Gramoz Ruçi

politico albanese
Gramoz Ruçi

Presidente dell’Assemblea di Albania
Durata mandato 7 settembre 2017 –
10 settembre 2021
Capo del governo Edi Rama
Predecessore Ilir Meta
Successore Lindita Nikolla

Ministro degli affari interni della Repubblica Popolare Socialista d'Albania
Durata mandato 22 febbraio 1991 –
10 maggio 1991
Presidente Ramiz Alia
Capo del governo Fatos Nano
Predecessore Hekuran Isai
Successore Haredin Shyti

Dati generali
Partito politico Partito Socialista (dal 1991)
Precedenti:
Partito del Lavoro
Titolo di studio Laurea in Chimica
Professione insegnante
politico
Firma Firma di Gramoz Ruçi

Gramoz Ruçi (Salari, 6 dicembre 1951) è un politico albanese, presidente dell’Assemblea di Albania dal 2017 al 2021.

Primi anni di vitaModifica

Gramoz Ruçi è nato nel 1951 a Salari, un villaggio nel distretto di Tepelenë, nel sud dell'Albania. Si è laureato in chimica, e ha iniziato a lavorare come insegnante in Progonat. Lì conobbe la sua futura moglie, che era della famiglia Goxharaj. Si sposarono nel 1976. Dal 1985, Ruçi ha iniziato la sua carriera politica nelle file del regime comunista. È in particolare nel 1990 quando il sistema dittatoriale sta crollando, che emerge con un'euforia particolare per fermare le eventuali modifiche alla politica stalinista.[1]

Carriera politicaModifica

È stato nominato Primo Segretario del Partito Comunista del distretto di Tepelena nel 1988, e nel 1990 fu nominato ministro degli Interni, tuttavia, ha mantenuto tale posizione solo per 2 mesi e mezzo. Dal 1992 al 1996 è stato Segretario Generale del Partito Socialista. Dal 1997 è membro del parlamento per il Partito Socialista. Nel 2000, è stato scelto come capo del gruppo parlamentare, fino al 2005. Dal 2009 è capo del gruppo parlamentare diventando uno dei pochi politici dell'epoca comunista a coprire ruoli istituzionali nelle file del Partito Socialista.[1]

NoteModifica

  1. ^ a b Elisabeta Dosku, Gramoz Ruçi Truri i protestes maratone te PS, in Tirana Observer, 23 novembre 2009. URL consultato il 24 agosto 2010.
  Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie