Gran Premio motociclistico della Malesia 1993

Malaysia GP della Malesia 1993
494º GP della storia del Motomondiale
2ª prova su 14 del 1993
Shah Alam Circuit.svg
Data 4 aprile 1993
Nome ufficiale Malaysia Grand Prix '93
Luogo Circuito di Shah Alam
Percorso 3,505 km
Risultati
Classe 500
449º GP nella storia della classe
Distanza 31 giri, totale 108,655 km
Pole position Giro veloce
Stati Uniti Kevin Schwantz Stati Uniti Wayne Rainey
Suzuki in 1:25.533 Yamaha in 1:26.206
Podio
1. Stati Uniti Wayne Rainey
Yamaha
2. Australia Daryl Beattie
Honda
3. Stati Uniti Kevin Schwantz
Suzuki
Classe 250
456º GP nella storia della classe
Distanza 29 giri, totale 101,645 km
Pole position Giro veloce
Italia Loris Capirossi Giappone Nobuatsu Aoki
Honda in 1:27.229 Honda in 1:27.415
Podio
1. Giappone Nobuatsu Aoki
Honda
2. Giappone Tetsuya Harada
Yamaha
3. Giappone Tadayuki Okada
Honda
Classe 125
427º GP nella storia della classe
Distanza 29 giri, totale 101,645 km
Pole position Giro veloce
Germania Dirk Raudies Germania Dirk Raudies
Honda in 1:31.951 Honda in 1:32.821
Podio
1. Germania Dirk Raudies
Honda
2. Giappone Kazuto Sakata
Honda
3. Giappone Takeshi Tsujimura
Honda

Il Gran Premio motociclistico della Malesia 1993 fu il secondo Gran Premio della stagione e si disputò il 4 aprile 1993 sul circuito di Shah Alam.

Nella classe 500 fu Wayne Rainey su Yamaha a tagliare il traguardo in prima posizione, davanti alla Honda di Daryl Beattie e alla Suzuki di Kevin Schwantz, partito in prima posizione. Luca Cadalora, rimasto fermo in griglia all'inizio del giro di ricognizione con il motore spento, venne colpito da Jeremy McWilliams; nessuno dei due riuscì a prendere il via alla gara.[1]

Nella classe 250 la procedura di partenza fu eseguita due volte: infatti si era reso necessario annullare la prima a causa di un errore del direttore di gara, che aveva fatto scattare in contemporanea la luce rossa e quella verde del semaforo provocando anche confusione tra i piloti; nel corso del primo giro quindi venne esposta la bandiera rossa e più tardi la gara venne fatta ripartire regolarmente.[2] Alla fine la vittoria andò a Nobuatsu Aoki, al primo successo nel motomondiale, davanti a Tetsuya Harada e Loris Capirossi, partito in pole position; tuttavia quest'ultimo dopo la gara, insieme ad altri piloti di tutte e tre le classi, subì una penalità di un minuto sul tempo di gara per aver anticipato la partenza e dovette retrocedere in 12ª posizione; pertanto il podio fu completato da un terzo giapponese, Tadayuki Okada.[1]

Nella classe 125 vinse per la seconda volta su due gare Dirk Raudies, partito dalla pole, il quale giunse all'arrivo davanti a Kazuto Sakata e Takeshi Tsujimura.

Classe 500Modifica

Arrivati al traguardoModifica

Pos. Pilota Squadra Motocicletta Giri Tempo Griglia Punti
1   Wayne Rainey Marlboro Team Roberts Yamaha 31 44:54.102 3 25
4   Daryl Beattie Rothmans Honda Honda 31 +6.145 2 20
34   Kevin Schwantz Lucky Strike Suzuki Suzuki 31 +18.367 1 16
2   Mick Doohan Rothmans Honda Honda 31 +20.973 5 13
8   Àlex Crivillé Marlboro Honda Pons Honda 31 +21.715 4 11
6   Shin'ichi Itō HRC Rothmans Honda Honda 31 +29.770 6 10
9   Alex Barros Lucky Strike Suzuki Suzuki 31 +32.602 7 9
11   Niall Mackenzie Valvoline Team WCM ROC Yamaha 31 +1:04.514 9 8
5   Doug Chandler Cagiva Team Agostini Cagiva 31 +1:15.848 10 7
10º 12   Mat Mladin Cagiva Team Agostini Cagiva 30 +1 giro 11 6
11º 21   Laurent Naveau Euro Team ROC Yamaha 30 +1 giro 17 5
12º 28   John Reynolds Padgett's Motorcycles Harris Yamaha 30 +1 giro 14 4
13º 30   Juan López Mella Lopez Mella Racing ROC Yamaha 30 +1 giro 13 3
14º 29   Sean Emmett Shell Team Harris Harris Yamaha 30 +1 giro 21 2
15º 27   Renzo Colleoni Team Elit ROC Yamaha 30 +1 giro 22 1
16º 36   Lucio Pedercini Team Pedercini ROC Yamaha 30 +1 giro 24
17º 16   Michael Rudroff Rallye Sport Harris Yamaha 30 +1 giro 23
18º 23   Serge David Team ROC ROC Yamaha 30 +1 giro 15
19º 24   Cees Doorakkers Doorakkers Racing Harris Yamaha 30 +1 giro 25
20º 25   Thierry Crine Ville de Paris ROC Yamaha 30 +1 giro 27
21º 33   Andreas Meklau Austrian Racing Company ROC Yamaha 30 +1 giro 28
22º 31   Bruno Bonhuil MTD Objectif 500 ROC Yamaha 30 +1 giro 26
23º 13   Toshiyuki Arakaki Team ROC ROC Yamaha 30 +1 giro[3] 18
24º 22   Kevin Mitchell MBM Racing Harris Yamaha 30 +1 giro[3] 20
25º 35   Jean Luc Romanens Argus Racing ROC Yamaha 29 +2 giri 32
26º 44   Allan Scott Team Harris Harris Yamaha 29 +2 giri 30

RitiratiModifica

Pilota Squadra Motocicletta Giri Griglia
32   José Kuhn[3] Euromoto ROC Yamaha 13 19
15   Tsutomu Udagawa Team Udagawa ROC Yamaha 8 29
18   Bernard Garcia Yamaha Motor France ROC Yamaha 7 12
14   Marco Papa Librenti Corse Librenti 6 31

Non partitiModifica

Pilota Squadra Motocicletta Griglia
7   Luca Cadalora Marlboro Team Roberts Yamaha 8
20   Jeremy McWilliams Millar Racing Yamaha 16

Classe 250Modifica

Arrivati al traguardoModifica

Pos Pilota Moto Giri Tempo Griglia Punti
1 14   Nobuatsu Aoki Honda 29 42:36.014 3 25
2 31   Tetsuya Harada Yamaha 29 +0.327 4 20
3 18   Tadayuki Okada Honda 29 +4.155 6 16
4 10   Doriano Romboni Honda 29 +17.065 7 13
5 19   John Kocinski Suzuki 29 +17.284 8 11
6 4   Helmut Bradl Honda 29 +28.439 9 10
7 13   Loris Reggiani Aprilia 29 +34.492 14 9
8 6   Alberto Puig Honda 29 +39.311 16 8
9 3   Pierfrancesco Chili Yamaha 29 +46.177 13 7
10 34   Luis d'Antín Honda 29 +56.627 18 6
11 28   Adrian Bosshard Honda 29 +1:00.545 15 5
12 65   Loris Capirossi Honda 29 +1:03.963[3] 1 4
13 24   Patrick van den Goorbergh Aprilia 29 +1:05.482 24 3
14 16   Andreas Preining Aprilia 29 +1:10.361 23 2
15 20   Eskil Suter Aprilia 29 +1:14.488 20 1
16 44   Jean-Michel Bayle Aprilia 29 +1:14.674 19
17 5   Max Biaggi Honda 29 +1:15.699[3] 5
18 8   Carlos Cardús Honda 29 +1:22.831[3] 2
19 17   Jean-Philippe Ruggia Aprilia 29 +1:58.018[3] 11
20 25   Jurgen van den Goorbergh Aprilia 28 +1 giro 28
21 22   Luis Maurel Aprilia 28 +1 giro 31
22 26   Bernd Kassner Aprilia 28 +1 giro 30
23 23   Bernard Haenggeli Aprilia 28 +1 giro 21
24 48   Shahrun Nizam Yamaha 28 +1 giro 33
25 32   Volker Bähr Honda 28 +1 giro 34
26 43   Massimo Pennacchioli Honda 28 +1 giro 35

RitiratiModifica

Pilota Moto Giri Griglia
7   Jochen Schmid[3] Yamaha 25 12
27   Frédéric Protat Aprilia 24 25
30   Juan Borja Honda 14 29
49   Veng Kit Tong Honda 13 36
12   Gabriele Debbia Honda 8 32
15   Nobuyuki Wakai Suzuki 6 26
11   Wilco Zeelenberg[3] Aprilia 1 10

Non partitiModifica

Pilota Moto Griglia
21   Paolo Casoli Gilera 17
39   Alessandro Gramigni Gilera 22
51   Jean Pierre Jeandat Aprilia 27

Classe 125Modifica

Arrivati al traguardoModifica

Pos Pilota Moto Giri Tempo Griglia Punti
1 5   Dirk Raudies Honda 29 45:16.181 1 25
2 8   Kazuto Sakata Honda 29 +7.743 2 20
3 36   Takeshi Tsujimura Honda 29 +10.188 7 16
4 7   Noboru Ueda Honda 29 +11.779 6 13
5 3   Ralf Waldmann Aprilia 29 +15.188 9 11
6 32   Masafumi Ono Honda 29 +20.120 13 10
7 14   Oliver Koch Honda 29 +23.945 5 9
8 2   Fausto Gresini Honda 29 +28.079 12 8
9 12   Herri Torrontegui Aprilia 29 +28.259 11 7
10 6   Jorge Martínez Honda 29 +41.178 10 6
11 24   Haruchika Aoki Honda 29 +46.397 14 5
12 15   Oliver Petrucciani Aprilia 29 +57.480 15 4
13 33   Stefan Prein Honda 29 +1:08.723 20 3
14 28   Luigi Ancona Honda 29 +1:20.506 23 2
15 29   Arie Molenaar Honda 29 +2:27.884[3] 22 1
16 21   Stefan Kurfiss Aprilia 28 +1 giro 21
17 37   Manfred Geissler Aprilia 28 +1 giro 25

RitiratiModifica

Pilota Moto Giri Griglia
16   Ezio Gianola Honda 28 17
25   Neil Hodgson Honda 19 29
20   Manfred Baumann Honda 18 27
43   Manuel Hernández Aprilia 18 19
34   Stefano Caracchi Rumi 14 31
23   Maik Stief Honda 13 24
35   Loek Bodelier Honda 12 16
17   Akira Saitō Honda 8 8
9   Carlos Giró Aprilia 6 4
19   Kin'ya Wada Honda 5 3
22   Lucio Cecchinello Gazzaniga 4 30
31   Garry McCoy Aprilia 4 26
27   Julián Miralles Honda 3 18
10   Hans Spaan Rumi 0 28

Non partitoModifica

Pilota Moto Griglia
30   Giovanni Palmieri Aprilia 32

NoteModifica

  1. ^ a b L'Italmoto con le ruote a terra, Corriere della Sera, 5 aprile 1993, p. 35 (archiviato dall'url originale il 5 novembre 2015).
  2. ^ (ES) Tiranía de los 'samurais' en el cuarto de litro, El Mundo Deportivo, 5 aprile 1993, p. 41.
  3. ^ a b c d e f g h i j Un minuto di penalità per falsa partenza.

Collegamenti esterniModifica

Motomondiale - Stagione 1993
                           
   

Edizione precedente:
1992
Gran Premio motociclistico della Malesia
Altre edizioni
Edizione successiva:
1994