Gran Premio motociclistico d'Argentina 1961

Il Gran Premio motociclistico d'Argentina fu l'ultimo appuntamento del motomondiale 1961.

Bandiera dell'Argentina GP d'Argentina 1961
99º GP della storia del Motomondiale
11ª prova su 11 del 1961
Data 15 ottobre 1961
Nome ufficiale GP d'Argentina
Luogo Autódromo Municipal, Buenos Aires
Percorso 3,912[1] km
Circuito permanente
Risultati
Classe 500
95º GP nella storia della classe
Distanza 52 giri, totale 203,424 km
Pole position Giro veloce
Bandiera dell'Argentina Juan Carlos Salatino
Norton in 1' 48" 0 a 130,400 km/h
Podio
1. Bandiera dell'Argentina Jorge Kissling
Matchless
2. Bandiera dell'Argentina Juan Carlos Salatino
Norton
3. Bandiera del Regno Unito Frank Perris
Norton
Classe 250
79º GP nella storia della classe
Distanza 35 giri, totale 136,920 km
Pole position Giro veloce
Bandiera dell'Australia Tom Phillis
Honda in 1' 48" 6 a 129,680 km/h
Podio
1. Bandiera dell'Australia Tom Phillis
Honda
2. Bandiera del Giappone Kunimitsu Takahashi
Honda
3. Bandiera della Rhodesia Jim Redman
Honda
Classe 125
76º GP nella storia della classe
Distanza 50 giri, totale 131,250 km
Pole position Giro veloce
Bandiera dell'Australia Tom Phillis
Honda in 1' 22" 1 a 115,104 km/h
Podio
1. Bandiera dell'Australia Tom Phillis
Honda
2. Bandiera della Rhodesia Jim Redman
Honda
3. Bandiera del Giappone Kunimitsu Takahashi
Honda

Si svolse il 15 ottobre 1961 presso il circuito di Buenos Aires. Tre le classi in programma: 125, 250 e 500.

Prima gara del Mondiale a svolgersi al di fuori d'Europa, vide una scarsa presenza di piloti ufficiali: in pratica solo quelli Honda, per i quali era ancora in ballo il titolo della 125.

La 125 fu vinta da Tom Phillis, che si aggiudicò il titolo di Campione del Mondo: Ernst Degner, suo diretto rivale, non riuscì a correre poiché la sua moto (una EMC, stante i fatti avvenuti al termine del precedente GP) non arrivò mai in Argentina. Dietro all'australiano si piazzarono i suoi compagni di Marca Jim Redman e Kunimitsu Takahashi.

Phillis vinse anche la 250, di nuovo con Redman e Takahashi sul podio (ma a posizioni invertite rispetto alla 125). Appena quattro i centauri classificati.

In 500, gara con sei piloti classificati (di cui solo due tagliarono effettivamente il traguardo), vittoria per Jorge Kissling.

Classe 500

modifica

6 piloti alla partenza, 6 al traguardo.

Arrivati al traguardo

modifica
Pos. Pilota Moto Tempo Punti
1   Jorge Kissling Matchless 1h 39' 06" 5 8
2   Juan Carlos Salatino Norton +2" 8 6
3   Frank Perris Norton +10 giri 4
4   Juan Perkins Norton +17 giri 3
5   Eduardo Salatino Norton +17 giri 2
6   Horacio Costa Matchless +17 giri 1

Classe 250

modifica

6 piloti alla partenza, 4 al traguardo.

Arrivati al traguardo

modifica
Pos. Pilota Moto Tempo Punti
1   Tom Phillis Honda 1h 04' 45" 4 8
2   Kunimitsu Takahashi Honda +27" 2 6
3   Jim Redman Honda +3 giri 4
4   Fumio Itō Yamaha +7 giri 3
n.c.   Benedicto Caldarella Honda +17 giri
n.c.   Victorio Minguzzi Bultaco +30 giri

Classe 125

modifica

17 piloti alla partenza, 7 al traguardo.

Arrivati al traguardo

modifica
Pos. Pilota Moto Tempo Punti
1   Tom Phillis Honda 1h 08' 54" 9 8
2   Jim Redman Honda +0" 1 6
3   Kunimitsu Takahashi Honda +13" 2 4
4   Sadao Shimazaki Honda +1 giro 3
5   Naomi Taniguchi Honda +1 giro 2
6   Héctor Pochettino Bultaco +2 giri 1
  1. ^ Dato riferito alla variante n° 2 su cui corsero 250 e 500; la 125 corse sulla variante n° 10, lunga 2,625 km (1,631 miglia).

Fonti e bibliografia

modifica

Collegamenti esterni

modifica
  Portale Moto: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di moto