Apri il menu principale

Gran Premio motociclistico di Cecoslovacchia 1980

Cecoslovacchia GP di Cecoslovacchia 1980
327º GP della storia del Motomondiale
9ª prova su 10 del 1980
Masaryk brno circuit map.png
Data 17 agosto 1980
Nome ufficiale 30° GP di Cecoslovacchia
Luogo Circuito di Brno
Percorso 10,925 km
Circuito stradale
Risultati
Classe 350
263º GP nella storia della classe
Distanza 13 giri, totale 142,025 km
Pole position Giro veloce
Germania Anton Mang Germania Anton Mang
Krauser-Kawasaki Krauser-Kawasaki in 3' 48" 150
Podio
1. Germania Anton Mang
Krauser-Kawasaki
2. Francia Jean-François Baldé
Kawasaki
3. Australia Jeffrey Sayle
Yamaha
Classe 250
295º GP nella storia della classe
Distanza 11 giri, totale 120,175 km
Pole position Giro veloce
Germania Anton Mang Germania Anton Mang
Krauser-Kawasaki Krauser-Kawasaki in 3' 50" 940
Podio
1. Germania Anton Mang
Krauser-Kawasaki
2. Sudafrica Kork Ballington
Kawasaki
3. Francia Jean-François Baldé
Kawasaki
Classe 125
286º GP nella storia della classe
Distanza 11 giri, totale 120,175 km
Pole position Giro veloce
Spagna Ángel Nieto Francia Guy Bertin
Minarelli Motobécane in 4' 06" 670
Podio
1. Francia Guy Bertin
Motobécane
2. Italia Maurizio Massimiani
Minarelli
3. Austria Hans Müller
MBA
Classe sidecar
198º GP nella storia della classe
Pole position Giro veloce
Francia Alain Michel Svizzera Rolf Biland
Seymaz-Yamaha LCR-Yamaha
Podio
1. Svizzera Rolf Biland
LCR-Yamaha
2. Francia Alain Michel
Seymaz-Yamaha
3. Svizzera Bruno Holzer
LCR-Yamaha

Il Gran Premio motociclistico di Cecoslovacchia fu il nono e penultimo appuntamento del motomondiale 1980, nonché la 16ª edizione del Gran Premio della Cecoslovacchia valido per il motomondiale.

Si svolse il 17 agosto 1980 a Brno e corsero le classi 125, 250, 350 e sidecar. Giornata quasi trionfale per il pilota tedesco Anton Mang che è riuscito ad ottenere pole position, giro più veloce e vittoria sia in 250 che in 350.

Nella 125 vittoria del pilota francese Guy Bertin e titolo iridato assegnato matematicamente all'italiano Pier Paolo Bianchi; tra i sidecar vince l'equipaggio Rolf Biland-Kurt Waltisperg.

Indice

Classe 350Modifica

Grazie alla vittoria nel gran premio, seconda consecutiva dopo quella ottenuta in Gran Bretagna, e al contemporaneo decimo posto ottenuto da Jon Ekerold, il tedesco Anton Mang raggiunge il primo posto ex aequo nella classifica provvisoria stagionale e per l'assegnazione del titolo bisognerà attendere l'ultima gara dell'anno.

Alle sue spalle sul podio arrivano il francese Jean-François Baldé e l'australiano Jeffrey Sayle[1].

Arrivati al traguardoModifica

Pos. Pilota Moto Tempo Griglia Punti
1   Anton Mang Krauser-Kawasaki 49'00"7 1 15
2   Jean-François Baldé Kawasaki 49'55"2 4 12
3   Jeffrey Sayle Yamaha 50'07"9 19 10
4   Jacques Cornu Yamaha 50'08"2 9 8
5   Jacques Bolle Yamaha 50'16"2 8 6
6   Tony Head Yamaha 50'43"2 10 5
7   Loris Reggiani Bimota-Yamaha 50'51"0 29 4
8   Massimo Matteoni Bimota-Yamaha 50'51"3 23 3
9   Carlos Lavado Bimota-Yamaha 50'56"4 24 2
10   Jon Ekerold Bimota-Yamaha 50'56"7 2 1
11   Éric Saul Bimota-Yamaha 51'07"2 6
12   Ernst Fagerer Yamaha 51'08"7 18
13   Eero Hyvärinen Yamaha 51'13"1 20
14   Graeme McGregor Yamaha 51'13"5 22
15   Siegfried Minich Yamaha 51'18"49 11
16   Roland Kopf Yamaha 51'47"3 30
17   Yoshimasa Matsumoto Yamaha 51'58"8 31
18   René Delaby Yamaha 52'23"44 17
19   Murray Sayle Yamaha 52'43"8 34
20   Reino Eskelinen Yamaha 52'45"2 32
21   Armand Gras Yamaha 52'50"2 40
22   Didier de Radiguès Yamaha +1 giro 38
23   Alain Röthlisberger Yamaha +2 giri 28

RitiratiModifica

Pilota Moto Motivo Griglia
  Walter Villa Adriatica-Yamaha 7
  Johnny Cecotto Bimota-Yamaha 3
  Pekka Nurmi Yamaha 15
  János Drapál Yamaha 14
  Roland Freymond Bimota-Yamaha 5
  Gustav Reiner Yamaha 21
  Thierry Espié Bimota-Yamaha 12
  Reinhold Roth Yamaha 25
  Chas Mortimer Yamaha 35
  Keith Huewen Yamaha 27
  Bohumil Staša Yamaha 33
  Tony Rogers Yamaha 39
  Edi Stöllinger Kawasaki 26
  Hervé Guilleux BUT 37
  Peter Balaz Yamaha 36

Classe 250Modifica

Con il titolo già assegnato matematicamente da due gare, il nuovo campione mondiale Anton Mang ha ottenuto anche la quarta vittoria stagionale, precedendo sul traguardo il sudafricano Kork Ballington e il francese Jean-François Baldé.

Arrivati al traguardoModifica

Pos. Pilota Moto Tempo Griglia Punti
1   Anton Mang Krauser-Kawasaki 43'01"0 1 15
2   Kork Ballington Kawasaki 43'20"5 2 12
3   Jean-François Baldé Kawasaki 43'48"5 4 10
4   Roland Freymond Ad Maiora 43'49"3 8 8
5   Hans Müller Yamaha 44'14"6 3 6
6   Thierry Espié Yamaha 44'15"0 10 5
7   Edi Stöllinger Kawasaki 44'15"5 13 4
8   André Gouin Yamaha 44'16"0 18 3
9   Walter Villa Yamaha 44'16"5 17 2
10   Jean-Louis Tournadre Yamaha 44'30"6 15 1
11   Jean-Marc Toffolo Yamaha 44'31"1 6
12   Chas Mortimer Cotton-Rotax 44'35"6 28
13   René Delaby Yamaha 44'40"0 22
14   Siegfried Minich Yamaha 44'40"6 23
15   Jean-Louis Guignabodet Kawasaki 44'41"7 27
16   Alain Béraud Yamaha 44'46"5 11
17   Eero Hyvärinen Yamaha 45'09"2 24
18   Stefan Klabacher Kawasaki 45'10"1 29
19   Roland Kopf Yamaha 45'11"0 34
20   Tony Head Yamaha 45'16"6 30
21   Jean-Jacques Peyre Yamaha 45'18"2 31
22   Klaas Hernamdt Yamaha 45'32"3 36
23   Olivier Liegeois Yamaha 45'51"2 32
24   Bruno Lüscher Yamaha 45'56"1 25
25   Thierry Laurens Yamaha 46'04"8 37
26   Guy Batesti Yamaha 46'16"3 39
27   Fernando González de Nicolás Yamaha +1 giro 40

Classe 125Modifica

Grazie al ritiro dello spagnolo Ángel Nieto, al pilota italiano Pier Paolo Bianchi è bastato il quinto posto in gara per raggiungere la matematica certezza del titolo iridato della categoria. Nella gara si è imposto il francese Guy Bertin che ha preceduto l'italiano Maurizio Massimiani (appena ingaggiato dalla Minarelli) e l'austriaco Hans Müller.

Arrivati al traguardoModifica

Pos. Pilota Moto Tempo Griglia Punti
1   Guy Bertin Motobécane 46'00"5 4 15
2   Maurizio Massimiani Minarelli 46'00"6 3 12
3   Hans Müller MBA 46'07"2 2 10
4   Bruno Kneubühler MBA 46'09"9 5 8
5   Pier Paolo Bianchi MBA 46'36"1 6 6
6   János Drapál Morbidelli 46'36"6 10 5
7   Harald Bartol MBA 46'49"3 9 4
8   Ivan Palazzese MBA 47'05"5 8 3
9   Rolf Blatter MBA 47'15"0 17 2
10   Stefan Dörflinger Morbidelli 47'30"0 11 1
11   Walter Koschine MBA 47'36"3 13
12   Michel Galbit MBA 48'06"3 21
13   Hans-Jürgen Hummel MBA 48'09"5 23
14   Martin van Soest MBA 48'10"1 24
15   Fernando González de Nicolás MBA 48'45"8 32
16   Alfred Waibel MBA 48'46"1 22
17   Hagen Klein Hess 48'53"1 18
18   Chris Baert MBA 48'54"2 35
19   Johnny Wickström Morbidelli 48'56"2 25
20   Per-Edvard Carlsson MBA 48'59"6 29
21   Stefan Janssen Morbidelli 49'18"3 20
22   Italo Zerbini MBA 49'22"4 34
23   René Rénier MBA 49'23"2 33
24   Gerhard Waibel MBA 50'17"5 19
25   Alojz Pavlič MBA +1 giro 37
26   Zbynek Havdra MBA +1 giro 36
27   Wolfgang Glawaty Rora +1 giro 39
28   Paolo Santorini MBA +3 giri 38

Classe sidecarModifica

Alla penultima gara stagionale, Jock Taylor e Benga Johansson sono già matematicamente campioni, qui però sono costretti al ritiro nelle prime fasi da un problema meccanico. Anche l'equipaggio Alain Michel-Michael Burkhard, che aveva ottenuto la pole position, perde posizioni alla partenza e deve rimontare. La vittoria va, per la terza volta quest'anno, agli svizzeri Rolf Biland-Kurt Waltisperg; dietro di loro Michel precede al traguardo Bruno Holzer-Karl Meierhans[2] .

Arrivati al traguardo (posizioni a punti)[3]Modifica

Pos Pilota Passeggero Moto Tempo Punti
1   Rolf Biland   Kurt Waltisperg LCR-Yamaha 43'31"99 15
2   Alain Michel   Michael Burkhard Seymaz-Yamaha 44'10"77 12
3   Bruno Holzer   Karl Meierhans LCR-Yamaha 44'16"12 10
4   Egbert Streuer   Johan van der Kaap LCR-Yamaha 44'16"62 8
5   Werner Schwärzel   Andreas Huber ?-Yamaha 44'20"22 6
6   Michel Vanneste   Serge Vanneste Busch-Suzuki 45'03"65 5
7   Trevor Ireson   Clive Pollington ?-Yamaha 4
8   Peter Campbell   Dick Goodwin ?-Yamaha 3
9   George O'Dell   Bill Boldison ?-Yamaha 2
10   Masato Kumano   Neil Oxley Kumano-Yamaha 1

NoteModifica

  1. ^ (ES) Ya no hay option por Nieto, El Mundo Deportivo, 18 agosto 1980. URL consultato il 16 marzo 2016.
  2. ^ (FR) Biland: 3e succès de la saison (Tribune de Lausanne - Le Matin), 18 agosto 1980, p. 24. URL consultato il 4 luglio 2017.
  3. ^ Tabella dei risultati su racingmemo.free, su racingmemo.free.fr. URL consultato il 25 aprile 2016.

Collegamenti esterniModifica

Motomondiale - Stagione 1980
                   
   

Edizione precedente:
1979
Gran Premio motociclistico di Cecoslovacchia
Altre edizioni
Edizione successiva:
1981