Grab Holdings Inc.
Logo
StatoSingapore Singapore
Fondazionegiugno 2012 (come GrabTaxi)
Fondata da
  • Anthony Tan
  • Tan Hooi Ling
Sede principaleQueenstown, Singapore[1]
Persone chiave
  • Anthony Tan (CEO)
  • Ming Maa (Presidente)
  • Tan Hooi Ling (COO)[2]
SettoreAlimentare, Trasporti, Finanziario
ProdottiMobile app, Noleggio con conducente, Consegna a domicilio, Servizi finanziari
Dipendenti6.000+ (2019[3])
Note[4][5]
Sito webwww.grab.com

Grab (ex GrabTaxi) è un'azienda singaporiana nata nel 2012 che offre "ride hailing" (Trasporto a pagamento su richiesta[6]) e servizi di logistica attraverso applicazioni per dispositivi mobili: attualmente opera nei paesi asiatici di Singapore, Malaysia, Cambodia, Indonesia, Myanmar, Filippine, Thailandia, Vietnam e Giappone.[7] È la prima startup del sud-est asiatico ad essere etichettata come "decacorn"(una startup con una valutazione di oltre 10 miliardi di dollari). [8][9]

L'ex banchiere Lehman Brothers, John Chua, è responsabile della finanza aziendale.

StoriaModifica

L'idea di creare un'app mobile per la prenotazione di taxi per il sud-est asiatico, simile a quelle sperimentate negli Stati Uniti, è venuta per la prima volta da Anthony Tan (陈炳耀, Chen Bingyao) mentre era alla Harvard Business School. Motivato a rendere più sicuri i viaggi in taxi in Malesia, Tan ha lanciato l'app "My Teksi" in Malesia nel 2012 insieme a Tan Hooi Ling, un altro laureato ad Harvard. MyTeksi è stata avviata con una sovvenzione iniziale di $ 25.000 dalla Harvard Business School e dal capitale personale di Anthony Tan. [10] [11] Nel 2014, Grab ha trasferito la sua sede aziendale dalla Malesia a Singapore.

GrabTaxi si è espanso nelle Filippine nell'agosto 2013 e a Singapore e in Thailandia nell'ottobre dello stesso anno.[12]

Nel gennaio 2016, GrabTaxi è stato rinominato "Grab", che comprende tutti i prodotti dell'azienda: GrabCar (auto personali), GrabBike (taxi moto), GrabHitch (carsharing) e GrabExpress (consegna ultimo miglio) con un nuovo logo ridisegnato.[13] Nell'ottobre 2016, Grab ha aggiunto una funzione di messaggistica istantanea in-app chiamata "GrabChat" per consentire una comunicazione semplice tra motociclisti e conducenti. GrabChat può tradurre i messaggi se le lingue utilizzate del conducente e del passeggero sono diverse. [14]

Nel novembre 2016, Grab ha lanciato il servizio di pagamento GrabPay come servizio di pagamento digitale tra commercianti di terze parti, consentendo agli utenti di utilizzare l'app per acquisti al di fuori del ride-hailing.[15] Nel dicembre 2016, Grab ha introdotto "GrabShare", che offre servizi di taxi e car sharing.

Nell'aprile 2017, Grab ha confermato l'acquisizione della startup indonesiana di pagamenti online Kudo. La piattaforma Kudo è stata integrata con il sistema di pagamento di Grab ed è stato il primo passo di Grab verso l'espansione dei servizi fintech.[16]

Nel marzo 2018, Grab si è fusa con le operazioni di Uber nel sud-est asiatico.[17] Come parte dell'acquisizione, Grab ha rilevato le attività e le operazioni di Uber, incluso UberEats, che ha portato all'espansione di Grab nei servizi di consegna a domicilio di cibo. Uber detiene comunque una partecipazione del 28% in Grab.[18] Grab ha anche lanciato il suo servizio di noleggio eScooter noto come GrabWheels nel marzo 2018.[19]

Nel febbraio 2020, Grab ha lanciato GrabCare per gli operatori sanitari a Singapore, iniziando con i servizi 24 ore su 24 per il Tan Tock Seng Hospital e il Centro nazionale per le malattie infettive. Ciò è avvenuto dopo le segnalazioni di una maggiore discriminazione a causa della pandemia di COVID-19, che ha reso difficile per gli operatori sanitari ottenere passaggi. Il servizio è stato anche esteso ad altri ospedali di Singapore.[20]

Il 4 dicembre 2020, è stato annunciato che il consorzio tra Grab e Singapore Telecommunications ha ottenuto una licenza bancaria digitale a Singapore.[21][22]


NoteModifica

  1. ^ Newley Purnell, Uber Rival Grab Gains Ground in Southeast Asia, The Wall Street Journal, 4 luglio 2016. URL consultato il 2 gennaio 2018 (archiviato dall'url originale il 15 luglio 2017).
  2. ^ Grab – Crunchbase, su Crunchbase. URL consultato il 13 gennaio 2018.)
  3. ^ Grab to Double Singapore Staff to 3,000 in Latest Expansion, su bloomberg.com. URL consultato il 2 settembre 2019.
  4. ^ Company Overview of GrabTaxi Holdings Pte Ltd, su Bloomberg. URL consultato il 2 gennaio 2018 (archiviato dall'url originale il 2 gennaio 2018).
  5. ^ GRABTAXI HOLDINGS PTE. LTD. (201316157E) – Singapore Business Directory, su SGPBusiness.com. URL consultato il 3 gennaio 2018.
  6. ^ Ecco come Uber, ride hailing e car sharing stanno muovendo i big dell’auto, in ilsole24ore.it, 29 gennaio 2018. URL consultato il 29 gennaio 2018.
  7. ^ (EN) Grab launches cab-hailing tie-up in Japan, su Nikkei Asian Review. URL consultato il 14 gennaio 2020.
  8. ^ (EN) Rachel Genevieve Chia, Grab, SEA's first 'decacorn', has mopped up 25% of investments in the region's internet economy since 2015: Google-Temasek report, su Business Insider Singapore, 20 novembre 2018. URL consultato il 25 febbraio 2019.
  9. ^ Sherisse Pham, Grab is valued at $14 billion after getting a big cash boost from SoftBank, su CNN Business.
  10. ^ Anthony Tan – MBA 2011, su Havard Business School. URL consultato l'11 gennaio 2018 (archiviato dall'url originale l'11 gennaio 201).
  11. ^ Kash Cheong, GrabTaxi: Currently the most prominent third-party taxi app in the region, su The Straits Times, 30 aprile 2014. URL consultato il 17 aprile 2015 (archiviato dall'url originale l'8 dicembre 2014).
  12. ^ MyTeksi launches GrabTaxi in Bangkok and Singapore, su Digital News Asia, 21 ottobre 2013. URL consultato il 20 marzo 2015.
  13. ^ Lee Kah Leng, MyTeksi rebrands into Grab, su The Star (Malaysia), 28 luglio 2016. URL consultato il 1º gennaio 2018 (archiviato dall'url originale il 12 gennaio 2017).
  14. ^ Grab launches instant messaging platform, su ABS-CBN News, 25 ottobre 2016. URL consultato il 30 agosto 2017.
  15. ^ (EN) Jacquelyn Cheok, Grab launches GrabPay Credits, su The Business Times, 30 novembre 2016. URL consultato il 25 giugno 2020.
  16. ^ Nadine Freischlad, Grab confirms it will acquire Kudo to boost digital payments, Tech In Asia. URL consultato il 2 ottobre 2020.
  17. ^ Danielle Keeton-Olsen, Grab Officially Takes Control Of Uber's Southeast Asia Operations, su Forbes, 26 marzo 2018. URL consultato il 20 dicembre 2018.
  18. ^ (EN) Trefis Team, How Much Is Grab Worth?, su Forbes. URL consultato il 25 giugno 2020.
  19. ^ (EN) Grab launches bike, e-scooter sharing app GrabCycle, su CNA. URL consultato il 25 giugno 2020.
  20. ^ Grab to pilot service offering round-the-clock rides home for healthcare professionals, su CNA, 12 febbraio 2020. URL consultato il 16 febbraio 2020.
  21. ^ (EN) Singapore picks Grab, Ant Group, others for four digital banking licenses, su CNBC, 4 dicembre 2020. URL consultato il 10 dicembre 2020.
  22. ^ (EN) Grab-Singtel and Ant Group win digital bank licenses in Singapore, su TechCrunch. URL consultato il 7 dicembre 2020.

Collegamenti esterniModifica