Apri il menu principale

Gran Premio motociclistico d'Europa 1992

Europa GP d'Europa 1992
485º GP della storia del Motomondiale
6ª prova su 13 del 1992
Formula1 Circuit Catalunya.svg
Data 31 maggio 1992
Nome ufficiale Gran Premio Super Nintendo de Europa
Luogo Circuito di Catalogna
Percorso 4,747 km
Risultati
Classe 500
440º GP nella storia della classe
Distanza 26 giri, totale 123,422 km
Pole position Giro veloce
Australia Michael Doohan Australia Michael Doohan
Honda in 1'48,549 Honda in 1'48,583
Podio
1. Stati Uniti Wayne Rainey
Yamaha
2. Australia Michael Doohan
Honda
3. Stati Uniti Doug Chandler
Suzuki
Classe 250
447º GP nella storia della classe
Distanza 24 giri, totale 113,928 km
Pole position Giro veloce
Italia Max Biaggi Italia Loris Reggiani
Aprilia in 1'50,819 Aprilia in 1'51,304
Podio
1. Italia Luca Cadalora
Honda
2. Italia Loris Reggiani
Aprilia
3. Italia Max Biaggi
Aprilia
Classe 125
418º GP nella storia della classe
Distanza 22 giri, totale 104,434 km
Pole position Giro veloce
Italia Ezio Gianola Spagna Carlos Giró
Honda in 1'58,091 Aprilia in 1'57,836
Podio
1. Italia Ezio Gianola
Honda
2. Italia Gabriele Debbia
Honda
3. Italia Fausto Gresini
Honda

Il Gran Premio motociclistico d'Europa 1992 fu il sesto appuntamento del motomondiale 1992.

Si svolse il 31 maggio 1992 sul circuito di Catalogna e registrò la vittoria di Wayne Rainey nella classe 500, di Luca Cadalora nella classe 250 e di Ezio Gianola nella classe 125[1][2].

Classe 500Modifica

Prima vittoria della stagione per il campione mondiale in carica Wayne Rainey, che ha preceduto l'australiano Michael Doohan, con quest'ultimo nettamente in testa alla classifica piloti dopo quattro vittorie e due secondi posti. Sul terzo gradino del podio lo statunitense Doug Chandler[1][2].

Arrivati al traguardoModifica

Pos. Pilota Moto Tempo Griglia Punti
1   Wayne Rainey Yamaha 47.31.348 4 20
2   Michael Doohan Honda 47.31.405 1 15
3   Doug Chandler Suzuki 47.46.110 7 12
4   Kevin Schwantz Suzuki 47.47.681 5 10
5   John Kocinski Yamaha 47.59.495 2 8
6   Eddie Lawson Cagiva 48.06.922 10 6
7   Niall Mackenzie Yamaha 48.14.161 6 4
8   Miguel Duhamel Yamaha 48.15.153 12 3
9   Randy Mamola Yamaha 48.15.500 11 2
10   Juan Garriga Yamaha 48.20.736 9 1
11   Alex Barros Cagiva 48.42.567 8
12   Peter Goddard ROC Yamaha 48.42.649 13
13   Thierry Crine ROC Yamaha 48.59.944 15
14   Toshiyuki Arakaki ROC Yamaha 48.59.993 14
15   Juan López Mella ROC Yamaha 49.11.690 19
16   Kevin Mitchell Harris Yamaha 49.13.165 20
17   Dominique Sarron ROC Yamaha 48.30.713 17
18   Michael Rudroff Harris Yamaha 1 giro 18
19   Eddie Laycock Yamaha 1 giro 22
20   Serge David ROC Yamaha 1 giro 21
21   Nicholas Schmassmann ROC Yamaha 1 giro 25
22   Marco Papa Librenti 1 giro 26
23   Lucio Pedercini Paton 2 giri 27
24   Josef Doppler ROC Yamaha 2 giri 30

RitiratiModifica

Pilota Moto Motivo Griglia
  Cees Doorakkers Harris Yamaha 23
  Simon Buckmaster Harris Yamaha 24
  Claude Arciero ROC Yamaha 28
  Peter Graves Harris Yamaha 29
  Corrado Catalano ROC Yamaha 16
  Àlex Crivillé Honda 3

Non qualificatiModifica

Pilota Moto
  Andreas Leuthe VRP
  Larry Moreno Vacondio Harris Yamaha

Classe 250Modifica

Curiosamente l'ordine di arrivo della gara, per quanto riguarda le prime quattro posizioni è stato il medesimo del Gran Premio precedente, con tre piloti italiani ai primi tre posti, rispettivamente Luca Cadalora, Loris Reggiani e Max Biaggi, seguiti dal tedesco Helmut Bradl[1][2].

Arrivati al traguardoModifica

Pos. Pilota Moto Tempo Griglia Punti
1   Luca Cadalora Honda 45.03.411 2 20
2   Loris Reggiani Aprilia 45.03.651 5 15
3   Max Biaggi Aprilia 45.03.834 1 12
4   Helmut Bradl Honda 45.04.314 3 10
5   Jochen Schmid Yamaha 45.13.863 4 8
6   Pierfrancesco Chili Aprilia 45.21.506 6 6
7   Doriano Romboni Honda 45.28.587 11 4
8   Alberto Puig Aprilia 45.35.639 8 3
9   Jean-Philippe Ruggia Gilera 45.37.702 10 2
10   Paolo Casoli Yamaha 45.52.551 17 1
11   Andreas Preining Aprilia 46.08.808 15
12   Frédéric Protat Aprilia 46.22.953 21
13   Eskil Suter Aprilia 46.26.640 32
14   Bernard Haenggeli Aprilia 46.27.449 26
15   Luis d'Antín Honda 46.28.258 29
16   Erkka Korpiaho Aprilia 46.28.516 28
17   Stefan Prein Honda 46.30.552 18
18   Adi Stadler Honda 46.41.914 27
19   Jean Pierre Jeandat Honda 46.42.900 31
20   Michele Gallina Yamaha 46.43.155 33
21   Yves Briguet Honda 1 giro 25
22   Javier Rodriguez Honda 1 giro 35

Classe 125Modifica

Seconda vittoria consecutiva per l'italiano Ezio Gianola che ha preceduto altri due connazionali, Gabriele Debbia e Fausto Gresini[1][2].

Arrivati al traguardoModifica

Pos. Pilota Moto Tempo Griglia Punti
1   Ezio Gianola Honda 43.35.994 1 20
2   Gabriele Debbia Honda 43.36.068 5 15
3   Fausto Gresini Honda 43.42.622 4 12
4   Alessandro Gramigni Aprilia 43.42.950 13 10
5   Dirk Raudies Honda 43.43.174 3 8
6   Carlos Giró Aprilia 43.43.620 8 6
7   Bruno Casanova Aprilia 43.47.232 2 4
8   Noboru Ueda Honda 44.02.125 12 3
9   Nobuyuki Wakai Honda 44.04.495 10 2
10   Jorge Martínez Honda 44.04.723 9 1
11   Hans Spaan Aprilia 44.10.735 7
12   Ralf Waldmann Honda 44.21.368 6
13   Maik Stief Aprilia 44.34.461 17
14   Juan Bautista Borja Honda 44.37.349 27
15   Manuel Hernández Aprilia 44.37.472 22
16   Alain Bronec Honda 44.41.602 25
17   Julián Miralles Honda 44.45.130 19
18   Hisashi Unemoto Honda 44.45.136 32
19   Oliver Petrucciani Honda 44.56.699 14
20   Giovanni Palmieri Gazzaniga 45.21.624 28
21   Giuseppe Fiorillo Yamaha 1 giro 35

NoteModifica

  1. ^ a b c d Gianola e Cadalora ok, paura per Capirossi, La Stampa, 1º giugno 1992. URL consultato il 27 maggio 2016.
  2. ^ a b c d (ES) Rainey sorprendiò Doohan, El Mundo Deportivo, 1º giugno 1992. URL consultato il 27 maggio 2016.

Collegamenti esterniModifica

Motomondiale - Stagione 1992
                         
   

Edizione precedente:
1991
Gran Premio motociclistico d'Europa
Altre edizioni
Edizione successiva:
1993