Apri il menu principale

Gran Premio di superbike d'Aragona 2015

Spagna Gran Premio d'Aragona 2015
Gara del Mondiale Superbike
Gara 3 su 13 del 2015
Motorland Aragón FIM.svg
Data 12 aprile 2015
Nome ufficiale Aragón Round
Luogo Motorland Aragón
Percorso 5,077 km
Risultati
Superbike gara 1
Distanza 18 giri, totale 91,386 km
Pole position Giro più veloce
Regno Unito Leon Haslam Regno Unito Tom Sykes
Aprilia in 1'49.664 Kawasaki in 1'50.890
(nel giro 2 di 18)
Podio
1. Regno Unito Jonathan Rea
Kawasaki
2. Regno Unito Chaz Davies
Ducati
3. Regno Unito Tom Sykes
Kawasaki
Superbike gara 2
Distanza 18 giri, totale 91,386 km
Pole position Giro più veloce
Regno Unito Leon Haslam Regno Unito Chaz Davies
Aprilia in 1'49.664 Ducati in 1'51.156
(nel giro 4 di 18)
Podio
1. Regno Unito Chaz Davies
Ducati
2. Regno Unito Jonathan Rea
Kawasaki
3. Regno Unito Leon Haslam
Aprilia
Supersport
Distanza 16 giri, totale 81,232 km
Pole position Giro più veloce
Francia Jules Cluzel Stati Uniti Patrick Jacobsen
MV Agusta in 1'53.138 Kawasaki in 1'54.605
(nel giro 2 di 16)
Podio
1. Turchia Kenan Sofuoğlu
Kawasaki
2. Stati Uniti Patrick Jacobsen
Kawasaki
3. Regno Unito Kyle Smith
Honda

Il Gran Premio di superbike d'Aragona 2015 è stato la terza prova del mondiale superbike del 2015, nello stesso fine settimana si è corso il terzo gran premio stagionale del mondiale supersport del 2015.

Le gare valevoli per il mondiale Superbike vengono vinte da: Jonathan Rea (gara 1) e Chaz Davies (gara 2). Come già accaduto nei due precedenti GP di questa stagione, la pole position, i giri veloci ed i piazzamenti a podio di entrambe le gare sono ad appannaggio di piloti di nazionalità britannica. Nel mondiale Supersport è il pilota turco Kenan Sofuoğlu ad ottenere il primo posto in gara.

SuperbikeModifica

Gara 1Modifica

Fonte[1]

Jonathan Rea del team Kawasaki Racing vince gara 1, battendo in volata per soli 51 millesimi il connazionale Chaz Davies, quest'ultimo alla guida di una Ducati Panigale R del team Aruba.it Racing-Ducati SBK. Chiude il podio Tom Sykes, terzo con moto e squadra identici al vincitore Rea. Si conferma per la quinta volta consecutiva nelle cinque gare corse fino a questa, un podio tutto composto da piloti di nazionalità britannica.

Per Rea si tratta della quarta vittoria personale in questa stagione agonistica, diciannovesima della sua carriera nel mondiale Superbike.

Sesto posto in questa gara per Xavi Forés, che prende parte a questo GP quale sostituto dell'infortunato Davide Giugliano, mentre il team BMW Motorrad Italia ingaggia Ayrton Badovini, il pilota italiano prende il posto che nei due GP precedenti a questo era di Sylvain Barrier.[2]

Arrivati al traguardoModifica

Pos. Pilota Squadra Motocicletta Giri Tempo Griglia Punti
65   Jonathan Rea Kawasaki Racing Kawasaki ZX-10R 18 33:36.937 25
7   Chaz Davies Aruba.it Racing-Ducati SBK Ducati Panigale R 18 +0.051 20
66   Tom Sykes Kawasaki Racing Kawasaki ZX-10R 18 +4.977 16
91   Leon Haslam Aprilia Racing Team - Red Devils Aprilia RSV4 RF 18 +15.088 13
81   Jordi Torres Aprilia Racing Team - Red Devils Aprilia RSV4 RF 18 +15.290 11
112   Xavi Forés Aruba.it Racing-Ducati SBK Ducati Panigale R 18 +16.655 10
18   Nicolás Terol Althea Racing Ducati Panigale R 18 +17.365 9
36   Leandro Mercado Barni Racing Ducati Panigale R 18 +25.527 10º 8
1   Sylvain Guintoli PATA Honda Honda CBR1000RR 18 +31.464 14º 7
10º 2   Leon Camier MV Agusta Reparto Corse MV Agusta 1000 F4 18 +43.013 15º 6
11º 51   Santiago Barragán Grillini SBK Kawasaki ZX-10R 18 +43.627 20º 5
12º 15   Matteo Baiocco Althea Racing Ducati Panigale R 18 +44.893 13º 4
13º 40   Román Ramos Team Go Eleven Kawasaki ZX-10R 18 +47.663 18º 3
14º 23   Christophe Ponsson Grillini SBK Kawasaki ZX-10R 18 +1:11.843 17º 2
15º 59   Niccolò Canepa Hero EBR EBR 1190 RX 18 +1:15.919 16º 1
16º 90   Javier Alviz Team Pedercini Kawasaki ZX-10R 18 +1:20.816 21º
17º 72   Larry Pegram Hero EBR EBR 1190 RX 18 +1:22.279 22º
18º 10   Imre Tóth BMW Team Toth BMW S1000 RR 17 +1 giro 23º
19º 75   Gábor Rizmayer BMW Team Toth BMW S1000 RR 17 +1 giro 24º

Non classificatoModifica

Pilota Squadra Motocicletta Giri Griglia
22   Alex Lowes VOLTCOM Crescent Suzuki Suzuki GSX-R1000 13

RitiratiModifica

Pilota Squadra Motocicletta Giri Griglia
86   Ayrton Badovini BMW Motorrad Italia BMW S1000 RR 16
60   Michael van der Mark PATA Honda Honda CBR1000RR SP 9 11º
14   Randy De Puniet VOLTCOM Crescent Suzuki Suzuki GSX-R1000 7 19º
44   David Salom Team Pedercini Kawasaki ZX-10R 6 12º

Gara 2Modifica

Fonte[3]

Chaz Davies del team Aruba.it Racing-Ducati SBK vince gara 2, realizzando la prima storica vittoria nel mondiale Superbike per una Ducati Panigale R, riportando inoltre una motocicletta Ducati alla vittoria in questo campionato, successo che mancava alla casa italiana dal GP di Magny-Cours del 2012, quando fu Sylvain Guintoli con la Ducati 1098R a tagliare per primo il traguardo della prima gara.[4] Davies ottiene in questo modo la sua quinta affermazione personale in carriera nel mondiale Superbike, prima da pilota Ducati, il britannico non vinceva una gara dal GP del Nürburgring del 2013, quando vinse gara 2 con la BMW S1000 RR.[5]

Salgono sul podio insieme al vincitore, Jonathan Rea e Leon Haslam, confermando la preminenza dei piloti di nazionalità britannica, che fino a questo momento della stagione hanno occupato tutte le posizioni del podio in tutti i GP.

Nella classifica generale, Rea rafforza la posizione di leader salendo a quota 140 punti, seguito da Haslam a 114, Davies terzo a 83, con Tom Sykes, caduto al quinto giro in questa gara, a 66 punti.

Arrivati al traguardoModifica

Pos. Pilota Squadra Motocicletta Giri Tempo Griglia Punti
7   Chaz Davies Aruba.it Racing-Ducati SBK Ducati Panigale R 18 33:34.669 25
65   Jonathan Rea Kawasaki Racing Kawasaki ZX-10R 18 +3.190 20
91   Leon Haslam Aprilia Racing Team - Red Devils Aprilia RSV4 RF 18 +3.712 16
81   Jordi Torres Aprilia Racing Team - Red Devils Aprilia RSV4 RF 18 +14.216 13
112   Xavi Forés Aruba.it Racing-Ducati SBK Ducati Panigale R 18 +20.524 11
44   David Salom Team Pedercini Kawasaki ZX-10R 18 +25.878 12º 10
36   Leandro Mercado Barni Racing Ducati Panigale R 18 +25.939 10º 9
60   Michael van der Mark PATA Honda Honda CBR1000RR SP 18 +26.075 11º 8
86   Ayrton Badovini BMW Motorrad Italia BMW S1000 RR 18 +27.253 7
10º 18   Nicolás Terol Althea Racing Ducati Panigale R 18 +28.666 6
11º 15   Matteo Baiocco Althea Racing Ducati Panigale R 18 +41.038 13º 5
12º 40   Román Ramos Team Go Eleven Kawasaki ZX-10R 18 +41.983 18º 4
13º 14   Randy De Puniet VOLTCOM Crescent Suzuki Suzuki GSX-R1000 18 +42.961 19º 3
14º 22   Alex Lowes VOLTCOM Crescent Suzuki Suzuki GSX-R1000 18 +43.057 2
15º 2   Leon Camier MV Agusta Reparto Corse MV Agusta 1000 F4 18 +43.375 15º 1
16º 23   Christophe Ponsson Grillini SBK Kawasaki ZX-10R 18 +59.139 17º
17º 51   Santiago Barragán Grillini SBK Kawasaki ZX-10R 18 +59.296 20º
18º 59   Niccolò Canepa Hero EBR EBR 1190 RX 18 +1:16.004 16º
19º 72   Larry Pegram Hero EBR EBR 1190 RX 18 +1:33.714 22º
20º 10   Imre Tóth BMW Team Toth BMW S1000 RR 17 +1 giro 23º

RitiratiModifica

Pilota Squadra Motocicletta Giri Griglia
90   Javier Alviz Team Pedercini Kawasaki ZX-10R 7 21º
1   Sylvain Guintoli PATA Honda Honda CBR1000RR SP 5 14º
66   Tom Sykes Kawasaki Racing Kawasaki ZX-10R 4

Non partitoModifica

Pilota Squadra Motocicletta Griglia
75   Gábor Rizmayer BMW Team Toth BMW S1000 RR 24º

SupersportModifica

Fonte[6]

Kenan Sofuoğlu con la Kawasaki ZX-6R del team Kawasaki Puccetti Racing vince la gara, tornado in questo modo al successo in questo campionato, che mancava al pilota turco da quando vinse questo stesso GP lo scorso anno. Sofuoğlu, tre volte iridato della categoria, porta a 28 le vittorie totali della sua carriera nel mondiale Supersport.[7] Completano il podio, Patrick Jacobsen del team Kawasaki Intermoto Ponyexpres secondo, con Kyle Smith terzo con la Honda CBR600RR del team PATA Honda. Per il pilota britannico Smith si tratta del suo primo podio in carriera nel mondiale Supersport.[8]

Ritirati Jules Cluzel (per problemi tecnici sulla sua MV Agusta F3 675, quando era in lotta per la vittoria con Sofuoğlu) ed anche Ratthapark Wilairot (il thaialandese era a capo della classifica di campionato prima di questo GP), nella graduatoria generale prende il comando Sofuoğlu con 55 punti, secondo Jacobsen con 42, terzo Wilairot con 36.

Arrivati al traguardoModifica

Pos. Pilota Squadra Motocicletta Giri Tempo Griglia Punti
54   Kenan Sofuoğlu Kawasaki Puccetti Racing Kawasaki ZX-6R 16 30:47.195 25
99   Patrick Jacobsen Kawasaki Intermoto Ponyexpres Kawasaki ZX-6R 16 +3.224 20
111   Kyle Smith PATA Honda Honda CBR600RR 16 +5.695 16
4   Gino Rea CIA Landlords Insurance Honda Honda CBR600RR 16 +11.281 13
87   Lorenzo Zanetti MV Agusta Reparto Corse MV Agusta F3 675 16 +11.334 11
25   Alex Baldolini Race Department ATK#25 MV Agusta F3 675 16 +16.639 17º 10
61   Fabio Menghi VFT Racing Yamaha YZF R6 16 +17.010 10º 9
6   Dominic Schmitter Team Go Eleven Kawasaki ZX-6R 16 +18.801 11º 8
11   Christian Gamarino Team Go Eleven Kawasaki ZX-6R 16 +24.178 14º 7
10º 44   Roberto Rolfo Team Lorini Honda CBR600RR 16 +24.655 13º 6
11º 84   Riccardo Russo CIA Landlords Insurance Honda Honda CBR600RR 16 +24.735 16º 5
12º 19   Kevin Wahr SMS Racing Honda CBR600RR 16 +25.379 15º 4
13º 161   Alexey Ivanov DMC Racing Yamaha YZF R6 16 +44.591 18º 3
14º 24   Marcos Ramírez Autos Arroyo Pastrana Yamaha YZF R6 16 +44.670 20º 2
15º 69   Luigi Morciano Team Lorini Honda CBR600RR 16 +55.579 23º 1
16º 74   Kieran Clarke CIA Landlords Insurance Honda Honda CBR600RR 16 +55.771 22º
17º 10   Nacho Calero Orelac Racing Honda CBR600RR 16 +56.061 21º
18º 68   Glenn Scott AARK Racing Honda CBR600RR 16 +1:00.312 19º
19º 42   Jorge Arroyo Autos Arroyo Pastrana Yamaha YZF R6 16 +1:18.392 24º
20º 34   Ezequiel Iturrioz CATBIKE/exit Kawasaki ZX-6R 16 +1:29.629 25º

RitiratiModifica

Pilota Squadra Motocicletta Giri Griglia
16   Jules Cluzel MV Agusta Reparto Corse MV Agusta F3 675 10
36   Martín Cárdenas CIA Landlords Insurance Honda Honda CBR600RR 7 12º
14   Lucas Mahias Kawasaki Intermoto Ponyexpres Kawasaki ZX-6R 5
5   Marco Faccani San Carlo Puccetti Racing Kawasaki ZX-6R 4
9   Ratthapark Wilairot CORE'' Motorsport Thailand Honda CBR600RR 4

NoteModifica

  1. ^ Aragon, Superbike - Results Race 1, su sbk.perugiatiming.com, 12 aprile 2015 (archiviato dall'url originale il 18 aprile 2015).
  2. ^ Marco Masetti, SBK, Quelli che ritornano: Badovini e Forés, su motosprint.corrieredellosport.it, Conti Editore S.r.l, 10 aprile 2015 (archiviato dall'url originale il 12 luglio 2015).
  3. ^ Aragon, Superbike - Results Race 2, su sbk.perugiatiming.com, 12 aprile 2015 (archiviato dall'url originale il 18 aprile 2015).
  4. ^ Vittorie della Ducati nel mondiale Superbike, su oldsbk.perugiatiming.com, Perugia Timing (archiviato dall'url originale l'11 luglio 2015).
  5. ^ Vittorie di Chaz Davies nel mondiale Superbike, su oldsbk.perugiatiming.com, Perugia Timing (archiviato dall'url originale l'11 luglio 2015).
  6. ^ Aragon, Supersport - Results Race, su sbk.perugiatiming.com, 12 aprile 2015 (archiviato dall'url originale il 19 aprile 2015).
  7. ^ Vittorie di Kenan Sofuoğlu nel mondiale Supersport, su oldsbk.perugiatiming.com, Perugia Timing (archiviato dall'url originale il 12 luglio 2015).
  8. ^ Piazzamenti a podio di Kyle Smith nel mondiale Supersport, su oldsbk.perugiatiming.com, Perugia Timing (archiviato dall'url originale il 12 luglio 2015).

Collegamenti esterniModifica

Campionato mondiale Superbike - Stagione 2015
                         
   

Edizione precedente:
2014
Gran Premio di superbike d'Aragona
Altre edizioni
  Portale Moto: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di moto