Apri il menu principale

Gran Premio d'Australia 2008

786º Gran Premio valido per il Campionato mondiale di Formula 1
Australia Gran Premio d'Australia 2008
786º GP del Mondiale di Formula 1
Gara 1 di 18 del Campionato 2008
Albert Lake Park Street Circuit in Melbourne, Australia.svg
Data 16 marzo 2008
Nome ufficiale LXXIII ING Australian Grand Prix
Luogo Circuito Albert Park
Percorso 5,303 km / 3,295 US mi
Circuito stradale cittadino
Distanza 58 giri, 307,574 km/ 191,11 US mi
Clima Soleggiato
Risultati
Pole position Giro più veloce
Regno Unito Lewis Hamilton Finlandia Heikki Kovalainen
McLaren MP4-23 in 1'26.714 McLaren MP4-23 in 1'27.418
Podio
1. Regno Unito Lewis Hamilton
McLaren-Mercedes
2. Germania Nick Heidfeld
BMW Sauber
3. Germania Nico Rosberg
Williams-Toyota

Il Gran Premio d'Australia 2008 si è svolto il 16 marzo sul Circuito Albert Park a Melbourne. Dove ha vinto Lewis Hamilton su McLaren, precedendo Nick Heidfeld su BMW Sauber e Nico Rosberg su Williams.

Nel Gran premio hanno debuttato nella massima serie Sébastien Bourdais su Toro Rosso e Nelson Piquet Jr su Renault e la scuderia Force India.

Solo sei piloti sono riusciti a tagliare il traguardo.

Prove libereModifica

Libere del venerdìModifica

Questi i risultati rispettivamente della prima e della seconda sessione del venerdì, che hanno visto prima il miglior tempo di Räikkönen e successivamente la risposta di Hamilton[1][2]:

Pos Nome Squadra/Motore Tempo Gap N°giri
1   Kimi Räikkönen Ferrari 1'26"461 25
2   Lewis Hamilton McLaren-Mercedes 1'26"948 +0"487 21
3   Felipe Massa Ferrari 1'26"958 +0"497 25
4   Heikki Kovalainen McLaren-Mercedes 1'27"114 +0"653 19
5   Mark Webber Red Bull-Renault 1:28.263 +1"802 18
6   Fernando Alonso Renault 1'28"360 +1"899 22
7   Robert Kubica BMW Sauber 1'28"579 +2"118 12
8   Timo Glock Toyota 1'28"913 +2"452 16
9   Sebastian Vettel Toro Rosso-Ferrari 1'28"957 +2"496 22
10   Jarno Trulli Toyota 1'29"014 +2"553 23
11   Jenson Button Honda 1'29"124 +2"663 25
12   Giancarlo Fisichella Force India-Ferrari 1'29"230 +2"769 24
13   David Coulthard Red Bull-Renault 1'29"301 +2"840 5
14   Sébastien Bourdais Toro Rosso-Ferrari 1'29"363 +2"902 32
15   Rubens Barrichello Honda 1'29"533 +3"072 17
16   Nick Heidfeld BMW Sauber 1'29"561 +3"100 7
17   Adrian Sutil Force India-Ferrari 1'30"155 +3"694 13
18   Nelson Piquet Jr. Renault 1'30"357 +3"896 21
19   Takuma Satō Super Aguri-Honda 1'31"048 +4"587 7
20   Anthony Davidson Super Aguri-Honda 1'31"771 +5"310 7
21   Kazuki Nakajima Williams-Toyota 1'35"053 +8"592 7
22   Nico Rosberg Williams-Toyota Senza Tempo 3
Pos Nome Squadra/Motore Tempo N°giri
1   Lewis Hamilton McLaren-Mercedes 1:26.559 33
2   Mark Webber Red Bull-Renault 1:27.473 27
3   Felipe Massa Ferrari 1:27.640 29
4   Heikki Kovalainen McLaren-Mercedes 1:27.683 29
5   David Coulthard Red Bull-Renault 1:28.037 26
6   Kimi Räikkönen Ferrari 1:28.208 28
7   Jarno Trulli Toyota 1:28.292 22
8   Nico Rosberg Williams-Toyota 1:28.352 31
9   Giancarlo Fisichella Force India-Ferrari 1:28.469 32
10   Timo Glock Toyota 1:28.582 28
11   Jenson Button Honda 1:28.632 30
12   Nick Heidfeld BMW Sauber 1:28.731 33
13   Fernando Alonso Renault 1:28.779 37
14   Rubens Barrichello Honda 1:28.849 28
15   Robert Kubica BMW Sauber 1:28.860 35
16   Kazuki Nakajima Williams-Toyota 1:29.077 33
17   Adrian Sutil Force India-Ferrari 1:29.161 32
18   Sebastian Vettel Toro Rosso-Ferrari 1:29.193 40
19   Nelson Piquet Jr. Renault 1:29.518 14
20   Sébastien Bourdais Toro Rosso-Ferrari 1:29.605 11
21   Takuma Satō Super Aguri-Honda 1:30.663 16
22   Anthony Davidson Super Aguri-Honda 1:31.527 8

Libere del sabatoModifica

Nelle prove che precedono le qualifiche il miglior tempo è stato fatto segnare dalle due BMW Sauber davanti ad Alonso[3]:

Pos Nome Squadra/Motore Tempo
1   Robert Kubica BMW Sauber 1:26.559
2   Nick Heidfeld BMW Sauber 1:27.473
3   Fernando Alonso Renault 1:27.640

QualificheModifica

Nelle qualifiche è dominio di McLaren, con Kovalainen migliore nel Q1 ed Hamilton nel Q2. Quest'ultimo risulta il migliore anche nella Q3 e conquista così la pole position. Ferrari deludente: il campione del mondo Räikkönen soffre di un problema alla centralina elettronica (abbassamento della pressione del serbatoio) e, causa il mancato superamento della linea della pitlane, non può riprendere le qualifiche: partirà sedicesimo. Felipe Massa (mai un podio a Melbourne), commette un errore nel giro di qualifica e parte quarto, dietro a Kubica e Kovalainen[4].

Pos Nome Team/Motore Q1 Q2 Q3
1   Lewis Hamilton McLaren-Mercedes 1:26.572 1:25.187 1:26.714
2   Robert Kubica BMW Sauber 1:26.103 1:25.315 1:26.869
3   Heikki Kovalainen McLaren-Mercedes 1:25.664 1:25.452 1:27.079
4   Felipe Massa Ferrari 1:25.994 1:25.691 1:27.178
5   Nick Heidfeld BMW Sauber 1:25.960 1:25.518 1:27.236
6   Jarno Trulli Toyota 1:26.427 1:26.101 1:28.527
7   Nico Rosberg Williams-Toyota 1:26.295 1:26.059 1:28.687
8   David Coulthard Red Bull-Renault 1:26.381 1:26.063 1:29.041
9   Sebastian Vettel Toro Rosso-Ferrari 1:26.702 1:25.842 senza tempo
10   Rubens Barrichello Honda 1:26.369 1:26.173
11   Fernando Alonso Renault 1:26.907 1:26.188
12   Jenson Button Honda 1:26.712 1:26.259
13   Kazuki Nakajima Williams-Toyota 1:26.891 1:26.413
14   Mark Webber Red Bull-Renault 1:26.914 senza tempo
15   Kimi Räikkönen Ferrari 1:26.140 senza tempo
16   Giancarlo Fisichella Force India-Ferrari 1:27.207
17   Sébastien Bourdais Toro Rosso-Ferrari 1:27.446
18   Adrian Sutil Force India-Ferrari 1:27.859
19   Timo Glock Toyota 1:26.919 1:26.164 1:29.593
20   Takuma Satō Super Aguri-Honda 1:28.208
21   Nelson Piquet Jr. Renault 1:28.330
22   Anthony Davidson Super Aguri-Honda 1:29.059

GaraModifica

ResocontoModifica

 
Heidfeld e Rosberg durante un duello.

La stagione 2008 si apre nel segno di Lewis Hamilton, che vince senza difficoltà dominando una gara molto confusa. Subito caos alla partenza, con Massa che va in testacoda nel tentativo di passare Kovalainen e due incidenti nelle retrovie che causano i ritiri di Fisichella, Vettel, Davidson, Button e dell'idolo di casa Mark Webber. L'incidente, con vetture sparpagliate per la pista, obbliga la Safety Car a fare subito il suo ingresso nel Gran Premio. Grandiosa è invece la partenza di Kimi Räikkönen, che recupera subito 9 posizioni ed è 7° alla prima curva. Hamilton guida su Kubica e Kovalainen al rientro della vettura di sicurezza, con Räikkönen settimo e Massa ultimo. Al tredicesimo giro è già tempo di Pit-Stop per Kubica, che rientra ottavo. Al momento della sosta di Kovalainen, Kimi Räikkönen riesce ad agguantare la terza posizione prima del suo stop (si rivelerà l'unico), mentre Hamilton continua a fare il vuoto sugli avversari. Prosegue intanto la giornata-no di Felipe Massa, che nel tentativo di passare Coulthard rompe una sospensione alla vettura di quest'ultimo, costringendolo al ritiro e obbligando la Safety Car ad entrare per rimuovere i detriti della Red Bull.

Alla ripartenza Räikkönen tenta un sorpasso su Kovalainen (che lo precede dopo la seconda sosta del ferrarista) e finisce largo nella via di fuga: il gruppo compattato fa perdere a Räikkönen i frutti della rimonta, riparte in ultima posizione e, successivamente, nel tentativo di superare Timo Glock va in testacoda. Contemporaneamente si rompe il motore di Felipe Massa, che chiude così una delle giornate probabilmente più negative della sua carriera. Durante il 48º giro Nakajima e Kubica si scontrano: il giapponese prosegue, mentre il polacco deve ritirarsi. Dopo il suo ultimo pit-stop Kovalainen perde posizioni, lasciando ad Heidfeld il secondo posto e a Rosberg il terzo. Verso fine gara la debacle della Ferrari si completa: due motori, quelli di Bourdais (che corre per la Toro Rosso e utilizza motore Ferrari) e Räikkönen, cedono come era successo precedentemente a Massa.

Lewis Hamilton vince senza rivali, precedendo Nick Heidfeld su BMW Sauber e la Williams-Toyota di Nico Rosberg. Fernando Alonso chiude la gara in quarta posizione, ma la Renault mostra di non essere ancora competitiva. Bourdais e Räikkönen, nonostante i ritiri, vengono classificati rispettivamente al settimo e ottavo posto per aver coperto il 90% della distanza di gara[5]. Rubens Barrichello è stato squalificato dal GP per aver ignorato il semaforo rosso al termine della pitlane verso la fine della gara.

RisultatiModifica

Pos N. Pilota Costruttore Giro Tempo/Ritiro Griglia Punti
1 22   Lewis Hamilton McLaren-Mercedes 58 1:34:50.616 1 10
2 3   Nick Heidfeld BMW Sauber 58 +5.478 5 8
3 7   Nico Rosberg Williams-Toyota 58 +8.163 7 6
4 5   Fernando Alonso Renault 58 +17.181 11 5
5 23   Heikki Kovalainen McLaren-Mercedes 58 +18.014 3 4
6 8   Kazuki Nakajima Williams-Toyota 57 +1 giro 13 3
7 14   Sébastien Bourdais Toro Rosso-Ferrari 55 Motore 17 2
8 1   Kimi Räikkönen Ferrari 54 Motore 15 1
Rit 4   Robert Kubica BMW Sauber 47 Collisione con K.Nakajima 2
Rit 12   Timo Glock Toyota 43 Incidente 18
Rit 18   Takuma Satō Super Aguri-Honda 32 Trasmissione 19
Rit 6   Nelson Piquet Jr. Renault 30 Frizione 20
Rit 2   Felipe Massa Ferrari 29 Motore 4
Rit 9   David Coulthard Red Bull-Renault 25 Collisione con F.Massa 8
Rit 11   Jarno Trulli Toyota 19 Elettronica 6
Rit 20   Adrian Sutil Force India-Ferrari 8 Idraulica 22
Rit 10   Mark Webber Red Bull-Renault 0 Collisione alla partenza 14
Rit 16   Jenson Button Honda 0 Collisione alla partenza 12
Rit 19   Anthony Davidson Super Aguri-Honda 0 Collisione alla partenza 21
Rit 15   Sebastian Vettel Toro Rosso-Ferrari 0 Collisione alla partenza 9
Rit 21   Giancarlo Fisichella Force India-Ferrari 0 Collisione alla partenza 16
SQ 17   Rubens Barrichello Honda 58 Squalificato 10

Classifiche MondialiModifica

NoteModifica

Altri progettiModifica

Campionato mondiale di Formula 1 - Stagione 2008
                                   
 

Edizione precedente:
2007
Gran Premio d'Australia
Edizione successiva:
2009
  Portale Formula 1: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Formula 1