Apri il menu principale

Gran Premio motociclistico d'Olanda 1984

edizione del Gran Premio motociclistico d'Olanda
Paesi Bassi GP d'Olanda 1984
376º GP della storia del Motomondiale
8ª prova su 12 del 1984
TT Circuit Assen 1984-2001.svg
Data 30 giugno 1984
Nome ufficiale Grote Prijs van Nederland der K.N.M.V. - 54e Dutch TT
Luogo TT Circuit Assen
Percorso 6,049 km
Circuito stradale
Risultati
Classe 500
332º GP nella storia della classe
Distanza 20 giri, totale 122,680 km
Pole position Giro veloce
Stati Uniti Eddie Lawson Stati Uniti Eddie Lawson
Yamaha in 2'15.94 Yamaha in 2'15"75
Podio
1. Stati Uniti Randy Mamola
Honda
2. Francia Raymond Roche
Honda
3. Stati Uniti Eddie Lawson
Yamaha
Classe 250
339º GP nella storia della classe
Distanza 18 giri, totale 110,412 km
Pole position Giro veloce
Venezuela Carlos Lavado Svizzera Jacques Cornu
Yamaha in 2'22.32 Yamaha in 2'24"39
Podio
1. Venezuela Carlos Lavado
Yamaha
2. Svizzera Jacques Cornu
Yamaha
3. Germania Manfred Herweh
Rotax
Classe 125
327º GP nella storia della classe
Distanza 16 giri, totale 98,144 km
Pole position Giro veloce
Austria August Auinger Spagna Ángel Nieto
MBA in 2'29.89 Garelli in 2'29"63
Podio
1. Spagna Ángel Nieto
Garelli
2. Italia Eugenio Lazzarini
Garelli
3. Svizzera Hans Müller
MBA
Classe 80
6º GP nella storia della classe
Distanza 12 giri, totale 73,608 km
Pole position Giro veloce
Svizzera Stefan Dörflinger Spagna Jorge Martínez
Zündapp in 2'42.03 Derbi in 2'39"98
Podio
1. Spagna Jorge Martínez
Derbi
2. Paesi Bassi Hans Spaan
HuVo-Casal
3. Germania Hubert Abold
Zündapp
Classe sidecar
229º GP nella storia della classe
Distanza 16 giri, totale 98,144 km
Pole position Giro veloce
Svizzera Rolf Biland Svizzera Rolf Biland
LCR-Yamaha LCR-Yamaha in 2'22"53
Podio
1. Svizzera Rolf Biland
LCR-Yamaha
2. Paesi Bassi Egbert Streuer
LCR-Yamaha
3. Germania Ovest Werner Schwärzel
LCR-Yamaha

Il Gran Premio motociclistico d'Olanda fu l'ottavo appuntamento del motomondiale 1984; si è trattato della 54ª edizione del Gran Premio motociclistico d'Olanda, 36ª valida per il motomondiale dalla sua istituzione nel 1949.

Si svolse sabato 30 giugno 1984 sul circuito di Assen, rinnovato e accorciato rispetto alle edizioni precedenti, e corsero tutte le classi. I vincitori delle gare in singolo furono Randy Mamola in classe 500, Carlos Lavado in classe 250, Ángel Nieto in classe 125 e Jorge Martínez in classe 80[1][2]. Tra i sidecar trionfò l'equipaggio Rolf Biland-Kurt Waltisperg.

Classe 500Modifica

Prima vittoria stagionale in classe regina per lo statunitense Randy Mamola giunto davanti al francese Raymond Roche e all'altro statunitense Eddie Lawson. Quest'ultimo, grazie anche al ritiro del maggior concorrente nella lotta al titolo, Freddie Spencer che qui vede interrotta la sua serie di tre vittorie consecutive, vede sempre più consolidata la sua posizione al vertice della classifica provvisoria, ora guidata con 27 punti di vantaggio[2].

Arrivati al traguardoModifica

Pos. Pilota Moto Tempo Griglia Punti
1   Randy Mamola Honda 45.48.88 3 15
2   Raymond Roche Honda 45.49.16 4 12
3   Eddie Lawson Yamaha 45.50.86 1 10
4   Ron Haslam Honda 46.34.49 2 8
5   Wayne Gardner Honda 46.51.40 8 6
6   Tadahiko Taira Yamaha 47.01.44 10 5
7   Gustav Reiner Suzuki 47.14.57 9 4
8   Takazumi Katayama Honda 47.21.45 16 3
9   Reinhold Roth Honda 47.27.22 23 2
10   Eero Hyvärinen Suzuki 47.34.85 14 1
11   Mark Salle Suzuki 47.39.64 15
12   Steve Parrish Yamaha 47.48.79 19
13   Keith Huewen Suzuki 47.56.90 22
14   Wolfgang von Muralt Suzuki 48.01.93 13
15   Christian Le Liard Chevallier 1 giro 25
16   Paul Lewis Suzuki 1 giro 20
17   Henk de Vries Suzuki 1 giro 27
18   Walter Migliorati Suzuki 1 giro 24
19   Lorenzo Ghiselli Suzuki 1 giro 30
20   Leandro Becheroni Suzuki 1 giro 34
21   Brett Hudson Suzuki 1 giro 32
22   Maarten Duyzers Suzuki 1 giro 35
23   Chris Guy Suzuki 2 giri 33

RitiratiModifica

Pilota Moto Motivo Griglia
  Henk van der Mark Honda 21
  Fabio Biliotti Honda 37
  Sergio Pellandini Suzuki 12
  Barry Sheene Suzuki 7
  Hervé Moineau Cagiva 17
  Didier de Radiguès Chevallier 6
  Massimo Broccoli Honda 31
  Freddie Spencer Honda 5
  Virginio Ferrari Yamaha 11
  Marco Lucchinelli Cagiva 36
  Klaus Klein Suzuki 29
  Rob Punt Suzuki 28
  Dave Petersen Suzuki 18

Classe 250Modifica

Nella quarto di litro vittoria per il venezuelano Carlos Lavado, al primo successo della stagione e che bissa il successo dell'anno precedente. Ha preceduto al traguardo lo svizzero Jacques Cornu e il tedesco Manfred Herweh.

Nella corsa al titolo della categoria resta sempre però in vantaggio il francese Christian Sarron, qui costretto al ritiro, davanti a Herweh e ad Anton Mang.

Arrivati al traguardoModifica

Pos. Pilota Moto Tempo Griglia Punti
1   Carlos Lavado Yamaha 45.23.27 1 15
2   Jacques Cornu Yamaha 45.26.17 6 12
3   Manfred Herweh Rotax 45.27.48 3 10
4   Anton Mang Yamaha 45.30.47 11 8
5   Guy Bertin MBA 45.33.39 2 6
6   Teruo Fukuda Yamaha 45.37.73 14 5
7   Siegfried Minich Yamaha 46.07.17 17 4
8   Stéphane Mertens Yamaha 46.14.28 9 3
9   Andy Watts Rotax 46.25.95 19 2
10   Karl-Thomas Grässel Yamaha 46.34.19 31 1
11   Patrick Fernandez Yamaha 46.34.83 10
12   Wayne Rainey Yamaha 46.39.27 4
13   Harald Eckl Rotax 46.42.48 23
14   Jean-Michel Mattioli Yamaha 46.50.72 21
15   Sito Pons Rotax 46.57.86 13
16   Tony Head Rotax 47.04.89 25
17   Cees Doorakkers Yamaha 47.29.14 28
18   Peter Looijesteijn Rotax 47.46.27 20
19   Tony Rogers Armstrong 1 giro 33
20   Ivan Palazzese Yamaha 1 giro 22
21   Jean-Louis Guignabodet Yamaha 1 giro 35
22   Mar Schouten Yamaha 1 giro 26
23   Martin Wimmer Yamaha 2 giri 7

Classe 125Modifica

Continua il dominio assoluto nella categoria da parte dello spagnolo Ángel Nieto che ottiene il quinto successo su cinque gare disputate, mentre il suo compagno di squadra alla Garelli, l'italiano Eugenio Lazzarini si aggiudica per la terza volta il secondo posto. Sul terzo gradino del podio lo svizzero Hans Müller.

Al pilota iberico ormai mancano pochissimi punti per la certezza matematica del titolo, mancando oltretutto solamente tre gare al termine della stagione[1].

Arrivati al traguardoModifica

Pos. Pilota Moto Tempo Griglia Punti
1   Ángel Nieto Garelli 40.42.89 3 15
2   Eugenio Lazzarini Garelli 40.42.99 2 12
3   Hans Müller MBA 40.50.97 7 10
4   Jean-Claude Selini MBA 41.00.88 8 8
5   Stefano Caracchi MBA 41.03.17 11 6
6   August Auinger MBA 41.07.89 1 5
7   Bruno Kneubühler MBA 41.26.49 6 4
8   Henk van Kessel MBA 41.27.71 19 3
9   Neil Robinson MBA 41.42.28 22 2
10   Anton Straver MBA 41.43.76 20 1
11   Ton Spek MBA 41.44.32 18
12   Alfred Waibel Waibel 41.44.63 16
13   Gerhard Waibel Real 41.55.36 15
14   Willy Pérez MBA 42.03.15 25
15   Olivier Liegeois MBA 42.18.18 23
16   Jussi Hautanimi MBA 42.31.07 30
17   Peter Balaz MBA 42.40.35 32
18   Helmut Lichtenberg MBA 42.40.56 28
19   Jan Eggens EGA 42.49.70 27
20   Tony Smith Casal 42.56.38 26
21   Jacky Hutteau MBA 43.31.97 35
22   Alojz Pavlič MBA 1 giro 33
23   Hubert Abold MBA 1 giro 21

Classe 80Modifica

Nella classe di minor cilindrata del mondiale lo spagnolo Jorge Martínez ha ottenuto la sua prima vittoria iridata, alla guida di una moto anch'essa spagnola, la Derbi. Alle sue spalle l'olandese Hans Spaan e il tedesco Hubert Abold, mentre la classifica iridata è sempre guidata dallo svizzero Stefan Dörflinger ritiratosi in questa occasione[1].

Arrivati al traguardoModifica

Pos. Pilota Moto Tempo Griglia Punti
1   Jorge Martínez Derbi 32.30.80 5 15
2   Hans Spaan Huvo-Casal 32.30.96 2 12
3   Hubert Abold Zündapp 32.50.34 10 10
4   Gerhard Waibel Real 33.03.37 6 8
5   Willem Heykoop Huvo-Casal 33.05.36 3 6
6   Pier Paolo Bianchi Huvo-Casal 33.09.19 4 5
7   George Looijesteijn Casal 33.50.71 9 4
8   Hans Müller Sachs 33.50.72 7 3
9   Theo Timmer Casal 33.51.17 8 2
10   Paul Rimmelzwaan Harmsen 34.14.96 11 1
11   Zdravko Matulja Tomos 34.33.40 19
12   Hans Koopman Kreidler 34.41.97 13
13   Bertus Grinwis Casal 34.42.16 18
14   Bernd Rossbach Casal 34.42.73 22
15   Aad Wijsman Harmsen 34.57.66 14
16   Jos van Dongen Sachs 35.14.61 25
17   Bert Smit BZ 35.26.71 16
18   Johann Auer Eberhardt 1 giro 21
19   Chris Baert Eberhardt 1 giro 15
20   Serge Julin Casal 1 giro 12
21   Eico Rispens Ripens 1 giro 23
22   Reiner Koster Casal 1 giro 30
23   Günter Schirnhofer Honda 1 giro 28
24   Mika-Sakari Komu Eberhardt 2 giri 31
25   Inge Arends Jas 2 giri 32

RitiratiModifica

Pilota Moto Motivo Griglia
  Stefan Dörflinger Zündapp 1
  Gerhard Bauer Ziegler 24
  Otto Machinek Kreidler 20
  Rainer Kunz FKN 17
  Hans Hummel Hummel 26
  Thomas Engl Sachs 29

Classe sidecarModifica

 
Una fase del duello tra Biland/Waltisperg (n. 1) e Streuer/Schnieders (n. 2)
 
La festa sul podio

In una corsa condizionata dalla pioggia i campioni in carica svizzeri Rolf Biland-Kurt Waltisperg si impongono dopo un duello sull'equipaggio di casa Egbert Streuer-Bernard Schnieders; gli olandesi restano comunque saldamente al comando della classifica, grazie anche al ritiro in questa gara di quelli che finora erano i principali avversari, Alain Michel-Jean-Marc Fresc[3][4].

A tre GP dal termine della stagione la graduatoria vede Streuer a 52 punti, Werner Schwärzel ora secondo a 38, Michel a 32 e Biland a 30.

Arrivati al traguardo (posizioni a punti)[5]Modifica

Pos Pilota Passeggero Moto Tempo Punti
1   Rolf Biland   Kurt Waltisperg LCR-Yamaha 38'44"58 15
2   Egbert Streuer   Bernard Schnieders LCR-Yamaha 38'46"11 12
3   Werner Schwärzel   Andreas Huber LCR-Yamaha 39'29"45 10
4   Steve Abbott   Shaun Smith Windle-Yamaha 39'39"22 8
5   Markus Egloff   Urs Egloff LCR-Yamaha 40'37"35 6
6   Dennis Bingham   Julia Bingham LCR-Yamaha 40'50"46 5
7   Alfred Zurbrügg   Martin Zurbrügg LCR-Yamaha 41'08"61 4
8   Masato Kumano   Helmut Diehl LCR-Yamaha 41'09"22 3
9   Hans-Rudi Christinat   Markus Fährni LCR-Yamaha +1 giro 2
10   Graham Gleeson   Kurt Rothenbühler Windle-Yamaha 1

NoteModifica

  1. ^ a b c (ES) "Aspar" y "Derbi" lo conseguirono, El Mundo Deportivo, 1º luglio 1984. URL consultato il 21 aprile 2016.
  2. ^ a b Inutile sprint di Mamola, La Stampa, 1º luglio 1984. URL consultato il 21 aprile 2016.
  3. ^ (FR) J. Cornu tout près d'un premier succès, La Liberté, 2 luglio 1984, p. 23. URL consultato il 18 febbraio 2019.
  4. ^ (NL) Assen van race tot race, Nieuwsblad van het Noorden, 2 luglio 1984, p. 14. URL consultato il 9 novembre 2017.
  5. ^ (FR) Tabella dei risultati su racingmemo.free, su racingmemo.free.fr. URL consultato il 3 giugno 2016.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica