Apri il menu principale

Gran Premio di Spagna 1990

corsa automobilistica
Spagna Gran Premio di Spagna 1990
498º GP del Mondiale di Formula 1
Gara 14 di 16 del Campionato 1990
Circuito de Jerez (1985-1992).svg
Data 30 settembre 1990
Luogo Circuito di Jerez
Percorso 4,218 [1] km
circuito permanente
Distanza 73 [1] giri, 307,914 [1] km
Clima coperto [1]
Risultati
Pole position Giro più veloce
Brasile Ayrton Senna Italia Riccardo Patrese
McLaren - Honda in 1:18.387 Williams - Renault in 1:24.513
(nel giro 53)
Podio
1. Francia Alain Prost
Ferrari
2. Regno Unito Nigel Mansell
Ferrari
3. Italia Alessandro Nannini
Benetton - Ford

Il Gran Premio di Spagna 1990 è stato un Gran Premio di Formula 1 disputato il 30 settembre 1990 al Circuito di Jerez. La gara è stata vinta da Alain Prost su Ferrari.

Indice

Prima della garaModifica

Bernd Schneider sostituisce Alex Caffi alla Arrows.

QualificheModifica

Durante le qualifiche del venerdì, a Jerez, Martin Donnelly fu vittima di un grave incidente: il pilota nordirlandese finì con una ruota sul cordolo nella curva detta "Ferrari"; la sua Team Lotus, lanciata in 6ª a 240 km/h, finì contro un guardrail andando in pezzi.[2] Il pilota riportò fratture a gambe e clavicole, rimanendo in prognosi riservata.[2] Seppur scampato alla morte, Donnelly (che nelle qualifiche aveva ottenuto il quattordicesimo tempo[3]) dovette - in seguito - abbandonare le corse, poco più che venticinquenne.[4]

ClassificaModifica

Fonte:[5]

Pos No Pilota Costruttore Tempo Distacco
1 27   Ayrton Senna McLaren - Honda 1:18.387
2 1   Alain Prost Ferrari 1:18.824 +0.437
3 2   Nigel Mansell Ferrari 1:19.106 +0.719
4 4   Jean Alesi Tyrrell - Ford 1:19.604 +1.217
5 28   Gerhard Berger McLaren - Honda 1:19.618 +1.231
6 6   Riccardo Patrese Williams - Renault 1:19.647 +1.260
7 5   Thierry Boutsen Williams - Renault 1:19.689 +1.302
8 20   Nelson Piquet Benetton - Ford 1:19.700 +1.313
9 19   Alessandro Nannini Benetton - Ford 1:20.367 +1.980
10 11   Derek Warwick Lotus - Lamborghini 1:20.610 +2.223
11 23   Pierluigi Martini Minardi - Ford 1:21.060 +2.653
12 15   Maurício Gugelmin Leyton House - Judd 1:21.167 +2.780
13 26   Philippe Alliot Ligier - Ford 1:21.170 +2.783
14 3   Satoru Nakajima Tyrrell - Ford 1:21.215 +2.828
15 30   Aguri Suzuki Larrousse - Lamborghini 1:21.244 +2.857
16 21   Emanuele Pirro Scuderia Italia - Ford 1:21.277 +2.890
17 22   Andrea De Cesaris Scuderia Italia - Ford 1:21.467 +3.080
18 29   Éric Bernard Larrousse - Lamborghini 1:21.551 +3.164
19 16   Ivan Capelli Leyton House - Judd 1:21.910 +3.523
20 25   Nicola Larini Ligier - Ford 1:21.996 +3.609
21 14   Olivier Grouillard Osella - Ford 1:22.288 +3.901
22 17   Gabriele Tarquini AGS - Ford 1:22.466 +4.079
23 12   Martin Donnelly Lotus - Lamborghini 1:22.659 +4.272
24 18   Yannick Dalmas AGS - Ford 1:22.716 +4.329
25 8   Stefano Modena Brabham - Judd 1:23.133 +4.746
26 9   Michele Alboreto Arrows - Ford 1:23.161 +4.774
NQ 7   David Brabham Brabham - Judd 1:23.163 +4.776
NQ 24   Paolo Barilla Minardi - Ford 1:23.274 +4.887
NQ 10   Bernd Schneider Arrows - Ford 1:23.924 +5.537
NQ 31   Bertrand Gachot Coloni - Ford 1:25.114 +6.727

GaraModifica

Pos No Pilota Costruttore Giri Tempo/Ritiro e posizione al ritiro Partenza Punti
1 1   Alain Prost Ferrari 73 1:48:01.461 2 9
2 2   Nigel Mansell Ferrari 73 +22.064 3 6
3 19   Alessandro Nannini Benetton - Ford 73 +34.874 8 4
4 5   Thierry Boutsen Williams - Renault 73 +43.296 7 3
5 6   Riccardo Patrese Williams - Renault 73 +57.530 6 2
6 30   Aguri Suzuki Larrousse - Lamborghini 73 +1:03.728 15 1
7 25   Nicola Larini Ligier - Ford 72 +1 giro 20
8 15   Maurício Gugelmin Leyton House - Judd 72 +1 giro 12
9 18   Yannick Dalmas AGS - Ford 72 +1 giro 23[6]
10 9   Michele Alboreto Arrows - Ford 71 +2 giri 25[6]
Ritirato 11   Derek Warwick Lotus - Lamborghini 63 Problemi al cambio 10
Ritirato 16   Ivan Capelli Leyton House - Judd 59 Problema fisico 19
Ritirato 28   Gerhard Berger McLaren - Honda 56 Collisione con R.Patrese 5
Ritirato 27   Ayrton Senna McLaren - Honda 53 Probelmi al radiatore 1
Ritirato 20   Nelson Piquet Benetton - Ford 47 Problemi alla batteria 8
Ritirato 22   Andrea De Cesaris Scuderia Italia - Ford 47 Problemi al motore 17
Ritirato 14   Olivier Grouillard Osella - Ford 45 Perdita della ruota anteriore sinistra 21
Ritirato 23   Pierluigi Martini Minardi - Ford 41 Testacoda 11
Ritirato 26   Philippe Alliot Ligier - Ford 22 Testacoda 13
Ritirato 29   Éric Bernard Larrousse - Lamborghini 20 Problemi al cambio 18
Ritirato 3   Satoru Nakajima Tyrrell - Ford 13 Testacoda 14
Ritirato 17   Gabriele Tarquini AGS - Ford 5 Problemi al motore 22
Ritirato 8   Stefano Modena Brabham - Judd 5 Collisione con G.Tarquini 24[6]
Ritirato 4   Jean Alesi Tyrrell - Ford 0 Testacoda 4
Ritirato 21   Emanuele Pirro Scuderia Italia - Ford 0 Problemi all'acceleratore 16
NP[6] 12   Martin Donnelly Lotus - Lamborghini
NQ 7   David Brabham Brabham - Judd
NQ 24   Paolo Barilla Minardi - Ford
NQ 10   Bernd Schneider Arrows - Ford
NQ 31   Bertrand Gachot Coloni - Ford
NPQ 33   Roberto Moreno EuroBrun - Judd
NPQ 34   Claudio Langes EuroBrun - Judd
NPQ 39   Bruno Giacomelli LIfe - Judd

ClassificheModifica

NoteModifica

  1. ^ a b c d f1pulse.com. URL consultato il 1º maggio 2009.
  2. ^ a b Carlo Marincovich, Donnelly terrore, prognosi riservata, in la Repubblica, 29 settembre 1990, p. 27.
  3. ^ Carlo Marincovich, Prost non dimentica, in la Repubblica, 29 settembre 1990, p. 27.
  4. ^ Carlo Marincovich, Senna dei record, in la Repubblica, 30 settembre 1990, p. 24.
  5. ^ Carlo Marincovich, Suzuka casa di Senna, in la Repubblica, 2 ottobre 1990, p. 39.
  6. ^ a b c d In seguito alle ferite riportate nel terribile incidente occorsogli nella sessione di qualifiche del venerdì, Martin Donnelly non prende parte alla gara; la griglia di partenza viene riformata senza la vettura del pilota nordirlandese, senza riammettere nessuno dei piloti non qualificati e riducendo il numero dei partenti a 25.

Collegamenti esterniModifica

Campionato mondiale di Formula 1 - Stagione 1990
                               
   

Edizione precedente:
1989
Gran Premio di Spagna
Edizione successiva:
1991
  Portale Formula 1: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Formula 1