Gran Premio del Pacifico 1995

corsa automobilistica
Comunità del Pacifico Gran Premio del Pacifico 1995
579º GP del Mondiale di Formula 1
Gara 15 di 17 del Campionato 1995
Circuit TI (Aida).png
Data 22 ottobre 1995
Nome ufficiale II Pacific Grand Prix
Luogo Circuito di Aida
Percorso 3.704 km / 2.314 US mi
Circuito permanente
Distanza 83 giri, 307.349 km/ 192.093 US mi
Clima Nuvoloso
Risultati
Pole position Giro più veloce
Regno Unito David Coulthard Germania Michael Schumacher
Williams-Renault in 1:14.013 Benetton-Renault in 1:16.374
(nel giro 40)
Podio
1. Germania Michael Schumacher
Benetton-Renault
2. Regno Unito David Coulthard
Williams-Renault
3. Regno Unito Damon Hill
Williams-Renault

Il Gran Premio del Pacifico 1995 fu una gara di Formula 1, disputatasi il 22 ottobre 1995 sul Circuito di Aida. Fu la quindicesima prova del mondiale 1995 e vide la vittoria di Michael Schumacher su Benetton-Renault, seguito da David Coulthard secondo e da Damon Hill terzo. In questa gara ci furono sia l'ultima apparizione per Jean-Christophe Boullion e anche la prima apparizione in F1 per il pilota danese Jan Magnussen. Vincendo questa gara con Hill terzo, il numero 1 della Benetton Schumacher si aggiudicò il secondo dei suoi sette mondiali della sua carriera (il secondo della 1ª striscia consecutiva, la seconda coi 5 titoli in Ferrari) e tutto ciò con ancora 2 manche da giocare prima della fine del mondiale.

QualificheModifica

Pos Pilota Costruttore/Motore Tempo Gap
1 6   David Coulthard Williams-Renault 1:14.013
2 5   Damon Hill Williams-Renault 1:14.213 +0.200
3 1   Michael Schumacher Benetton-Renault 1:14.284 +0.271
4 27   Jean Alesi Ferrari 1:14.919 +0.906
5 28   Gerhard Berger Ferrari 1:14.974 +0.961
6 15   Eddie Irvine Jordan-Peugeot 1:15.354 +1.341
7 2   Johnny Herbert Benetton-Renault 1:15.556 +1.543
8 30   Heinz-Harald Frentzen Sauber-Ford 1:15.561 +1.548
9 26   Olivier Panis Ligier-Mugen-Honda 1:15.621 +1.608
10 7   Mark Blundell McLaren-Mercedes 1:15.652 +1.639
11 14   Rubens Barrichello Jordan-Peugeot 1:15.774 +1.761
12 8   Jan Magnussen McLaren-Mercedes 1:16.339 +2.326
13 25   Aguri Suzuki Ligier-Mugen-Honda 1:16.519 +2.506
14 23   Pedro Lamy Minardi-Ford 1:16.596 +2.583
15 29   Jean-Christophe Boullion Sauber-Ford 1:16.646 +2.633
16 24   Luca Badoer Minardi-Ford 1:16.887 +2.874
17 3   Ukyo Katayama Tyrrell-Yamaha 1:17.014 +3.001
18 4   Mika Salo Tyrrell-Yamaha 1:17.213 +3.200
19 9   Gianni Morbidelli Footwork-Hart 1:18.114 +4.101
20 10   Taki Inoue Footwork-Hart 1:18.212 +4.199
21 21   Pedro Diniz Forti-Ford 1:19.579 +5.566
22 22   Roberto Moreno Forti-Ford 1:19.745 +5.732
23 17   Andrea Montermini Pacific-Ford 1:20.093 +6.080
24 16   Bertrand Gachot Pacific-Ford 1:21.405 +7.392

GaraModifica

Al via Coulthard tiene la prima posizione mentre Schumacher tenta di attaccare Hill all'esterno in curva 1. L'inglese si difende accompagnando Schumacher vicino all'erba, così che Alesi ne approfitta e si porta secondo. Hill è terzo mentre Schumacher viene passato anche da Berger. Al quinto giro Schumacher passa Berger per la quarta posizione. Coulthard nel frattempo vola via e dopo 7 giri ha già 11 secondi di vantaggio sul terzetto Alesi - Hill - Schumacher. Il tedesco prova il sorpasso su Hill all'esterno di curva 5 ma anche in questo caso l'inglese l'accompagna verso l'esterno e Schumacher deve desistere.

Al 18º giro i tre duellanti per il secondo posto rientrano insieme ai box per il primo pit-stop. I meccanici della Benetton sono i più veloci e Schumacher torna in pista davanti ad Alesi ed Hill. Il francese e l'inglese si trovano dietro anche ad Irvine e Frentzen che non si sono ancora fermati. Alesi passa entrambi senza problemi mentre Hill sbaglia l'attacco su Irvine e tocca la Jordan dell'inglese, ma riesce a proseguire. Coulthard si ferma al giro 25 e rientra in pista davanti a Schumacher di 7 secondi. Il tedesco è molto più veloce e con una serie di giri veloci si porta negli scarichi dello scozzese.

Schumacher rientra ai box al 38º giro per il secondo pit-stop ed esce a 20 secondi da Coulthard, davanti ad Alesi e Hill. L'inglese si ferma al 39º giro per cercare il sorpasso sul francese, che rientra ai box nella tornata seguente. Quando Alesi esce dai box è dietro l'inglese della Williams. Schumacher intanto ricuce il distacco da Coulthard (che ha una strategia a due soste) con una serie di giri veloci. Il tedesco si porta da 20 a 8 secondi dallo scozzese, che rientra ai box per la sua seconda e ultima sosta al giro 50. Coulthard esce a 14 secondi da Schumacher, che dovrà però fermarsi una terza volta. Hill è terzo a 20 secondi da Coulthard, mentre la zona punti è chiusa da Berger, Alesi e Herbert.

Schumacher è sempre il più veloce in pista e continua a guadagnare su Coulthard. Quando al 60º giro rientra ai box per il terzo pit-stop ha il gap sufficiente per uscire davanti allo scozzese. Anche Hill, Berger, Alesi ed Herbert si fermano per il loro terzo pit-stop ma le posizioni non mutano. Schumacher gestisce gli ultimi giri e vince per la nona volta in stagione e la diciottesima in carriera, ma soprattutto si laurea per il secondo anno consecutivo Campione del Mondo.

Pos N. Pilota Costruttore/Motore Giri Tempo/Ritiro Griglia Punti
1 1   Michael Schumacher Benetton-Renault 83 1:48:49.972 3 10
2 6   David Coulthard Williams-Renault 83 +14.920 1 6
3 5   Damon Hill Williams-Renault 83 +48.333 2 4
4 28   Gerhard Berger Ferrari 82 +1 Giro 5 3
5 27   Jean Alesi Ferrari 82 +1 Giro 4 2
6 2   Johnny Herbert Benetton-Renault 82 +1 Giro 7 1
7 30   Heinz-Harald Frentzen Sauber-Ford 82 +1 Giro 8
8 26   Olivier Panis Ligier-Mugen-Honda 81 +2 Giri 9
9 7   Mark Blundell McLaren-Mercedes 81 +2 Giri 10
10 8   Jan Magnussen McLaren-Mercedes 81 +2 Giri 12
11 15   Eddie Irvine Jordan-Peugeot 81 +2 Giri 6
12 4   Mika Salo Tyrrell-Yamaha 80 +3 Giri 18
13 23   Pedro Lamy Minardi-Ford 80 +3 Giri 14
14 3   Ukyo Katayama Tyrrell-Yamaha 80 +3 Giri 17
15 24   Luca Badoer Minardi-Ford 80 +3 Giri 16
16 22   Roberto Moreno Forti-Ford 78 +5 Giri 22
17 21   Pedro Diniz Forti-Ford 77 +6 Giri 21
Ret 14   Rubens Barrichello Jordan-Peugeot 67 Problema elettrico 11
Ret 9   Gianni Morbidelli Footwork-Hart 63 Motore 19
Ret 10   Taki Inoue Footwork-Hart 38 Problema elettrico 20
Ret 17   Andrea Montermini Pacific-Ford 14 Cambio 23
Ret 25   Aguri Suzuki Ligier-Mugen-Honda 10 Testacoda 13
Ret 29   Jean-Christophe Boullion Sauber-Ford 7 Testacoda 15
Ret 16   Bertrand Gachot Pacific-Ford 2 Cambio 24

Classifiche MondialiModifica

PilotiModifica

Pos Pilota Punti
1   Michael Schumacher 92
2   Damon Hill 59
3   David Coulthard 49
4   Jean Alesi 42
5   Johnny Herbert 41

CostruttoriModifica

Pos Team Punti
1   Benetton-Renault 123
2   Williams-Renault 102
3   Ferrari 73
4   McLaren-Mercedes 21
5   Jordan-Peugeot 18
  • Vengono indicate solo le prime 5 posizioni.

NoteModifica

Salvo indicazioni diverse le classifiche sono tratte da Sito di The Official Formula 1, su formula1.com. URL consultato il 31 maggio 2009.

Campionato mondiale di Formula 1 - Stagione 1995
                                 
   

Edizione precedente:
1994
Gran Premio del Pacifico
  Portale Formula 1: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Formula 1