Apri il menu principale
Spagna GP di Spagna 1966
148º GP della storia del Motomondiale
1ª prova su 12 del 1966
Montjuïc circuit.svg
Data 8 maggio 1966
Nome ufficiale 16° GP di Spagna - 22° Circuito Internazionale di Barcellona
Luogo Circuito del Montjuïc, Barcellona
Percorso 3,790 km
Circuito stradale
Risultati
Classe 250
124º GP nella storia della classe
Distanza 33 giri, totale 125,091 km
Pole position Giro veloce
Regno Unito Mike Hailwood
Honda in 1' 52" 53 a 121,268 km/h
Podio
1. Regno Unito Mike Hailwood
Honda
2. Regno Unito Derek Woodman
MZ
3. Italia Renzo Pasolini
Aermacchi
Classe 125
123º GP nella storia della classe
Distanza 27 giri, totale 102,347 km
Pole position Giro veloce
Regno Unito Phil Read
Yamaha in 1' 57" 16 a 116,476 km/h
(nel giro 20 di 27)
Podio
1. Regno Unito Bill Ivy
Yamaha
2. Svizzera Luigi Taveri
Honda
3. Irlanda del Nord Ralph Bryans
Honda
Classe 50
36º GP nella storia della classe
Distanza 14 giri, totale 53,069 km
Pole position Giro veloce
Germania Ovest Hans-Georg Anscheidt
Suzuki in 2' 02" 69 a 111,226 km/h
(nel giro 12 di 14)
Podio
1. Svizzera Luigi Taveri
Honda
2. Germania Ovest Hans-Georg Anscheidt
Suzuki
3. Irlanda del Nord Ralph Bryans
Honda

Il Gran Premio motociclistico di Spagna fu il primo appuntamento del motomondiale 1966.

Si svolse l'8 maggio 1966 sul Circuito del Montjuïc. Tre le classi in programma: 50, 125 e 250.

In 250, dominio di Mike Hailwood, che lasciò tutti gli altri (tra cui Renzo Pasolini, al suo primo podio mondiale) ad almeno un giro di distacco. Ritirati Tarquinio Provini, Ginger Molloy, Phil Read e Bill Ivy.

In 125, Bill Ivy vince, mentre il compagno di Marca Phil Read dopo aver segnato il giro più veloce ebbe alcuni problemi tecnici che lo relegarono al quarto posto finale.

Nella 50, Luigi Taveri vinse davanti ad Hans-Georg Anscheidt e Ralph Bryans.

In occasione del GP, si svolse una gara nazionale riservata alle classe 250 "Sport", vinta da Luis Yglesias su OSSA.

Indice

Classe 250Modifica

Classe 125Modifica

36 piloti alla partenza, 12 al traguardo.

Classe 50Modifica

18 piloti alla partenza, 9 al traguardo.

Fonti e bibliografiaModifica

Collegamenti esterniModifica