Apri il menu principale

Gran Premio di Germania 2004

corsa automobilistica
Germania Gran Premio di Germania 2004
725º GP del Mondiale di Formula 1
Gara 12 di 18 del Campionato 2004
Circuit Hockenheimring-2002.svg
Data 25 luglio 2004
Luogo Hockenheimring
Percorso 4,574 km
circuito permanente
Distanza 66 giri, 301,884 km
Clima sereno
Risultati
Pole position Giro più veloce
Germania Michael Schumacher Finlandia Kimi Räikkönen
Ferrari in 1:13.306 McLaren - Mercedes in 1:13.780
(nel giro 10)
Podio
1. Germania Michael Schumacher
Ferrari
2. Regno Unito Jenson Button
BAR - Honda
3. Spagna Fernando Alonso
Renault

Il Gran Premio di Germania 2004 è stato un Gran Premio di Formula 1 disputato il 25 luglio 2004 allo Hockenheimring. La gara è stata vinta da Michael Schumacher su Ferrari. Cristiano Da Matta fa la sua ultima apparizione in F1 che a partire dalla gara successiva è stato sostituito dal suo connazionale Ricardo Zonta.

Indice

Prima della garaModifica

A causa degli scarsi risultati ottenuti dal pilota spagnolo (un decimo ed un dodicesimo posto), la Williams sostituisce Marc Gené con Antônio Pizzonia; Gené sostituiva a sua volta l'infortunato Ralf Schumacher.

La Toyota presenta la versione B della propria vettura, la TF104B.

QualificheModifica

Nel Gran Premio di casa, Michael Schumacher conquista la pole position, precedendo Montoya, rallentato da un errore nell'ultimo settore. Terzo tempo per Button, che viene però arretrato di dieci posizioni per avere cambiato il motore della propria BAR; in seconda fila avanzano quindi le due McLaren di Räikkönen e Coulthard, che precedono le due Renault di Alonso e Trulli. Solo settimo Barrichello; il brasiliano precede Sato, Panis e Pizzonia.

ClassificaModifica

Pos No Pilota Costruttore Tempo Distacco
1 1   Michael Schumacher Ferrari 1:13.306
2 3   Juan Pablo Montoya Williams - BMW 1:13.668 +0.362
3 6   Kimi Räikkönen McLaren - Mercedes 1:13.690 +0.384
4 5   David Coulthard McLaren - Mercedes 1:13.821 +0.515
5 8   Fernando Alonso Renault 1:13.874 +0.568
6 7   Jarno Trulli Renault 1:14.134 +0.828
7 2   Rubens Barrichello Ferrari 1:14.278 +0.972
8 10   Takuma Satō BAR - Honda 1:14.187 +0.981
9 17   Olivier Panis Toyota 1:14.368 +1.062
10 4   Antônio Pizzonia Williams - BMW 1:14.556 +1.250
11 14   Mark Webber Jaguar - Cosworth 1:14.802 +1.496
12 15   Christian Klien Jaguar - Cosworth 1:15.011 +1.705
13 [1] 9   Jenson Button BAR - Honda 1:13.764 +0.368
14 11   Giancarlo Fisichella Sauber - Petronas 1:15.395 +2.089
15 16   Cristiano da Matta Toyota 1:15.454 +2.148
16 12   Felipe Massa Sauber - Petronas 1:15.616 +2.310
17 19   Giorgio Pantano Jordan - Cosworth 1:16.192 +2.886
18 18   Nick Heidfeld Jordan - Cosworth 1:16.310 +3.004
19 20   Gianmaria Bruni Minardi - Cosworth 1:18.055 +4.749
20 21   Zsolt Baumgartner Minardi - Cosworth 1:18.400 +5.094

GaraModifica

Al via scatta bene Michael Schumacher, che mantiene la testa della corsa; ancora migliore è la partenza di Alonso, che dal quinto passa al secondo posto, mentre Montoya resta quasi fermo e scivola in settima posizione. In terza posizione si mantiene Räikkönen, mentre, più indietro, Barrichello tampona Coulthard; a causa del contatto la vettura del brasiliano perde l'alettone anteriore, costringendo Barrichello ad una sosta ai box per cambiare il musetto.

Nel corso del secondo giro Räikkönen attacca Alonso in maniera decisa, sorpassandolo e portandosi in seconda posizione. Due tornate più tardi Montoya supera Webber, guadagnando il sesto posto; prova ad imitarlo il compagno di squadra Pizzonia, ma i suoi tentativi sono respinti dal rivale. Il primo pilota a rifornire è Alonso, nel corso del nono passaggio; un giro dopo effettuano il primo pit stop Michael Schumacher, Trulli, Coulthard e Sato. Räikkönen, nel frattempo, spinge al massimo facendo segnare il giro più veloce in gara; un passaggio dopo, anche il finlandese rifornisce, tornando in pista in terza posizione, alle spalle di Button (unico pilota a non aver ancora rifornito) e Schumacher, dal quale è però staccato di solo un secondo.

Al tredicesimo giro, tuttavia, sulla vettura di Räikkönen cede improvvisamente l'alettone posteriore: il finlandese si schianta violentemente contro le barriere, senza riportare lesioni. Button rifornisce nel corso del quattordicesimo passaggio, cedendo il comando della corsa a Michael Schumacher; dietro al ferrarista si trovano Alonso, Coulthard, Montoya, Button e Trulli, in lotta con Webber e Sato per la sesta posizione. Nel corso del ventunesimo giro Montoya esce di pista; il colombiano riesce a ritornare sul tracciato, perdendo però il quarto posto a favore di Button. Nel frattempo, prosegue il duello per il sesto posto: Webber viene superato da Sato, che al 26º giro attacca anche Trulli; tentando di resistere all'attacco del giapponese, il pilota della Renault compie un errore, facendo passare anche Webber. La seconda serie di pit stop è aperta un giro più tardi da Coulthard; come nella prima, l'ultimo pilota a rifornire è Button, che dopo alcuni giri in testa torna in pista in terza posizione, scavalcando proprio lo scozzese della McLaren.

Il pilota della BAR comincia poi un intenso duello con Alonso, che si chiude però con un nulla di fatto; si arriva così alla terza ed ultima serie di rifornimenti, durante la quale non ci sono cambi di posizione. Il duello per il secondo posto prosegue quindi in pista e al 52º passaggio Button ha finalmente la meglio sul rivale, guadagnando il secondo posto dopo essere partito in tredicesima posizione. Alonso deve invece guardarsi dalla rimonta di Coulthard, che però non lo impensierisce mai realmente. Michael Schumacher continua a condurre la gara indisturbato e va a vincere per l'undicesima volta su dodici Gran Premi stagionali; secondo conclude Button, che precede Alonso, Coulthard, Montoya, Webber, Pizzonia e Sato. Gara negativa per Barrichello, incapace di rimontare efficacemente dopo l'incidente iniziale; il brasiliano, risalito fino al nono posto, perde tre posizioni nel corso dell'ultimo giro, quando sulla sua Ferrari si fora una gomma.

Pos No Pilota Costruttore Giri Tempo/Ritiro e posizione al ritiro Partenza Punti
1 1   Michael Schumacher Ferrari 66 1:23:54.848 1 10
2 9   Jenson Button BAR - Honda 66 +8.388 13 8
3 8   Fernando Alonso Renault 66 +16.351 5 6
4 5   David Coulthard McLaren - Mercedes 66 +19.231 4 5
5 3   Juan Pablo Montoya Williams - BMW 66 +23.055 2 4
6 14   Mark Webber Jaguar - Cosworth 66 +41.108 11 3
7 4   Antônio Pizzonia Williams - BMW 66 +41.956 10 2
8 10   Takuma Satō BAR - Honda 66 +46.842 8 1
9 11   Giancarlo Fisichella Sauber - Petronas 66 +1:07.102 14
10 15   Christian Klien Jaguar - Cosworth 66 +1:08.578 12
11 7   Jarno Trulli Renault 66 +1:10.258 6
12 2   Rubens Barrichello Ferrari 66 +1:13.252 7
13 12   Felipe Massa Sauber - Petronas 65 +1 giro 16
14 17   Olivier Panis Toyota 65 +1 giro 9
15 19   Giorgio Pantano Jordan - Cosworth 63 +3 giri 17
16 21   Zsolt Baumgartner Minardi - Cosworth 62 +4 giri 20
17 20   Gianmaria Bruni Minardi - Cosworth 62 +4 giri 19
Ritirato 18   Nick Heidfeld Jordan - Cosworth 42 Sospensione (16º) 18
Ritirato 16   Cristiano da Matta Toyota 38 Foratura (12º) 15
Ritirato 6   Kimi Räikkönen McLaren - Mercedes 13 Rottura alettone posteriore/incidente (3º) 3

ClassificheModifica

FontiModifica

Tutti i dati statistici provengono da Autosprint n.30/2004

o da LiveDecade.com. URL consultato il 19 febbraio 2009.

Campionato mondiale di Formula 1 - Stagione 2004
                                   
   

Edizione precedente:
2003
Gran Premio di Germania
Edizione successiva:
2005

NoteModifica

  1. ^ Jenson Button viene retrocesso di dieci posizioni sulla griglia di partenza per avere sostituito il motore.

Altri progettiModifica

  Portale Formula 1: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Formula 1