Apri il menu principale
Paesi Bassi GP d'Olanda 1980
323º GP della storia del Motomondiale
5ª prova su 10 del 1980
Data 28 giugno 1980
Nome ufficiale Grote Prijs van Nederland der K.N.M.V. - 50e Dutch TT
Luogo TT Circuit Assen
Percorso 7,718 km
Circuito stradale
Risultati
Classe 500
285º GP nella storia della classe
Distanza 16 giri, totale 123,480 km
Pole position Giro veloce
Paesi Bassi Jack Middelburg Stati Uniti Randy Mamola
Yamaha in 2'55.8 Suzuki
Podio
1. Paesi Bassi Jack Middelburg
Yamaha
2. Italia Graziano Rossi
Suzuki
3. Italia Franco Uncini
Suzuki
Classe 350
261º GP nella storia della classe
Distanza 16 giri
Pole position Giro veloce
Germania Anton Mang Francia Patrick Fernandez
Krauser-Kawasaki in 2'59.3 Bimota-Yamaha
Podio
1. Sudafrica Jon Ekerold
Bimota-Yamaha
2. Francia Patrick Fernandez
Bimota-Yamaha
3. Germania Anton Mang
Krauser-Kawasaki
Classe 250
291º GP nella storia della classe
Distanza 15 giri
Pole position Giro veloce
Germania Anton Mang Venezuela Carlos Lavado
Krauser-Kawasaki in 3'03.7 Yamaha
Podio
1. Venezuela Carlos Lavado
Yamaha
2. Francia Éric Saul
Yamaha
3. Germania Anton Mang
Krauser-Kawasaki
Classe 125
282º GP nella storia della classe
Distanza 14 giri
Pole position Giro veloce
Francia Guy Bertin Spagna Ángel Nieto
Motobécane in 3'13.9 Minarelli
Podio
1. Spagna Ángel Nieto
Minarelli
2. Francia Guy Bertin
Motobécane
3. Italia Loris Reggiani
Minarelli
Classe 50
149º GP nella storia della classe
Distanza 9 giri
Pole position Giro veloce
Spagna Ricardo Tormo Spagna Ricardo Tormo
Kreidler in 3'33.4 Kreidler
Podio
1. Spagna Ricardo Tormo
Kreidler
2. Svizzera Stefan Dörflinger
Kreidler
3. Italia Eugenio Lazzarini
Iprem

Il Gran Premio motociclistico d'Olanda fu il quinto appuntamento del motomondiale 1980; si è trattato della 50ª edizione del Gran Premio motociclistico d'Olanda, 32ª valida per il motomondiale dalla sua istituzione nel 1949.

Si svolse sabato 28 giugno 1980 sul circuito di Assen, e corsero tutte le classi, inclusi i sidecar. I vincitori furono Jack Middelburg in classe 500, Jon Ekerold in classe 350, Carlos Lavado in classe 250, Ángel Nieto in classe 125 e Ricardo Tormo in classe 50. La gara dei sidecar fu invece appannaggio dell'equipaggio Jock Taylor/Benga Johansson.

Indice

Classe 500Modifica

 
Middleburg festeggiato al termine della gara

Nella classe di maggior cilindrata, presente per la quarta volta nella stagione, il pilota olandese Jack Middelburg ha ottenuto il suo primo successo nel motomondiale alla guida di una Yamaha "clienti", dopo aver ottenuto anche la pole position.

Sul podio anche due piloti italiani, Graziano Rossi e Franco Uncini entrambi in sella a moto Suzuki.

Nella classifica stagionale resta in ogni caso in testa lo statunitense Kenny Roberts, ritirato in questa occasione ma già vincitore del primi 3 gran premi, che precede Graziano Rossi e Randy Mamola; quest'ultimo è arrivato al quinto posto ottenendo il giro più veloce della gara[1][2].

Arrivati al traguardoModifica

Pos Pilota Moto Tempo Griglia Punti
1   Jack Middelburg Yamaha 48'22"0 1 15
2   Graziano Rossi Suzuki + 14"0 9 12
3   Franco Uncini Suzuki + 15"8 8 10
4   Boet van Dulmen Yamaha + 29"4 10 8
5   Randy Mamola Suzuki + 29"5 3 6
6   Johnny Cecotto Yamaha + 32"8 7 5
7   Patrick Fernandez Yamaha 14 4
8   Graeme Crosby Suzuki 19 3
9   Henk de Vries Suzuki 17 2
10   Patrick Pons Yamaha 11 1
11   Jeffrey Sayle Yamaha 28
12   Willem Zoet Suzuki 15
13   Markku Matikainen Yamaha 20
14   Michel Rougerie Suzuki 22
15   Dave Potter Yamaha 23
16   Mick Grant Suzuki 24
17   Steve Parrish Suzuki 21
18   Dale Singleton Yamaha 26
19   Wil Hartog Suzuki 12

RitiratiModifica

Pilota Moto Motivo Griglia
  Philippe Coulon Suzuki 2
  Marco Lucchinelli Suzuki 4
  Kenny Roberts Yamaha 5
  Michel Frutschi Yamaha 6
  Carlo Perugini Suzuki 13
  Barry Sheene Yamaha 16
  Takazumi Katayama Suzuki 18
  Jon Ekerold Solo-Yamaha 26
  Werner Nenning Suzuki 27
  Hubert Rigal Yamaha 29
  Christian Estrosi Suzuki 30

Classe 350Modifica

Per la 350 quella nei Paesi Bassi è stata solo la terza prova del mondiale e si è imposto, per la seconda volta in stagione il pilota sudafricano Jon Ekerold a bordo di una Bimota-Yamaha mentre il suo maggior contendente per il mondiale, il venezuelano Johnny Cecotto giunge fuori dalla zona punti, in ventesima posizione. Sul podio finiscono anche il pilota francese Patrick Fernandez e il tedesco Anton Mang.

Classe 250Modifica

Nella quarto di litro, in una gara parzialmente condizionata dal maltempo, il successo è andato al venezuelano Carlos Lavado che ha preceduto il francese Éric Saul e il tedesco Anton Mang, con quest'ultimo saldamente in testa alla classifica stagionale della classe[1].

Classe 125Modifica

Lo spagnolo Ángel Nieto ottiene il secondo successo stagionale, precedendo il francese Guy Bertin e l'italiano Loris Reggiani; con il successo avvicina il capoclassifica provvisorio Pier Paolo Bianchi che è giunto al quarto posto[2].

Classe 50Modifica

Curiosamente il podio della gara è stato lo stesso della gara precedente con lo spagnolo Ricardo Tormo che ha preceduto lo svizzero Stefan Dörflinger e l'italiano Eugenio Lazzarini. Quest'ultimo, con solo altre due gare ancora in programma per la classe di minor cilindrata fa un ulteriore passo verso la conquista del titolo iridato[2].

Arrivati al traguardoModifica

Pos. Pilota Moto Tempo Griglia Punti
1   Ricardo Tormo Kreidler 33.46"0 1 15
2   Stefan Dörflinger Kreidler 33'47"2 2 12
3   Eugenio Lazzarini Iprem 34'02"9 4 10
4   Hans Spaan Kreidler 34'18"1 3 8
5   Hans-Jürgen Hummel Kreidler 34'19"6 6 6
6   Theo Timmer Bultaco 34'20"9 7 5
7   Henk van Kessel Pentax-X-16 5 4
8   Rolf Blatter Kreidler 11 3
9   Wolfgang Müller Kreidler 8 2
10   Otto Machinek Kreidler 20 1
11   Jacky Hutteau ABF 9
12   Humphrey Siegel Kreidler 17
13   Enrico Cereda Kreidler 16
14   Jan Welvaarts Kreidler 18
15   Cees van Dongen Kreidler 15
16   Günther Schirnhofer Kreidler 22
17   Rainer Scheidhauer Rupp 19
18   Bertus Grinwis Kreidler 23
19   Chris Baert Kreidler 21
20   Walter Rapolani Kreidler 25
21   Hagen Klein Horex 10
22   Bruno di Carlo MDC 29

Classe sidecarModifica

La pole position in questa classe è di Derek Jones-Brian Ayres su Ireson-Yamaha (3'08"4[3]), mentre il giro veloce in gara viene fatto segnare da Alain Michel-Michael Burkhard.

Alla partenza l'equipaggio Jones-Ayres perde posizioni, mentre in breve tempo Jock Taylor e Benga Johansson si portano in testa, controllando la gara fino al termine; sul traguardo precedono Alain Michel-Michael Burkhard e lo stesso Jones, peraltro particolarmente distanziato. Si ritirano invece gli svizzeri Rolf Biland-Kurt Waltisperg, fermati da problemi tecnici mentre erano in terza posizione[4].

In classifica Taylor passa al comando con 37 punti, davanti a Biland con 30 e a Michel con 27.

Arrivati al traguardo (posizioni a punti)[5]Modifica

Distanza: 14 giri

Pos Pilota Passeggero Moto Tempo Punti
1   Jock Taylor   Benga Johansson Windle-Yamaha 43'33"7 15
2   Alain Michel   Michael Burkhard Seymaz-Yamaha 43'36"0 12
3   Derek Jones   Brian Ayres Ireson-Yamaha 44'29"8 10
4   Egbert Streuer   Johan van der Kaap LCR-Yamaha 8
5   Werner Schwärzel   Andreas Huber ?-Yamaha 6
6   Yvan Trolliet   Denis Vernet Seymaz-Yamaha 5
7   Göte Brodin   Billy Gällros Krauser-Yamaha 4
8   Bruno Holzer   Karl Meierhans LCR-Yamaha 3
9   George O'Dell   Kenneth Williams ?-Yamaha 2
10   Mick Boddice   Chas Birks Windle-Yamaha 1

NoteModifica

  1. ^ a b LaStampa 29/06/1980 - numero 141 pagina 20, su archiviolastampa.it. URL consultato l'11 marzo 2016.
  2. ^ a b c (ES) Dia de gloria para Nieto y Tormo, El Mundo Deportivo. URL consultato l'11 marzo 2016.
  3. ^ (FR) Douche revanche de Coulon, Tribune de Lausanne - Le Matin, 28 giugno 1980, p. 21. URL consultato il 18 maggio 2017.
  4. ^ (FR) Les espoirs suisses anéantis..., Nouvelliste, 30 giugno 1980, p. 35. URL consultato il 16 febbraio 2019.
  5. ^ (FR) Tabella dei risultati su racingmemo.free, su racingmemo.free.fr. URL consultato il 29 marzo 2016.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica