Apri il menu principale

Gran Premio motociclistico di Germania 1981

Germania Ovest GP della Germania Ovest 1981
331º GP della storia del Motomondiale
3ª prova su 14 del 1981
Circuit Hockenheimring-1970.svg
Data 3 maggio 1981
Nome ufficiale 45° GP di Germania
Luogo Hockenheimring
Percorso 6,789 km
Circuito permanente
Risultati
Classe 500
291º GP nella storia della classe
Distanza 19 giri, totale 128,991 km
Pole position Giro veloce
Nuova Zelanda Graeme Crosby Stati Uniti Kenny Roberts
Suzuki in 2'12.45 Yamaha
Podio
1. Stati Uniti Kenny Roberts
Yamaha
2. Stati Uniti Randy Mamola
Suzuki
3. Italia Marco Lucchinelli
Suzuki
Classe 350
267º GP nella storia della classe
Distanza 19 giri, totale 128,991 km
Pole position Giro veloce
Francia Patrick Fernandez Germania Anton Mang
Bimota-Yamaha in 2'17.79 Kawasaki
Podio
1. Germania Anton Mang
Kawasaki
2. Francia Éric Saul
Chevallier-Yamaha
3. Francia Thierry Espié
Bimota-Yamaha
Classe 250
298º GP nella storia della classe
Distanza 16 giri, totale 108,610 km
Pole position Giro veloce
Germania Anton Mang Germania Anton Mang
Kawasaki in 2'22.51 Kawasaki
Podio
1. Germania Anton Mang
Kawasaki
2. Venezuela Carlos Lavado
Yamaha
3. Svizzera Roland Freymond
Ad Maiora
Classe 125
290º GP nella storia della classe
Distanza 14 giri, totale 94,9 km
Pole position Giro veloce
Spagna Ángel Nieto Spagna Ángel Nieto
Minarelli in 2'31.64 Minarelli
Podio
1. Spagna Ángel Nieto
Minarelli
2. Svizzera Stefan Dörflinger
MBA
3. Austria Hans Müller
MBA
Classe 50
152º GP nella storia della classe
Distanza 10 giri, totale 67,890 km
Pole position Giro veloce
Svizzera Stefan Dörflinger Svizzera Stefan Dörflinger
Kreidler Kreidler
Podio
1. Svizzera Stefan Dörflinger
Kreidler
2. Austria Hans-Jürgen Hummel
Sachs
3. Germania Rainer Kunz
Kreidler

Il Gran Premio motociclistico della Germania Ovest fu il terzo appuntamento del motomondiale 1981, si trattava della 31ª edizione del Gran Premio motociclistico di Germania valida per il motomondiale.

Si svolse il 2 e 3 maggio 1981 all'Hockenheimring e vi corsero tutte le classi. La gara della classe 50 venne disputata al sabato e ha visto la vittoria del pilota svizzero Stefan Dörflinger[1]

Nelle gare domenicali si sono invece imposti Ángel Nieto in classe 125, Anton Mang sia in classe 250 che in classe 350 e Kenny Roberts in classe 500. Tra i sidecar vince l'equipaggio Alain Michel-Michael Burkhard.

Roberts sulla nuova Yamaha

Classe 500Modifica

Nella classe regina, al secondo appuntamento stagionale, si è imposto lo statunitense Kenny Roberts con la nuova Yamaha che ha preceduto il connazionale Randy Mamola e l'italiano Marco Lucchinelli (in sella a Suzuki) e giunti distaccati di meno di un secondo[2][3].

Roberts torna così al successo dopo 343 giorni e avvicina il connazionale Mamola, vincitore della prova precedente, nella classifica parziale dell'anno.

Si registra anche il debutto nel mondiale da parte della Cagiva: con il pilota Virginio Ferrari si classifica al trentesimo posto doppiata. Non prendono invece il via la Morbidelli e la Sanvenero, rispettivamente con Graziano Rossi e Stefano Perugini, per ritardi di preparazione.

All'indomani della gara il pilota olandese Wil Hartog annuncia il suo ritiro dalle competizioni.

Arrivati al traguardoModifica

Pos. Pilota Moto Tempo Griglia Punti
1   Kenny Roberts Yamaha 42:04.70 3 15
2   Randy Mamola Suzuki +0,44 4 12
3   Marco Lucchinelli Suzuki +0,69 6 10
4   Boet van Dulmen Yamaha +16,97 2 8
5   Michel Frutschi Yamaha +31,61 5 6
6   Barry Sheene Yamaha +32,56 12 5
7   Hiroyuki Kawasaki Suzuki +35,39 11 4
8   Jack Middelburg Suzuki +39,76 7 3
9   Marc Fontan Suzuki +50,94 15 2
10   Franco Uncini Suzuki +53,23 10 1
11   Sadao Asami Yamaha +1:02.44 13
12   Philippe Coulon Suzuki +1:04.07 14
13   Graeme Crosby Suzuki +1:05.06 1
14   Wil Hartog Suzuki +1:28.72 21
15   Raymond Roche Yamaha +1:30.59 39
16   Kimmo Kopra Suzuki +1:30.85 25
17   Peter Sjöström Suzuki +1:34.31 22
18   Walter Migliorati Suzuki +1:36.39 18
19   Christian Estrosi Yamaha +1:40.01 19
20   Henk de Vries Suzuki +2:01.84 27
21   Sergio Pellandini Suzuki +2:05.11 29
22   Alain Röthlisberger Suzuki +2:05.11
23   Josef Hage Yamaha +1 giro 41
24   Michael Schmid Suzuki +1 giro 38
25   Bernard Fau Yamaha +1 giro 30
26   Dominique Pernet Yamaha +1 giro 37
27   Gerhard Vogt Suzuki +1 giro 42
28   Günter Dreier Yamaha +1 giro
29   Marco Greco Yamaha +1 giro
30   Virginio Ferrari Cagiva +1 giro 40

RitiratiModifica

Pilota Moto Motivo Griglia
  Giovanni Pelletier Suzuki 16
  Dave Potter Yamaha 23
  Stuart Avant Suzuki 31
  Kork Ballington Kawasaki 9
  Klaus Klein Suzuki 32
  Seppo Rossi Suzuki 33
  Mike Baldwin Yamaha
  Takazumi Katayama Honda 17
  Jon Ekerold Solo 20
  Stefan Klabacher Yamaha
  Wolfgang von Muralt Yamaha 28
  Adelio Faccioli Suzuki 26
  Andreas Hofmann Suzuki 34
  Jean Lafond Yamaha 35
  Keith Huewen Suzuki 24
  Christian Sarron Yamaha 8

Classe 350Modifica

Al termine della gara si è imposto il pilota tedesco Anton Mang che ha preceduto al traguardo i francesi Éric Saul e Thierry Espié.

Curiosamente tutti i primi quattro piloti meglio piazzati nelle prove di qualificazione non hanno portato a termine la gara. Nella classifica provvisoria del campionato, dopo che si sono avuti tre vincitori diversi nelle tre prove disputate, Mang è ora in testa.

Arrivati al traguardoModifica

Pos. Pilota Moto Tempo Griglia Punti
1   Anton Mang Kawasaki 44'09"1 5 15
2   Éric Saul Chevallier-Yamaha 44'50"9 6 12
3   Thierry Espié Bimota-Yamaha 44'58"0 20 10
4   Keith Huewen Yamaha 45'01"46 16 8
5   Pekka Nurmi Yamaha 45'02"31 15 6
6   Roger Sibille Yamaha 45'03"39 14 5
7   Graeme McGregor Yamaha 45'18"64 18 4
8   Peter Looijesteijn Yamaha 45'37"40 17 3
9   Edi Stöllinger Kawasaki 45'38"29 27 2
10   Paolo Ferretti Yamaha 45'38"62 10 1
11   Tony Rogers Yamaha 45'39"40 24
12
13   Alan North Yamaha 45'45"67 21
14   Jean-Louis Albera Yamaha 45'46"28 33
15   Werner Hilbk Yamaha 45'48"56 23
16   Clive Horton Yamaha 45'52"78 36
17   René Delaby Yamaha 46'06"38 12
18   Bruno Kneubühler Yamaha 46'09"95 22
19   Martin Wimmer Yamaha 46'11"23 31
20   Manfred Herweh Yamaha 46'12"41 29
21   Bengt Elgh Yamaha 46'15"92 38
22   Alois Tost Yamaha +1 giro 42
23   Heinz Chittka Yamaha 40
24   Bodo Schmidt Yamaha
25   Jacques Cornu Yamaha 11
26   Reino Eskelinen Yamaha 30

Classe 250Modifica

Nella quarto di litro, alla seconda presenza stagionale, il pilota tedesco Anton Mang ottiene il successo precedendo al traguardo il venezuelano Johnny Cecotto e lo svizzero Roland Freymond. Da notare anche il quinto posto del pluriiridato delle piccole cilindrate, lo spagnolo Ángel Nieto, che qui ottiene i primi e unici punti iridati in una classe superiore.

Arrivati al traguardoModifica

Pos. Pilota Moto Tempo Griglia Punti
1   Anton Mang Kawasaki 38'09.820 1 15
2   Carlos Lavado Yamaha +32,850 22 12
3   Roland Freymond Ad Majora +40,290 5 10
4   Paolo Ferretti Yamaha +51,940 8
5   Ángel Nieto Siroko-Rotax +52,510 8 7
6   Richard Schlachter Yamaha +52,780 11 6
7   Edi Stöllinger Kawasaki +53,370 14 4
8   Bruno Kneubühler Rotax +53,620 33 3
9   Jean-François Baldé Kawasaki +54,420 6 2
10   Graeme McGregor Yamaha +1'04.860 27 1
11   Graeme Geddes Yamaha 10
12   Christian Estrosi Yamaha 12
13   Jean-Louis Guignabodet Kawasaki 26
14   Maurizio Massimiani Ad Maiora 19
15   André Gouin Yamaha 29
16   Karl-Thomas Grässel Yamaha 15
17   Martin Wimmer Yamaha 30
18   Roger Sibille Yamaha 23
19   Gianpaolo Marchetti MBA 35
20   Franco Marchegiani Yamaha 28
21   Massimo Matteoni Tre Stelle 37
22   Walter Hoffmann Yamaha 21
23   Didier de Radiguès Yamaha 34
24   Jürgen Schmit Yamaha 46
25   Clive Horton Armstrong 18
26   Etienne Geeraerd Yamaha 47
27   Bernd Schappacher Rotax 40
28   Johnny Scott Yamaha 44
29   Franz Schwarz Yamaha 45
30   Gerhard Vogt Rotax

Classe 125Modifica

Terzo successo consecutivo per il pilota spagnolo Ángel Nieto che guida la classifica provvisoria iridata con un buon margine di vantaggio e che in questa gara tedesca ha preceduto gli svizzeri Stefan Dörflinger e Hans Müller.

Classe 50Modifica

Per la classe di minor cilindrata del motomondiale, quella in Germania è la prima apparizione stagionale; curiosamente quella precedente era stata in occasione dello stesso gran premio dell'anno precedente. La vittoria è stata del pilota svizzero Stefan Dörflinger (vice-campione mondiale dell'anno precedente) che ha preceduto l'austriaco Hans-Jürgen Hummel e il tedesco Rainer Kunz.

Classe sidecarModifica

Pole position: Rolf Biland-Kurt Waltisperg (LCR-Yamaha). Giro veloce: Jock Taylor-Benga Johansson (Fowler-Yamaha).

Biland-Waltisperg, partiti in pole, sono costretti al ritiro da un problema meccanico mentre occupavano la testa della corsa. La lotta per la vittoria è così ristretta a due equipaggi: i campioni in carica Taylor-Johansson e Alain Michel-Michael Burkhard; sono quest'ultimi a spuntarla, dopo una lotta serrata nell'ultimo giro e un arrivo in volata, che richiede il fotofinish per determinare il vincitore[4].

In classifica dopo due gare Taylor conduce con 27 punti, mentre Michel lo segue a quota 25.

Arrivati al traguardo (posizioni a punti)[5]Modifica

Pos Pilota Passeggero Moto Tempo Punti
1   Alain Michel   Michael Burkhard Seymaz-Yamaha 33'36"21 15
2   Jock Taylor   Benga Johansson Fowler-Yamaha 33'36"24 12
3   Werner Schwärzel   Andreas Huber Seymaz-Yamaha 34'19"74 10
4   Mick Boddice   Chas Birks ?-Yamaha 35'08"36 8
5   Derek Jones   Brian Ayres ?-Yamaha 35'25"33 6
6   Rolf Steinhausen   Georg Willmann RSR-Yamaha 35'33"88 5
7   Albert Giesemann   Wolfgang Gäbke LCR-Yamaha 4
8   Jesco Höckert   Thomas Riedel Busch-Yamaha 3
9   Walter Talmon-Groß   Ernst Dürrich ?-Yamaha 2
10   Egon Schons   Wolfgang Kalauch ?-Yamaha 1

NoteModifica

  1. ^ (ES) Nieto, el mas rapido en 125, El Mundo Deportivo, 3 maggio 1981. URL consultato il 22 marzo 2016.
  2. ^ Roberts batte un grande Lucchineli, La Stampa, 4 maggio 1981. URL consultato il 22 marzo 2016.
  3. ^ (ES) Nieto, sin rival en 125, El Mundo Deportivo, 4 maggio 1981. URL consultato il 22 marzo 2016.
  4. ^ (FR) Doerflinger net vainqueur en 50 cc, La Liberté, 4 maggio 1981, p. 25. URL consultato il 16 febbraio 2019.
  5. ^ (FR) Tabella dei risultati su racingmemo.free, su racingmemo.free.fr. URL consultato il 26 aprile 2016.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Motomondiale - Stagione 1981
                           
   

Edizione precedente:
1980
Gran Premio motociclistico di Germania
Altre edizioni
Edizione successiva:
1982