Apri il menu principale
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando il bazar di Istanbul, vedi Grande Bazar d'Istanbul.
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando il bazar di Isfahan, vedi Gran Bazar (Isfahan).
Gran Bazar
ArtistaMatia Bazar
Tipo albumStudio, live
Pubblicazione1977
Durata40:20
Dischi1
Tracce8
GenereMusica leggera
Pop
EtichettaAriston/Oxford, Virgin Dischi, EMI Italiana
Produttore
ArrangiamentiMatia Bazar
FormatiLP, cassetta, CD, download digitale
Matia Bazar - cronologia
Album precedente
(1976)
Singoli
  1. La strada del perdono/Io, Matia
    Pubblicato: 1974
  2. Che male fa/Un domani sempre pieno di te
    Pubblicato: 1976
  3. Ma perché?/Se...
    Pubblicato: marzo 1977
  4. Ma perché/Che male fa (Mix 12") 
    Pubblicato: 1977
  5. Solo tu/Per un minuto e poi...
    Pubblicato: 1977

Gran Bazar è il secondo album dei Matia Bazar, pubblicato su LP e cassetta dalla Ariston (catalogo AR LP 12320 e AR 20320) nel 1977 e, nuovamente in vinile, dalla Oxford (catalogo OX 3091) nel 1978; anticipato dai singoli Che male fa/Un domani sempre pieno di te (1976) e Ma perché?/Se...[1][2].

Il discoModifica

Raggiunge la 8ª posizione nella classifica italiana degli album più venduti del 1977[3].

Nel 1991 è stato ristampato su CD e rimasterizzato dalla Virgin Dischi (catalogo MPICD 1010 - 777 7 88072 2).

I braniModifica

Gran BazarModifica

Esiste anche un singolo promozionale che contiene questo brano dal vivo diviso in due parti.

Su una base strumentale si inseriscono i vocalizzi di Matia; entrambi richiamano le melodie e i ritornelli di Stasera... che sera, Per un'ora d'amore, Cavallo bianco e Che male fa quasi in un medley.

YesterdayModifica

Cover dal vivo dell'omonimo brano dei Beatles.

Noi...Modifica

Versione dal vivo del brano strumentale Io, Matia, al termine del quale Matia presenta tutto il gruppo. La durata di questa versione è di 4 min : 48 s.

La strada del perdonoModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: La_strada_del_perdono/Io,_Matia § La_strada_del_perdono.

Originariamente lato A del singolo d'esordio come solista di Antonella Ruggiero (lato B: Io, Matia), inciso dalla cantante nel 1974 con lo pseudonimo Matia.

TracceModifica

Tutti i brani sono di Carlo Marrale, Piero Cassano e, per i testi, Salvatore Stellita; eccetto dove indicato.

Lato A dal vivo, registrato negli studi: Picchio Rosso (Formigine, MO), Picchio (Carpi, MO) e Caravel (MN)[2].

  1. Gran Bazar – 10:03
  2. Yesterday – 4:42 (Lennon-McCartney)
  3. Noi... (strumentale) – 4:38 (musica: Stellita-Golzi-Ruggiero-Marrale-Cassano)

Lato B in studio, registrato negli studi Ariston[2].

  1. Che male fa – 3:54
  2. Per un minuto e poi... – 5:44
  3. Se... – 3:52
  4. La strada del perdono (1974) – 4:04
  5. Ma perché[4] (Festival di Sanremo 1977) – 3:23

FormazioneModifica

Gruppo
Altri musicisti
  • Renzo Cochis - batteria (B4)

NoteModifica

  1. ^ Discografia album, Matia Bazar, sito ufficiale. URL consultato il 16 gennaio 2014.
  2. ^ a b c Matia Bazar: discografia album, Hit Parade Italia. URL consultato il 16 gennaio 2014.
  3. ^ Classifica vendite album 1977, Hit Parade Italia. URL consultato il 16 gennaio 2014.
  4. ^ Senza "?" finale.

Collegamenti esterniModifica

  Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Musica