Gozzadini (famiglia)

famiglia nobile

I Gozzadini sono una famiglia bolognese nota, a partire dal XII secolo, sia per l'attività bancaria e commerciale dei suoi esponenti sia perché diversi di loro furono importanti giureconsulti. Attualmente si conta circa mezza dozzina di nuclei familiari.[quando?]

Gozzadini
Trinciato d'argento e di rosso, alla bordura di nero, caricata di 12 bisanti d'oro, abbassata sotto il capo d'Angiò
Titoli
FondatoreCostanzo Gozzadini
Data di fondazioneXII secolo
Lavinia Fontana, La famiglia Gozzadini (1583). Tela conservata presso la Pinacoteca nazionale di Bologna.

Rami familiari ed esponenti modifica

Furono una famiglia guelfa di origini popolari, fedeli alla fazione dei Geremei. Vantano tra gli esponenti:

I Gozzadini figurano a Bologna nell'intestazione di un viale e di un asilo nido d'infanzia. L'Ospedale Gozzadini, oggi incluso nel Policlinico Sant'Orsola-Malpighi, prese il nome in seguito alla donazione fatta nel 1908 dalla contessa Gozzadini e consorte. Esso divenne la Clinica Pediatrica dell'Università.[1][2]

La famiglia si divise in vari rami a Ferrara, a Rimini, in Friuli e in Grecia.

Ramo greco modifica

Enrico di Castellano Gozzadini si trasferì a Negroponte (Grecia) nel 1238, originando quel ramo della famiglia che regnerà sulle isole egee di Nanfio (Anafi), Termia, Sifanto (Siphno) e Ceos, signorie appartenenti all'Impero Latino e agli stati suoi eredi (Repubblica di Venezia, principato d'Acaia, ecc.). I membri di questo ramo greco resteranno in possesso delle loro signorie, sotto sovranità e protezione veneziana, per molti secoli: Angelo V (morto dopo il 1649) sarà anzi l'ultimo signore latino ad essere cacciato dai turchi Ottomani dalla Grecia, nel 1617, allorché è deposto dalla sua signoria di Sifanto. Si sa che i suoi nipoti Jacopo, Januli e Crusino ebbero discendenti rimasti nelle isole egee, ma non si hanno ulteriori dettagli.

Etimologia modifica

Da gozzarino o gozzalino: la parte dell'armatura medievale che difende la gola.

Varianti modifica

Gozzalino (attualmente rappresentato da due dozzine di nuclei distribuiti in Piemonte).

Note modifica

  1. ^ a b Ospedale Gozzadini, su storiaememoriadibologna.it. URL consultato il 26 giugno 2023.
  2. ^ La Clinica Pediatrica Gozzadini e la Clinica Oculistica al Sant'Orsola, su bibliotecasalaborsa.it. URL consultato il 26 giugno 2023.

Bibliografia modifica

Voci correlate modifica

Altri progetti modifica

Collegamenti esterni modifica