Gran Premio di Francia 1966

corsa automobilistica
Francia Gran Premio di Francia 1966
Gran Premio d'Europa 1966
144º GP del Mondiale di Formula 1
Gara 3 di 9 del Campionato 1966
Il circuito di Reims
Il circuito di Reims
Data 3 luglio 1966
Nome ufficiale LII Grand Prix de l'A.C.F.
XXVI Grand Prix d'Europe
Luogo Circuito di Reims
Percorso 7.815 km
Circuito permanente
Distanza 48 giri, 375.12 km
Risultati
Pole position Giro più veloce
Italia Lorenzo Bandini Italia Lorenzo Bandini
Ferrari in 2:07.8 Ferrari in 2:11.3
Podio
1. Australia Jack Brabham
Brabham-Repco
2. Regno Unito Mike Parkes
Ferrari
3. Nuova Zelanda Denny Hulme
Brabham-Repco

Il Gran Premio di Francia 1966 fu una gara di Formula 1, disputatasi il 3 luglio 1966 sul Circuito di Reims. Fu la terza prova del mondiale 1966 e vide la vittoria di Jack Brabham su Brabham-Repco, seguito da Mike Parkes e da Denny Hulme.

Da segnalare che alla Ferrari, Mike Parkes ha sostituito John Surtees che, dopo una clamorosa rottura si è trasferito alla Cooper.

Esordisce in gara la Lotus 43 con il nuovo motore 16 cilindri BRM

QualificheModifica

Durante le prime fasi delle qualifiche, la vettura Jim Clark investì un uccello: dallo scontro il pilota britannico ricavò una ferita all'occhio che lo costrinse, anche se aveva già fatto segnare un tempo valido, ad abbandonare la corsa. La Lotus cercò in fretta e furia un sostituto e ingaggiò l'ex ferrarista Pedro Rodriguez.

Pos N. Pilota Costruttore Scuderia Tempo Distacco
1 20   Lorenzo Bandini Ferrari 312 Scuderia Ferrari SpA SEFAC 2:07.8 -
2 10   John Surtees CooperT81-Maserati Cooper Car Company 2:08.4 +0.6
3 22   Mike Parkes Ferrari 312 Scuderia Ferrari SpA SEFAC 2:09.1 +1.3
4 12   Jack Brabham Brabham BT19-Repco Brabham Racing Organisation 2:10.2 +2.4
5 6   Jochen Rindt Cooper T81-Maserati Cooper Car Company 2:10.9 +3.1
6 38   Jo Siffert Cooper T81-Maserati RRC Walker Racing Team 2:12.2 +4.4
7 8   Chris Amon Cooper T81-Maserati Cooper Car Company 2:12.4 +4.6
8 16   Graham Hill BRM P261 2L Owen Racing Organisation 2:12.8 +5.0
9 14   Denny Hulme Brabham BT20-Repco Brabham Racing Organisation 2:13.3 +5.5
10 32   Mike Spence Lotus 25/33-BRM 2L Reg Parnell Racing 2:14.2 +6.4
11 42   Guy Ligier Cooper T81-Maserati Privato 2:15.4 +7.6
12 36   Bob Anderson Brabham BT11-Climax 2,7L DW Racing Entreprises 2:15.6 +7.8
13 2   Jim Clark Lotus 33-Climax 2L Team Lotus 2:15.6 +7.8
14 2   Pedro Rodríguez Lotus 33-Climax 2L Team Lotus 2:15.6 +7.8
15 26   Dan Gurney Eagle TF1-Climax 2,7L Anglo American Racers 2:17.9 +10.1
16 44   John Taylor Brabham BT11-BRM 2L David Bridges 2:19.2 +11.4
17 4   Peter Arundell Lotus 43-BRM H16 Team Lotus 2:19.6 +11.8
18 30   Jo Bonnier Brabham BT11/22-Climax 2.7L Joakim Bonnier Racing Team 2:23.5 +15.7

GaraModifica

Al via Surtees riuscì a superare Bandini ma la leadership del pilota britannico durò solo cinque giri a causa della rottura della pompa del carburante. Il poleman così si riprese la testa della corsa seguito da Brabham e Parkes, mentre si accodarono al trio di testa Amon, Rindt e Siffert. Mentre l'italiano riusciva a prendere un buon margine, i più immediati inseguitori iniziarono una lotta serrata per accaparrarsi la seconda piazza. Dalle retrovie invece riuscì a compiere una bella rimonta Denny Hulme, che grazie alla potenza del nuovo motore Repco riuscì a issarsi fino al 4° posto.

Colpo di scena al giro 32: Bandini fu costretto a ritirarsi a causa di un guasto al cavo dell'acceleratore della sua Ferrari; ciò portò in testa Brabham, che mantenne la testa del GP fino alla bandiera a scacchi. A podio anche Parkes al suo debutto in F1 e Hulme, terzo. Punti iridati anche per Jochen Rindt, seguito da Dan Gurney su Eagle e John Taylor con una Brabham del team David Bridges. In classifica generale Jack Brabham scavalcò in classifica Lorenzo Bandini per soli due punti di differenza.

Pos N. Pilota Costruttore/Motore Giri Tempo/Ritiro Griglia Punti
1 12   Jack Brabham Brabham BT19-Repco 48 1:48:31.3 4 9
2 22   Mike Parkes Ferrari 312 48 + 9.5 3 6
3 14   Denny Hulme Brabham BT20-Repco 46 + 2 Giri 9 4
4 6   Jochen Rindt Cooper T81-Maserati 46 + 2 Giri 5 3
5 26   Dan Gurney Eagle TF1-Climax 2,7L 45 + 3 Giri 15 2
6 44   John Taylor Brabham BT11-BRM 2L 45 + 3 Giri 16 1
7 36   Bob Anderson Brabham BT11-Climax 2,7L 44 + 4 Giri 12
8 8   Chris Amon Cooper T81-Maserati 44 + 4 Giri 7
NC 42   Guy Ligier Cooper T81-Maserati 42 Non classificato 11
Ret 2   Pedro Rodríguez Lotus 25-Climax 2L 40 Perdita olio 14
NC 20   Lorenzo Bandini Ferrari 312 37 Non classificato 1
NC 30   Jo Bonnier Brabham BT11/22-Climax 2.7L 32 Non classificato 18
Ret 16   Graham Hill BRM P261 2L 13 Motore 8
Ret 38   Jo Siffert Cooper T81-Maserati 10 Sistema benzina 6
Ret 32   Mike Spence Lotus 25/33-BRM 2L 8 Frizione 10
Ret 10   John Surtees CooperT81-Maserati 5 Sistema benzina 2
Ret 4   Peter Arundell Lotus 43-BRM H16 3 Cambio 17
DNS 2   Jim Clark Lotus 33-Climax 2L 13

StatisticheModifica

PilotiModifica

CostruttoriModifica

MotoriModifica

  • 1° vittoria per il motore Repco
  • 150° podio per il motore Ferrari

Giri al comandoModifica

Classifiche MondialiModifica

NoteModifica

Salvo indicazioni diverse le classifiche sono tratte da Sito di The Official Formula 1, su formula1.com. URL consultato il 17 giugno 2009.

Il tipo di vetture utilizzata è desunto dal database di www.oldracingcars.com

Campionato mondiale di Formula 1 - Stagione 1966
                 
   

Edizione precedente:
1965
Gran Premio di Francia Edizione successiva:
1967
  Portale Formula 1: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Formula 1