Gran Premio motociclistico Vitesse du Mans 1991

Francia GP Vitesse du Mans 1991
478º GP della storia del Motomondiale
14ª prova su 15 del 1991
Bugatti Circuit 1991-1996.png
Data 8 settembre 1991
Luogo Circuito Bugatti
Percorso 4,430 km
Circuito permanente
Risultati
Classe 500
433º GP nella storia della classe
Distanza 28 giri, totale 124,040 km
Pole position Giro veloce
Stati Uniti John Kocinski Australia Michael Doohan
Yamaha in 1:39.964 Honda in 1:41.200
(nel giro 28 di 28)
Podio
1. Stati Uniti Kevin Schwantz
Suzuki
2. Australia Michael Doohan
Honda
3. Stati Uniti Wayne Rainey
Yamaha
Classe 250
440º GP nella storia della classe
Distanza 23 giri, totale 101,890 km
Pole position Giro veloce
Italia Luca Cadalora Germania Helmut Bradl
Honda in 1:44.963 Honda in 1:45.375
Podio
1. Germania Helmut Bradl
Honda
2. Spagna Carlos Cardús
Honda
3. Italia Luca Cadalora
Honda
Classe sidecar
Pole position Giro veloce
Svizzera Rolf Biland Francia Alain Michel
LCR-Honda LCR-Krauser
Podio
1. Svizzera Rolf Biland
LCR-Honda
2. Francia Alain Michel
LCR-Krauser
3. Regno Unito Steve Webster
LCR-Krauser

Il Gran Premio motociclistico Vitesse du Mans 1991 è stata la quattordicesima e penultima prova del motomondiale 1991; si è disputata in sostituzione del Gran Premio motociclistico del Brasile inizialmente previsto e non effettuato per problemi economici.

È stata la seconda prova dell'anno disputata in territorio francese, sul circuito Bugatti di Le Mans, l'8 settembre e vi hanno gareggiato la classe 500 e la classe 250 oltre ai sidecar.

Le vittorie sono state di Kevin Schwantz nelle 500 e di Helmut Bradl in 250; tra i sidecar si è imposto l'equipaggio Rolf Biland/Kurt Waltisperg.

Al termine della gara sono risultati assegnati matematicamente tutti e tre i titoli mondiali ancora da assegnare: nella classe 500 si è imposto lo statunitense Wayne Rainey al secondo titolo consecutivo, nella classe 250 ha vinto l'italiano Luca Cadalora e tra le motocarrozzette si è imposto l'equipaggio britannico Steve Webster/Gavin Simmons (per Webster si tratta del quarto titolo).

Classe 500Modifica

Arrivati al traguardoModifica

Pos. Pilota Squadra Motocicletta Giri Tempo Griglia Punti
34   Kevin Schwantz Lucky Strike Suzuki Suzuki 28 47'37.764 20
3   Michael Doohan Rothmans Honda Honda 28 +0.148 17
1   Wayne Rainey Marlboro Team Roberts Yamaha 28 +3.468 15
19   John Kocinski Marlboro Team Roberts Yamaha 28 +3.700 13
5   Wayne Gardner Rothmans Honda Honda 28 +3.966 11
6   Juan Garriga Ducados Yamaha Yamaha 28 +37.852 10
21   Doug Chandler Team Roberts Yamaha Castrol Yamaha 28 +38.342 9
27   Didier de Radiguès Lucky Strike Suzuki Suzuki 28 +39.290 8
10   Sito Pons Campsa Honda Honda 28 +1'30.554 11º 7
10º 20   Adrien Morillas Yamaha Sonauto Mobil 1 Yamaha 28 +1'45.040 12º 6
11º 17   Eddie Laycock Millar Racing Yamaha 27 +1 giro 13º 5
12º 4   Niall Mackenzie Team Roberts Yamaha Castrol Yamaha 27 +1 giro 4
13º 11   Marco Papa Moto Club Milano - Team Papa Honda 26 +2 giri 14º 3
14º 23   Andreas Leuthe Librenti Corse Suzuki 26 +2 giri 18º 2
15º 37   Simon Buckmaster Padgett's Racing Suzuki 23 +5 giri 20º 1

RitiratiModifica

Pilota Squadra Motocicletta Giri Griglia
8   Jean-Philippe Ruggia Yamaha Sonauto Mobil 1 Yamaha 25 10º
16   Cees Doorakkers HEK-Bauwmachines Honda 17 17º
32   Michael Rudroff R.S. RallyeSport Honda 8 16º
36   Hans Becker Romero Racing Yamaha 5 19º

Non partitoModifica

Pilota Squadra Motocicletta Griglia
7   Eddie Lawson Cagiva Cagiva 15º

Non qualificatiModifica

Pilota Squadra Motocicletta
13   Nicholas Schmassmann Technotron Honda
38   Josef Doppler Doppler Racing Yamaha
30   Martin Trösch MT Racing Honda
24   Helmut Schütz Rallye Sport Honda

Classe 250Modifica

La gara è stata interrotta al terzo giro a causa delle numerose cadute che avevano coinvolto gran parte dei partenti; ripartita su una distanza di 23 giri, ha visto la vittoria del tedesco Helmut Bradl davanti allo spagnolo Carlos Cardús e al fresco neo campione del mondo, l'italiano Luca Cadalora[1].

Arrivati al traguardoModifica

Pos. Pilota Squadra Motocicletta Giri Tempo Griglia Punti
  Helmut Bradl HB Honda Racing Team Germany Honda 23 40'44.529 20
  Carlos Cardús Repsol Honda - Cardús Honda 23 +6.322 17
  Luca Cadalora Rothmans-Kanemoto Honda Honda 23 +13.955 15
  Wilco Zeelenberg Sharp Sanson - Bieffe Honda 23 +19.513 13
  Masahiro Shimizu Ajinomoto Honda - HRC Honda 23 +22.577 11
  Jochen Schmid Schuh-Zwafink Racing Honda 23 +30.319 10
  Pierfrancesco Chili Iberna Aprilia - Valesi Racing Aprilia 23 +30.403 9
  Jean Pierre Jeandat Rothmans Honda France Honda 23 +40.753 14º 8
  Andreas Preining ÖKM-Aprilia - SK Vöst Aprilia 23 +42.352 7
10º   Paolo Casoli Team Agostini - API Yamaha 23 +49.147 12º 6
11º   Alberto Puig Ducados Yamaha Puig Yamaha 23 +49.815 16º 5
12º   Stefan Prein HB Honda Racing Team Germany Honda 23 +54.912 4
13º   Marcellino Lucchi OZ Racing System Aprilia 23 +1'05.938 13º 3
14º   Erkka Korpiaho AMS Mauri Racing Aprilia 23 +1'31.171 2
15º   Urs Jücker Swiss Yamaha Yamaha 23 +1'31.644 1
16º   Stefano Caracchi Yamaha 23 +1'55.320
17º   Patrick van den Goorbergh Yamaha 22 +1 giro
18º   Ian Newton Honda 22 +1 giro
19º   Jean Foray Yamaha 22 +1 giro

RitiratiModifica

Pilota Motocicletta Giri Griglia
  Loris Reggiani Aprilia 21
  Bernard Haenggeli Aprilia 21
  Doriano Romboni Honda 20 11º
  Herri Torrontegui Suzuki 15 26º
  Bernd Kassner Aprilia 12
  Harald Eckl Aprilia 12
  Frédéric Protat Aprilia 8
  Corrado Catalano Honda 6
  Martin Wimmer Suzuki 4
  Àlex Crivillé JJ Cobas 1 10º
  Renzo Colleoni Aprilia 0 15º

Classe sidecarModifica

Arrivati al traguardo (posizioni a punti)[2]Modifica

Pos. Pilota Passeggero Costruttore Punti
  Rolf Biland   Kurt Waltisperg LCR-Honda 20
  Alain Michel   Simon Birchall LCR-Krauser 17
  Steve Webster   Gavin Simmons LCR-Krauser 15
  Paul Güdel   Charly Güdel LCR-Krauser 13
  Egbert Streuer   Peter Brown LCR-Krauser 11
  Ralph Bohnhorst   Bruno Hiller LCR-Krauser 10
  Masato Kumano   Eckart Rösinger LCR-Yamaha 9
  Klaus Klaffenböck   Christian Parzer LCR-Yamaha 8
  Markus Bösiger   Peter Höss LCR-Krauser 7
10º   Tony Wyssen   Kilian Wyssen LCR-Krauser 6
11º   Yoshisada Kumagaya   Brian Houghton LCR-Krauser 5
12º   Theo van Kempen   Geral de Haas LCR-Krauser 4
13º   Werner Kraus   Thomas Schröder Busch-ADM 3
14º   Barry Smith   Trevor Hopkinson Windle-ADM 2
15º   Gary Thomas   Michel van Puyvelde LCR-Krauser 1

NoteModifica

  1. ^ (ES) Cadalora alcanzò la corona, su hemeroteca.mundodeportivo.com, El Mundo Deportivo, 9 settembre 1991. URL consultato il 6 luglio 2016.
  2. ^ Tabella dei risultati su racingmemo.free, su racingmemo.free.fr. URL consultato il 26 gennaio 2017.

Collegamenti esterniModifica

  Portale Moto: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di moto