Apri il menu principale

Gran Premio motociclistico della Malesia 1991

Malaysia GP della Malesia 1991
479º GP della storia del Motomondiale
15ª prova su 15 del 1991
Shah Alam Circuit.svg
Data 29 settembre 1991
Luogo Circuito di Shah Alam
Percorso 3,505 km
Circuito permanente
Risultati
Classe 500
434º GP nella storia della classe
Distanza 35 giri, totale 122,675 km
Pole position Giro veloce
Stati Uniti John Kocinski Stati Uniti John Kocinski
Yamaha in 1:24.903 Yamaha in 1:25.100
Podio
1. Stati Uniti John Kocinski
Yamaha
2. Australia Wayne Gardner
Honda
3. Australia Michael Doohan
Honda
Classe 250
441º GP nella storia della classe
Distanza 29 giri, totale 101,645 km
Pole position Giro veloce
Spagna Carlos Cardús Italia Luca Cadalora
Honda in 1:27.594 Honda in 1:45.375
Podio
1. Italia Luca Cadalora
Honda
2. Spagna Carlos Cardús
Honda
3. Germania Helmut Bradl
Honda
Classe 125
412º GP nella storia della classe
Distanza 29 giri, totale 101,645 km
Pole position Giro veloce
Giappone Kazuto Sakata Giappone Nobuyuki Wakai
Honda in 1:33.597 Honda in 1:33.172
Podio
1. Italia Loris Capirossi
Honda
2. Giappone Kazuto Sakata
Honda
3. Giappone Nobuyuki Wakai
Honda

Il Gran Premio motociclistico della Malesia 1991 è stata la quindicesima nonché ultima prova del motomondiale 1991, siè trattato anche della prima edizione del Gran Premio motociclistico della Malesia.

Si è svolto il 29 settembre 1991 sul Circuito di Shah Alam e ha visto le vittorie di John Kocinski in classe 500, di Luca Cadalora in classe 250 e di Loris Capirossi in classe 125[1].

Classe 500Modifica

Solo 17 gli iscritti al gran premio, anche perché il fresco campione mondiale Wayne Rainey e Kevin Schwantz sono assenti a causa di cadute occorse la settimana precedente nelle prove preliminari del nuovo circuito.

Solo 14 piloti sono giunti al traguardo, con la vittoria dello statunitense John Kocinski, al primo successo in carriera nella classe regina, davanti ai due piloti australiani Wayne Gardner e Michael Doohan.

Arrivati al traguardoModifica

Pos. Pilota Moto Tempo Griglia Punti
1   John Kocinski Yamaha 50.05.945 1 20
2   Wayne Gardner Honda 50.12.090 2 17
3   Michael Doohan Honda 50.27.623 3 15
4   Juan Garriga Yamaha 50.45.033 4 13
5   Kevin Magee Yamaha 50.47.465 7 11
6   Niall Mackenzie Yamaha 51.07.449 8 10
7   Adrien Morillas Yamaha 51.31.296 11 9
8   Didier de Radiguès Suzuki 51.31.857 10 8
9   Marco Papa Cagiva 2 giri 13 7
10   Cees Doorakkers Honda 2 giri 14 6
11   Hans Becker Yamaha 2 giri 15 5
12   Eddie Laycock Yamaha 2 giri 12 4
13   Josef Doppler Yamaha 3 giri 16 3
14   Nicholas Schmassmann Honda 4 giri 17 2

RitiratiModifica

Pilota Moto Motivo Griglia
  Doug Chandler Yamaha 6
  Jean-Philippe Ruggia Yamaha 5
  Sito Pons Honda 9

Classe 250Modifica

Anche nella classe intermedia il numero dei partecipanti è stato abbastanza ridotto, con solo 22 piloti presenti e 17 giunti al traguardo. La vittoria con un minimo distacco è stata del neo campione del mondo Luca Cadalora che ha preceduto di pochi millesimi lo spagnolo Carlos Cardús; al terzo posto e contemporaneamente al secondo posto della classifica generale è giunto il tedesco Helmut Bradl[1].

Arrivati al traguardoModifica

Pos. Pilota Moto Tempo Griglia Punti
1   Luca Cadalora Honda 42.51.766 2 20
2   Carlos Cardús Honda 42.51.840 1 17
3   Helmut Bradl Honda 43.07.979 3 15
4   Loris Reggiani Aprilia 43.12.824 7 13
5   Martin Wimmer Suzuki 43.13.363 8 11
6   Àlex Crivillé Honda 43.13.538 14 10
7   Alberto Puig Yamaha 43.45.912 12 9
8   Pierfrancesco Chili Aprilia 43.46.336 6 8
9   Jean Pierre Jeandat Honda 43.53.063 11 7
10   Katsuyoshi Kozono Honda 43.53.367 13 6
11   Renzo Colleoni Aprilia 43.53.589 10 5
12   Jochen Schmid Honda 43.55.207 9 4
13   Bernard Haenggeli Aprilia 43.58.738 17 3
14   Stefan Prein Honda 44.06.863 15 2
15   Harald Eckl Aprilia 1 giro 19 1
16   Corrado Catalano Honda 1 giro 20
17   Ian Newton Honda 1 giro 22

Classe 125Modifica

Nella gara della minore cilindrata si è imposto il neo campione del mondo Loris Capirossi che ha preceduto due piloti giapponesi, Kazuto Sakata e Nobuyuki Wakai.

Arrivati al traguardoModifica

Pos. Pilota Moto Tempo Griglia Punti
1   Loris Capirossi Honda 41.00.464 3 20
2   Kazuto Sakata Honda 41.01.361 1 17
3   Nobuyuki Wakai Honda 41.01.662 2 15
4   Fausto Gresini Honda 41.07.841 8 13
5   Gabriele Debbia Aprilia 41.09.910 13 11
6   Adi Stadler JJ Cobas 41.14.775 14 10
7   Noboru Ueda Honda 41.17.852 9 9
8   Dirk Raudies Honda 41.18.389 12 8
9   Koji Takada Honda 41.27.187 4 7
10   Kin'ya Wada Honda 41.27.831 10 6
11   Bruno Casanova Honda 41.27.842 5 5
12   Hans Spaan Honda 41.27.852 11 4
13   Maurizio Vitali Gazzaniga 41.28.980 7 3
14   Arie Molenaar Honda 41.45.204 20 2
15   Oliver Petrucciani Aprilia 41.45.838 17 1
16   Peter Galvin Honda 41.47.024 19
17   Robin Appleyard Honda 42.29.310 21

RitiratiModifica

Pilota Moto Motivo Griglia
  Hisashi Unemoto Honda 18
  Jorge Martínez JJ Cobas 6
  Heinz Lüthi Honda 16
  Serafino Foti Honda 22
  Emilio Cuppini Gazzaniga 15

Non partitoModifica

Pilota Moto Motivo Griglia
  Alessandro Gramigni Aprilia 23

NoteModifica

  1. ^ a b (ES) Cardus lucha hasta el limite, El Mundo Deportivo, 30 settembre 1991. URL consultato il 6 luglio 2016.

Collegamenti esterniModifica