6, p.309.
  2. ^ a b Fulvio Fosco, L’ammaliatrice di Kaunas, Youcanprint, 2014, ISBN 978-88-91-16905-1, p.29.
  3. ^ a b Il monitore italo-slavo rivista mensile di propaganda dei rapporti commerciali, industriali ed intellettuali tra l'Italia ed i paesi slavi, Tip. Matarelli, Libreria Nazionale Centrale di Roma, digitalizzato il 14 aprile 2017, p.25.
  4. ^ (EN) Loreta Daukšytė, The Borders of Lithuania, "Baltų lankų" leidyba, 2010, ISBN 978-99-55-23346-6, p.5: “Negli ex governatorati russi di Kaunas, di Vilna, di Suwałki, Hrodna e di Curlandia, i tedeschi costituirono un’amministrazione gestita dalla Germania, chiamata Ober Ost, sperando che questo avrebbe trasformato tali territorio in colonie.”

Voci correlate

modifica

Altri progetti

modifica