Apri il menu principale

Gran Premio motociclistico del Giappone 1965

Giappone GP del Giappone 1965
147º GP della storia del Motomondiale
13ª prova su 13 del 1965
Data 24 ottobre 1965
Nome ufficiale 4° GP del Giappone
Luogo Circuito di Suzuka
Percorso 6,004 km
Circuito permanente
Risultati
Classe 350
116º GP nella storia della classe
Distanza 25 giri, totale 150,100 km
Pole position Giro veloce
Regno Unito Mike Hailwood
MV Agusta
Podio
1. Regno Unito Mike Hailwood
MV Agusta
2. Rhodesia Meridionale Jim Redman
Honda
3. Giappone Isamu Kasuya
Honda
Classe 250
123º GP nella storia della classe
Distanza 24 giri, totale 144,096 km
Pole position Giro veloce
Regno Unito Mike Hailwood
Honda in 2' 31" 2 a 142,950 km/h
Podio
1. Regno Unito Mike Hailwood
Honda
2. Giappone Isamu Kasuya
Honda
3. Regno Unito Bill Ivy
Yamaha
Classe 125
121º GP nella storia della classe
Distanza 20 giri, totale 120,080 km
Pole position Giro veloce
Svizzera Luigi Taveri
Honda in 2' 34" 3 a 140,080 km/h
Podio
1. Nuova Zelanda Hugh Anderson
Suzuki
2. Svizzera Luigi Taveri
Honda
3. Irlanda del Nord Ralph Bryans
Honda
Classe 50
35º GP nella storia della classe
Distanza 14 giri, totale 84,056 km
Pole position Giro veloce
Nuova Zelanda Hugh Anderson
Suzuki in 2' 46" 2 a 130,050 km/h
Podio
1. Svizzera Luigi Taveri
Honda
2. Irlanda del Nord Ralph Bryans
Honda
3. Giappone Mitsuo Itoh
Suzuki

Il Gran Premio motociclistico del Giappone fu l'ultimo appuntamento del motomondiale 1965.

Si svolse il 23 e 24 ottobre 1965 sul circuito di Suzuka. Erano in programma le classi 50, 125, 250 e 350 (sabato 23 125 e 350, alla presenza di 15.000 spettatori; domenica 24 50 e 250, alla presenza di 85.000 spettatori).

La 125 vide il debutto della nuova Honda 5 cilindri, che fu a lungo in testa con Luigi Taveri prima di lasciare via libera alla Suzuki di Hugh Anderson.

In 350 la lotta tra Giacomo Agostini e Jim Redman per il titolo premiò il rhodesiano (secondo al traguardo), mentre Agostini, attardato da problemi d'accensione, terminò la gara al quinto posto.

Ralph Bryans, secondo nella gara della 50 dietro a Taveri, si aggiudicò il titolo di Campione del Mondo della categoria, primo nordirlandese a vincere un titolo mondiale.

In 250, vittoria per Mike Hailwood, ritornato in sella ad una Honda dopo quattro anni. Redman non partì per problemi fisici.

Classe 350Modifica

Arrivati al traguardoModifica

Pos. Pilota Moto Tempo Punti
1   Mike Hailwood MV Agusta 1h 03' 32" 2 8
2   Jim Redman Honda +10" 1 6
3   Isamu Kasuya Honda 4
4   Isao Yamashita Honda 3
5   Giacomo Agostini MV Agusta 2
6   Bill Smith Honda 1

Classe 250Modifica

Arrivati al traguardoModifica

Pos. Pilota Moto Tempo Punti
1   Mike Hailwood Honda 1h 01' 49" 1 8
2   Isamu Kasuya Honda +1' 32" 8 6
3   Bill Ivy Yamaha +1' 56" 5 4
4   Gosuke Yamashita Honda +2' 27" 5 3
5   Hiroshi Hasegawa Yamaha 2

Classe 125Modifica

Arrivati al traguardoModifica

Pos. Pilota Moto Tempo Punti
1   Hugh Anderson Suzuki 52' 19" 2 8
2   Luigi Taveri Honda +14" 5 6
3   Ralph Bryans Honda 4
4   Bill Ivy Yamaha 3
5   Yasuharu Yuzawa Honda 2
6   Hironori Matsushima Yamaha 1
7   Frank Perris Suzuki

Classe 50Modifica

Arrivati al traguardoModifica

Pos. Pilota Moto Tempo Punti
1   Luigi Taveri Honda 39' 23" 3 8
2   Ralph Bryans Honda +0" 1 6
3   Mitsuo Itoh Suzuki +22" 2 4
4   Hans-Georg Anscheidt Suzuki +37" 9 3
5   Michio Ichino Suzuki 2
6   Akira Itoh Honda 1
7   K. Itoh Bridgestone

Fonti e bibliografiaModifica

Collegamenti esterniModifica