Gran Premio motociclistico di Germania 1983

edizione del Gran Premio motociclistico di Germania
Germania Ovest GP della Germania Ovest 1983
360º GP della storia del Motomondiale
4ª prova su 12 del 1983
Circuit Hockenheimring-1970.svg
Data 8 maggio 1983
Nome ufficiale 47° GP di Germania
Luogo Hockenheimring
Percorso 6,789 km
Circuito permanente
Clima variabile
Risultati
Classe 500
316º GP nella storia della classe
Distanza 15 giri, totale 101,840 km
Pole position Giro veloce
Stati Uniti Freddie Spencer Giappone Takazumi Katayama
Honda in 2' 08" 66 Honda
Podio
1. Stati Uniti Kenny Roberts
Yamaha
2. Giappone Takazumi Katayama
Honda
3. Italia Marco Lucchinelli
Honda
Classe 250
324º GP nella storia della classe
Distanza 15 giri, totale 101,840 km
Pole position Giro veloce
Svizzera Jacques Cornu Venezuela Carlos Lavado
Yamaha in 2' 20" 10 Yamaha
Podio
1. Venezuela Carlos Lavado
Yamaha
2. Francia Patrick Fernandez
Bartol
3. Belgio Didier de Radiguès
Chevallier
Classe 125
314º GP nella storia della classe
Distanza 14 giri, totale 95,050 km
Pole position Giro veloce
Italia Eugenio Lazzarini Spagna Ángel Nieto
Garelli in 2' 27" 76 Garelli
Podio
1. Spagna Ángel Nieto
Garelli
2. Italia Eugenio Lazzarini
Garelli
3. Italia Pier Paolo Bianchi
Sanvenero
Classe 50
168º GP nella storia della classe
Distanza 10 giri, totale 67,890 km
Pole position Giro veloce
Svizzera Stefan Dörflinger Svizzera Stefan Dörflinger
Krauser in 2' 47" 73 Krauser
Podio
1. Svizzera Stefan Dörflinger
Krauser
2. Italia Eugenio Lazzarini
Garelli
3. Germania Gerhard Bauer
Ziegler
Classe sidecar
219º GP nella storia della classe
Pole position Giro veloce
Svizzera Rolf Biland Svizzera Rolf Biland
LCR-Yamaha LCR-Yamaha in 2'31"00
Podio
1. Paesi Bassi Egbert Streuer
LCR-Yamaha
2. Francia Alain Michel
LCR-Yamaha
3. Regno Unito Derek Jones
LCR-Yamaha

Il Gran Premio motociclistico di Germania fu il quarto appuntamento del motomondiale 1983.

Si svolse l'8 maggio 1983 ad Hockenheim, e corsero tutte le classi in singolo, oltre ai sidecars.

Le vittorie furono di Kenny Roberts in classe 500, Carlos Lavado in classe 250, Ángel Nieto in classe 125, Stefan Dörflinger in classe 50 e dell'equipaggio Egbert Streuer/Bernard Schnieders tra i sidecar[1][2].

Classe 500Modifica

La gara è stata molto disturbata dalla pioggia che dapprima ha costretto a posticipare il via e in seguito ha obbligato ad interrompere la gara in anticipo rispetto ai 18 giri previsti. La classifica, al termine dei 15 giri disputati, ha visto la vittoria dello statunitense Kenny Roberts su Yamaha che ha preceduto le due Honda guidate dal giapponese Takazumi Katayama e dall'italiano Marco Lucchinelli.

La classifica iridata provvisoria vede ancora nettamente in testa lo statunitense Freddie Spencer, vincitore delle tre prove che hanno preceduto questa, che precede Roberts e Lucchinelli[1].

Arrivati al traguardoModifica

Pos. Pilota Moto Tempo Griglia Punti
1   Kenny Roberts Yamaha 32.54.40 2 15
2   Takazumi Katayama Honda 33.01.77 8 12
3   Marco Lucchinelli Honda 33.02.71 4 10
4   Freddie Spencer Honda 33.08.62 1 8
5   Raymond Roche Honda 33.18.26 5 6
6   Franco Uncini Suzuki 33.19.20 7 5
7   Randy Mamola Suzuki 33.21.04 11 4
8   Marc Fontan Yamaha 33.21.22 13 3
9   Eddie Lawson Yamaha 33.32.27 3 2
10   Boet van Dulmen Suzuki 33.32.85 12 1
11   Jack Middelburg Honda 33.38.03 6
12   Leandro Becheroni Suzuki 33.55.23 18
13   Giovanni Pelletier Honda 33.58.46 21
14   Walter Migliorati Suzuki 34.16.34 15
15   Peter Sjöström Suzuki 34.19.83 22
16   Gustav Reiner Suzuki 34.20.90 19
17   Keith Huewen Suzuki 34.31.02 25
18   Steve Parrish Yamaha 34.34.11 20
19   Ernst Gschwender Suzuki 34.44.10 29
20   Walter Hoffmann Suzuki 34.44.55 33
21   Wolfgang von Muralt Suzuki 35.03.80 23
22   Fabio Biliotti Honda 35.07.92 27
23   Philippe Coulon Suzuki 35.10.20 14
24   Henk de Vries Suzuki 35.15.20 31
25   Chris Guy Suzuki 35.17.99 28
26   Dave Dean Yamaha 35.24.98 42
27   Wolfgang Schwarz Suzuki 35.27.32 38
28   Corrado Tuzii Honda 35.28.36 45
29   Paolo Ferretti Suzuki 36.03.61 26
30   Stu Avant Suzuki 1 giro 34
31   Marco Greco Suzuki 1 giro 43
32   Alain Röthlisberger Yamaha 1 giro 35
33   Peter Huber Suzuki 1 giro 44
34   Dennis Ireland Suzuki 1 giro 37
35   Dieter Klopfer Diko 2 giri 47

RitiratiModifica

Pilota Moto Motivo Griglia
  Ron Haslam Honda 9
  Sergio Pellandini Suzuki 10
  Virginio Ferrari Cagiva 16
  Barry Sheene Suzuki 17
  Klaus Klein Suzuki 30
  Jean Lafond Suzuki 32
  Andreas Hofmann Suzuki 24
  Steve Williams Yamaha 36
  Alfons Ammerschläger Suzuki 39
  Franz Kaserer Suzuki 41
  Børge Nielsen Suzuki 41
  Gerhard Treusch Suzuki 46

Classe 250Modifica

Nella quarto di litro, dopo aver ottenuto anche il giro più veloce, si è imposto il venezuelano Carlos Lavado, al secondo successo consecutivo, davanti al francese Patrick Fernandez e al belga Didier de Radiguès. La classifica provvisoria del campionato vede Lavado che ha sopravanzato de Radigués.

Anche questa gara è stata molto disturbata dalla pioggia, tanto è vero che è stata interrotta al quarto giro a causa di un violento acquazzone ed è stata ripresa in un secondo tempo[2].

Arrivati al traguardoModifica

Pos. Pilota Moto Tempo Griglia Punti
1   Carlos Lavado Yamaha 36.55.62 8 15
2   Patrick Fernandez Bartol 37.15.84 5 12
3   Didier de Radiguès Chevallier 37.19.64 6 10
4   Bruno Lüscher Yamaha 37.23.00 25 8
5   Reinhold Roth Yamaha 37.27.16 4 6
6   Roland Freymond Armstrong 37.27.33 12 5
7   Christian Sarron Yamaha 37.37.06 19 4
8   Jean-François Baldé Chevallier 37.37.26 3 3
9   Sito Pons Kobas 37.38.65 32 2
10   Bernard Fau Yamaha 38.06.38 30 1
11   Carlos Cardús Rotax 38.06.60 13
12   Hervé Guilleux Kawasaki 38.16.86 16
13   Alan Carter Yamaha 38.17.10 18
14   Jean-Louis Tournadre Yamaha 38.22.45 31
15   Jürgen Schmid Yamaha 38.22.74 34
16   Karl-Thomas Grässel Yamaha 38.24.61 2
17   Massimo Matteoni Yamaha 38.24.84 11
18   Tony Head Armstrong 38.25.24 27
19   Harald Eckl Yamaha 38.25.26 35
20   Edwin Weibel Yamaha 38.26.17 40
21   Thierry Rapicault Yamaha 38.32.49 23
22   Kiyotaka Sakai Yamaha 38.42.24 44
23   Stefan Förtsch Yamaha 38.43.41 47
24   Tadasu Ikeda Yamaha 39.05.80 39
25   Donnie McLeod Yamaha 39.42.76 28
26   Mar Schouten MBA 40.10.96 41
27   Peter Looijesteijn Waddon 1 giro 42
28   Gabriel Gabria Yamaha 1 giro 37
29   Jean-Michel Mattioli Yamaha 1 giro 29

Classe 125Modifica

Secondo successo stagionale consecutivo per il pilota spagnolo Ángel Nieto (campione mondiale in carica) che capeggia anche la classifica provvisoria del campionato, precedendo l'italiano Eugenio Lazzarini, giunto secondo anche in questa prova. Al terzo posto sul podio di questa gara l'altro italiano Pier Paolo Bianchi.

Arrivati al traguardoModifica

Pos. Pilota Moto Tempo Griglia Punti
1   Ángel Nieto Garelli 34.52.57 2 15
2   Eugenio Lazzarini Garelli 34.56.20 1 12
3   Pier Paolo Bianchi Sanvenero 35.00.15 3 10
4   Bruno Kneubühler MBA 35.06.22 10 8
5   Maurizio Vitali MBA 35.13.14 12 6
6   Fausto Gresini MBA 35.15.58 13 5
7   Hans Müller MBA 35.18.96 9 4
8   Gerhard Waibel MBA 35.28.39 6 3
9   Lucio Pietroniro MBA 35.35.17 17 2
10   Stefano Caracchi MBA 35.36.29 24 1
11   Miguel Gonzales MBA 35.38.21 7
12   Stefan Dörflinger MBA 35.39.45 18
13   Johnny Wickström MBA 35.39.68 23
14   Henk van Kessel MBA 35.46.51 15
15   Pierluigi Aldrovandi MBA 35.52.00 14
16   Ivan Troisi MBA 36.10.02 25
17   Libero Piccirillo MBA 36.10.02 20
18   Paul Bordes MBA 36.13.23 11
19   Jean-Claude Selini MBA 36.34.76 8
20   Willi Hupperich MBA 36.35.86 26
21   Anton Straver MBA 36.47.61 28
22   Bady Hassaine MBA 36.47.82 35
23   Peter Sommer MBA 36.48.01 29
24   Per-Edvard Carlsson MBA 36.57.16 38
25   Helmut Lichtenberg MBA 37.03.79 40
26   Jacky Hutteau MBA 37.08.62 34
27   Bernd Lauermann Morbidelli 37.17.25 39
28   Giuseppe Ascareggi MBA 37.20.94 37
29   Willy Pérez MBA 37.36.67 21
30   Elfenheimer MBA 1 giro 45
31   Andrés Sánchez MBA 1 giro 41
32   Thomas Weickardt MBA 1 giro 44
33   Thomas Pedersen MBA 1 giro 47
34   Chris Baert MBA 1 giro 43
35   Reinhard Koberstein MBA 1 giro 46
36   Chris Leah MBA 1 giro 50

Classe 50Modifica

Per la classe di minor cilindrata del mondiale si è trattato della terza presenza e la vittoria, seconda stagionale, è stata dello svizzero Stefan Dörflinger che ha preceduto l'italiano Eugenio Lazzarini e il tedesco Gerhard Bauer.

Nella classifica del campionato è in testa Lazzarini che precede Dörflinger.

Arrivati al traguardoModifica

Pos. Pilota Moto Tempo Griglia Punti
1   Stefan Dörflinger Kreidler 28.32.36 1 15
2   Eugenio Lazzarini Garelli 28.32.74 2 12
3   Gerhard Bauer Ziegler 29.20.56 5 10
4   George Looijesteijn Kreidler 29.31.30 6 8
5   Rainer Kunz FKN 29.31.67 11 6
6   Hans Spaan Kreidler 29.31.99 7 5
7   Hagen Klein FKN 29.32.53 4 4
8   Ingo Emmerich Kreidler 29.33.73 16 3
9   Gerhard Singer Kreidler 29.47.29 12 2
10   Theo Timmer Casal 29.47.29 8 1
11   Otto Machinek Kreidler 30.25.04 13
12   Jos van Dongen Kreidler 30.27.25 24
13   Paul Bordes Moto 2L 30.27.46 20
14   Ramon Gali Kreidler 30.27.67 28
15   Hans Koopman Kreidler 30.36.93 22
16   Chris Baert Kreidler 30.38.59 19
17   Massimo de Lorenzi Minarelli 30.38.76 15
18   Thomas Engl Kreidler 30.52.09 29
19   Peter Verbic Kreidler 30.52.54 18
20   Yves Le Toumelin TYL 31.12.63 26
21   Günter Schirnhofer Kreidler 31.13.40 23
22   Kasimir Rapczynski Kreidler 1 giro 27
23   Ian McConnachie Rudge 1 giro 36
24   Stefan Danielsson Kreidler 1 giro 30
25   Mika-Sakari Komu Kreidler 1 giro 31
26   Klaus Kull KKS 1 giro 39
27   Stefan Kurfiss Kreidler 1 giro 33
28   Bruno Treitlein Kawadrom 1 giro 37
29   Massimo Fargeri Kreidler 1 giro 35
30   Hans-Jürgen Hummel Sachs 1 giro 9
31   Spencer Crabbe MBA 2 giri 41
32   Inge Arends Schuster 3 giri 38

Classe sidecarModifica

La seconda gara stagionale dei sidecar, disputata sotto la pioggia, è vinta dall'equipaggio olandese Egbert Streuer-Bernard Schnieders. La corsa era stata però dominata da Rolf Biland-Kurt Waltisperg, partiti in pole e autori del giro più veloce, ma costretti al ritiro all'ultima tornata da un rottura del motore, quando avevano 18 secondi di vantaggio su Streuer[3]. Problemi affliggono anche i campioni in carica Werner Schwärzel-Andreas Huber, che avevano lottato con lo stesso Streuer per la seconda piazza; alla fine sul podio salgono Alain Michel-Claude Monchaud e Derek Jones-Brian Ayres[4].

La classifica dopo due gare è molto corta, con Biland e Streuer a 15 punti (una vittoria e un ritiro), Mick Barton e Michel a 12, Hermann Huber a 11.

Arrivati al traguardo (posizioni a punti)[5]Modifica

Pos Pilota Passeggero Moto Tempo Punti
1   Egbert Streuer   Bernard Schnieders LCR-Yamaha 36'09"21[3] 15
2   Alain Michel   Claude Monchaud LCR-Yamaha 36'17"33 12
3   Derek Jones   Brian Ayres LCR-Yamaha 36'53"86 10
4   Trevor Ireson   Ashley Wooller Ireson-Yamaha 37'04"75 8
5   Frank Wrathall   Phil Spendlove Seymaz-Yamaha 37'15"15 6
6   Hermann Huber   Wolfgang Möckel LCR-Yamaha 37'22"17 5
7   Hein van Drie   Willem van Dis LCR-Yamaha 4
8   Egon Schons   Eckart Rösinger Busch-Yamaha 3
9   Masato Kumano   Kunio Takeshima LCR-Yamaha 2
10   Steve Abbott   Donnie Williams Seymaz-Yamaha 1

NoteModifica

  1. ^ a b Finalmente Roberts batte Spencer, La Stampa, 9 maggio 1983. URL consultato il 10 aprile 2016.
  2. ^ a b (ES) Nieto Domino en 125 c.c., El Mundo Deportivo, 9 maggio 1983. URL consultato il 10 aprile 2016.
  3. ^ a b (FR) Dörflinger victorieux - Cornu malchanceux, Nouvelliste, 9 maggio 1983, p. 37. URL consultato il 18 febbraio 2019.
  4. ^ (NL) Geluk lacht zijspanduo uit Assen toe, Nieuwsblad van het Noorden, 9 maggio 1983, p. 21. URL consultato il 30 ottobre 2017.
  5. ^ (FR) Tabella dei risultati su racingmemo.free, su racingmemo.free.fr. URL consultato il 16 maggio 2016.

Collegamenti esterniModifica

Motomondiale - Stagione 1983
                       
   

Edizione precedente:
1982
Gran Premio motociclistico di Germania
Altre edizioni
Edizione successiva:
1984