Apri il menu principale
Spagna GP di Spagna 1991
468º GP della storia del Motomondiale
4ª prova su 15 del 1991
Circuito de Jerez (1985-1992).svg
Data 12 maggio 1991
Nome ufficiale XLI Gran Premio de España
Luogo Jerez de la Frontera
Percorso 4,218 km
Risultati
Classe 500
423º GP nella storia della classe
Distanza 29 giri, totale 122,322 km
Pole position Giro veloce
Stati Uniti Wayne Rainey Stati Uniti Wayne Rainey
Yamaha in 1'46.881 Yamaha in 1'47.615
Podio
1. Australia Mick Doohan
Honda
2. Stati Uniti John Kocinski
Yamaha
3. Stati Uniti Wayne Rainey
Yamaha
Classe 250
430º GP nella storia della classe
Distanza 24 giri, totale 101,232 km
Pole position Giro veloce
Germania Helmut Bradl Germania Helmut Bradl
Honda in 1'49.108 Honda in 1'50.002
Podio
1. Germania Helmut Bradl
Honda
2. Italia Luca Cadalora
Honda
3. Italia Loris Reggiani
Aprilia
Classe 125
402º GP nella storia della classe
Distanza 22 giri, totale 92,796 km
Pole position Giro veloce
Giappone Noboru Ueda Italia Ezio Gianola
Honda in 1'54.647 Derbi in 1'54.038
Podio
1. Giappone Noboru Ueda
Honda
2. Italia Fausto Gresini
Honda
3. Italia Loris Capirossi
Honda
Classe sidecar
Distanza 22 giri, totale 92,796 km
Pole position Giro veloce
Francia Michel - Birchall Regno Unito Webster - Simmons
LCR - Krauser in 1'50.817 LCR - Krauser in 1'52.237
Podio
1. Regno Unito Webster - Simmons
LCR - Krauser
2. Svizzera P. Güdel - C. Güdel
LCR - Krauser
3. Regno Unito Abbott - Smith
LCR - Krauser

Il Gran Premio motociclistico di Spagna 1991 è stato la quarta prova del motomondiale del 1991. Questa è la 41ª edizione nella storia di questo GP, la 36ª valevole per il motomondiale.

La gara della classe 500 viene vinta da Mick Doohan, con il pilota del team Rothmans Honda che realizza così il suo primo successo stagionale, dopo tre secondi posti nelle prime tre gare in calendario. Per l'australiano si tratta del secondo successo in carriera nel motomondiale. Al secondo posto giunge John Kocinski, che ottiene il primo podio in carriera nella classe 500. Il pilota statunitense del Marlboro Team Roberts, prima di questo podio in 500, aveva ottenuto piazzamenti a podio e vittorie solo nella classe 250. Wayne Rainey, vincitore delle ultime due gare corse prima di questo GP, non va oltre in terzo posto, nonostante abbia realizzato la pole position ed il giro veloce. Con in 20 punti derivanti dal primo posto, Doohan sale in testa alla graduatoria mondiale con 71 punti, seguito da Rainey con 70, con Kevin Schwantz che rimane fermo al terzo posto con 46 punti (il pilota del team Lucky Strike Suzuki si ritira in questo GP a causa della rottura del cambio della sua RGV 500).[1][2]

Non presenti in questo GP due piloti, Alex Barros e Sito Pons, infortunatisi durante dei test privati ed entrambi non sostituiti dai rispettivi team. Particolarmente grave l'incidente di Pons, che riporta la lussazione della spalla destra.[3]

Helmut Bradl vince la gara della classe 250, il pilota tedesco, autore anche della pole position e del giro veloce della gara, porta a compimento il primo successo della sua carriera nel motomondiale, prima di questo risultato aveva ottenuto sette posizionamenti a podio. Secondo posto sul traguardo per Luca Cadalora, che interrompe così la sua personale serie di tre vittorie consecutive nelle prime tre gare di questa stagione. Conclude al terzo posto Loris Reggiani, secondo piazzamento a podio stagionale per l'italiano dell'Aprilia. La situazione nella graduatoria piloti vede Cadalora mantenersi in prima posizione con 77 punti, Carlos Cardús secondo con 55 punti (lo spagnolo chiude sesto questo GP), con Bradl che si porta in terza posizione con 54 punti.[1][2]

Per quel che concerne la gara della classe 125, il vincitore è stato Noboru Ueda. Il pilota giapponese, autore anche della pole position, realizza così la sua seconda vittoria in campionato in tre gare corse (la 125 non corse il GP degli Stati Uniti), terzo piazzamento a podio in tre gare del motomondiale corse (Ueda è alla prima stagione mondiale della sua carriera). Grande delusione per l'italiano Ezio Gianola (autore del giro veloce della gara), che in sella alla sua Derbi guida la gara fino a due giri dal termine, salvo ritirarsi a causa di problemi meccanici alla sua moto. Completano il podio i due piloti del team AGV - Pileri Corse, con Fausto Gresini secondo e Loris Capirossi terzo. Al termine di questa gara, la classifica iridata vede Ueda solo al comando con 55 punti, Gresini secondo con 51, mentre Capirossi scende al terzo posto con 50 punti.[1][2]

La gara della classe sidecar è stata vinta da Steve Webster e Gavin Simmons.

Classe 500Modifica

Arrivati al traguardoModifica

Pos. Pilota Squadra Motocicletta Giri Tempo Griglia Punti
3   Mick Doohan Rothmans Honda Honda NSR 500 29 52'42.650 20
19   John Kocinski Marlboro Team Roberts Yamaha YZR 500 29 +9.920 17
1   Wayne Rainey Marlboro Team Roberts Yamaha YZR 500 29 +13.463 15
6   Juan Garriga Ducados Yamaha Yamaha YZR 500 29 +34.955 13
8   Jean-Philippe Ruggia Yamaha Sonauto Mobil 1 Yamaha YZR 500 29 +39.276 11
7   Eddie Lawson Cagiva Cagiva C591 29 +46.684 10
5   Wayne Gardner Rothmans Honda Honda NSR 500 29 +53.944 9
27   Didier de Radiguès Lucky Strike Suzuki Suzuki RGV Γ 500 29 +55.155 10º 8
20   Adrien Morillas Yamaha Sonauto Mobil 1 Yamaha YZR 500 29 +1'11.117 11º 7
10º 21   Doug Chandler Roberts Yamaha Castrol Yamaha YZR 500 29 +1'31.628 6
11º 17   Eddie Laycock Millar Racing Yamaha YZR 500 28 +1 giro 12º 5
12º 11   Marco Papa Moto Club Milano - Team Papa Honda RS 500 28 +1 giro 13º 4
13º 16   Cees Doorakkers HEK-Bauwmachines Honda RS 500 28 +1 giro 14º 3
14º 36   Hans Becker Romero Racing Hummel-Yamaha TZ 358 27 +2 giri 15º 2
15º 32   Michael Rudroff R.S. RallyeSport Honda RS 500 27 +2 giri 16º 1

RitiratiModifica

Pilota Squadra Motocicletta Giri Griglia
34   Kevin Schwantz Lucky Strike Suzuki Suzuki RGV Γ 500 11
13   Niggi Schmassmann Technotron Honda RS 500 6 17º

Non qualificatiModifica

Pilota Squadra Motocicletta
24   Helmut Schütz R.S. RallyeSport Honda RS 500
30   Martin Trösch MT Racing Honda RS 500
23   Andreas Leuthe Librenti Corse Suzuki RG 500

Classe 250Modifica

Arrivati al traguardoModifica

Pos. Pilota Costruttore Giri Tempo Griglia Punti
4   Helmut Bradl Honda 24 44'22.222 20
3   Luca Cadalora Honda 24 +0.451 17
13   Loris Reggiani Aprilia 24 +4.156 15
7   Masahiro Shimizu Honda 24 +6.285 13
9   Pierfrancesco Chili Aprilia 24 +6.793 11
2   Carlos Cardús Honda 24 +8.186 10
8   Jochen Schmid Honda 24 +37.638 13º 9
6   Martin Wimmer Suzuki 24 +41.905 11º 8
20   Doriano Romboni Honda 24 +46.974 16º 7
10º 16   Alberto Puig Yamaha 24 +49.647 12º 6
11º 15   Carlos Lavado Yamaha 24 +1'04.453 15º 5
12º 51   Jean Pierre Jeandat Honda 24 +1'11.980 20º 4
13º 21   Leon van der Heijden Honda 24 +1'14.709 21º 3
14º 34   Patrick van den Goorbergh Yamaha 24 +1'17.124 28º 2
15º   Urs Jücker Yamaha 24 +1'25.505 25º 1
16º   Jaime Mariano Aprilia 24 +1'38.203 29º
17º 32   Bernard Haenggeli Aprilia 24 +1'39.797 26º
18º   Ian Newton Yamaha 23 +1 giro 32º
19º   Fausto Ricci Yamaha 23 +1 giro 31º
20º   Jean Foray Yamaha 23 +1 giro 33º

RitiratiModifica

Pilota Costruttore Giri Griglia
  Erkka Korpiaho Aprilia 21 23º
27   Renzo Colleoni Aprilia 16 14º
17   Paolo Casoli Yamaha 15
45   Corrado Catalano Honda 9 27º
11   Àlex Crivillé JJ Cobas 7
18   Andreas Preining Aprilia 6 10º
  Kevin Mitchell Yamaha 4 18º
  Frédéric Protat Aprilia 4 22º
19   Marcellino Lucchi Aprilia 2 24º
5   Wilco Zeelenberg Honda 1
10   Dominique Sarron Yamaha 1 17º
30   Harald Eckl Aprilia 1 19º

Non partitoModifica

Pilota Costruttore Griglia
33   Stefan Prein Honda 30º

Classe 125Modifica

Arrivati al traguardoModifica

Pos. Pilota Costruttore Giri Tempo Griglia Punti
56   Noboru Ueda Honda 22 42'23.780 20
7   Fausto Gresini Honda 22 +0.987 17
1   Loris Capirossi Honda 22 +15.199 11º 15
12   Gabriele Debbia Aprilia 22 +15.440 10º 13
5   Jorge Martínez JJ Cobas 22 +15.860 11
3   Bruno Casanova Honda 22 +23.815 10
28   Ralf Waldmann Honda 22 +27.403 9
2   Hans Spaan Honda 22 +36.338 13º 8
4   Dirk Raudies Honda 22 +36.422 17º 7
10º 91   Manuel Herreros JJ Cobas 22 +48.602 28º 6
11º 20   Hisashi Unemoto Honda 22 +53.170 14º 5
12º 42   Herri Torrontegui JJ Cobas 22 +53.521 19º 4
13º 11   Adi Stadler JJ Cobas 22 +53.845 3
14º 14   Julián Miralles JJ Cobas 22 +54.021 22º 2
15º   Luis Alvaro Derbi 22 +54.883 15º 1
16º 9   Alessandro Gramigni Aprilia 22 +54.930 12º
17º 22   Peter Öttl Bakker-Rotax 22 +58.183 23º
18º 17   Steve Patrickson Honda 22 +59.052 27º
19º 46   Arie Molenaar Honda 22 +1'03.016 34º
20º   Ian McConnachie Honda 22 +1'04.666 20º
21º 51   Nobuyuki Wakai Honda 22 +1'05.208 18º
22º 18   Robin Appleyard Honda 22 +1'12.692 32º
23º 43   Manuel Hernández Honda 22 +1'18.821 35º
24º 41   Alain Bronec Honda 22 +1'21.511 26º
25º   Francisco Debon JJ Cobas 22 +1'26.182 30º
26º   Jos van Dongen Honda 22 +1'29.294 31º
27º 29   Peter Galvin Honda 21 +1 giro 37º

RitiratiModifica

Pilota Costruttore Giri Griglia
6   Ezio Gianola Derbi 20
34   Emilio Cuppini Gazzaniga 12 21º
45   Thierry Feuz Honda 10 33º
10   Heinz Lüthi Honda 6
16   Koji Takada Honda 6 29º
19   Alfred Waibel Honda 3 25º
27   Gimmi Bosio Honda 1
15   Maurizio Vitali Gazzaniga 0 24º
35   Kazuto Sakata Honda 0 16º

Non partitoModifica

Pilota Costruttore Griglia
  Serafino Foti Honda 36º

Non qualificatiModifica

Pilota Costruttore
62   Stefan Brägger Honda
  Hans Koopman Honda
58   Kin'ya Wada Honda
  Alan Patterson Honda
  Stefan Kurfiss Honda
50   Hubert Abold Honda
  Wolfgang Fritz Honda
49   René Dünki Honda
  Taru Rinne Honda
  Phillip Unhola Honda

Classe sidecarModifica

Arrivati al traguardoModifica

Pos. Pilota Passeggero Costruttore Giri Tempo Griglia Punti
  Steve Webster   Gavin Simmons LCR - Krauser 22 41'53.700 20
  Paul Güdel   Charly Güdel LCR - Krauser 22 +4.062 17
  Steve Abbott   Shaun Smith LCR - Krauser 22 +4.380 15
  Rolf Biland   Kurt Waltisperg LCR - Honda 22 +4.594 13
  Yoshisada Kumagaya   Brian Houghton LCR - Krauser 22 +35.154 11
  Markus Egloff   Urs Egloff SMS - Krauser 22 +50.510 10
  Derek Brindley   Nick Roche LCR - Krauser 22 +53.098 12º 9
  Ralph Bohnhorst   Geral de Haas LCR - Krauser 22 +1'18.654 8
  Masato Kumano   Eckart Rösinger LCR - Yamaha 22 +1'19.320 7
10º   Tony Wyssen   Kilian Wyssen LCR - Krauser 22 +1'26.836 13º 6
11º   Theo van Kempen   Jan Kuyt LCR - Krauser 22 +1'28.089 15º 5
12º   Klaus Klaffenböck   Christian Parzer LCR - Yamaha 22 +1'50.872 14º 4
13º   Werner Kraus   Thomas Schröder Busch - ADM 22 +1'58.758 3
14º   Tony Baker   Simon Prior LCR - Krauser 22 +1'58.834 2
15º   René Progin   Gary Irlam LCR - Krauser 21 +1 giro 1
16º   Kenny Howles   Alan Langton LCR - Krauser 21 +1 giro
17º   Egbert Streuer   Pete Essaf LCR - Krauser 21 +1 giro 10º
18º   Alain Michel   Simon Birchall LCR - Krauser 21 +1 giro
19º   Billy Gällros   Peter Berglund Krauser 21 +1 giro
20º   Gary Thomas   Michel van Puyvelde LCR - Krauser 21 +1 giro
21º   Alfred Zurbrügg   Martin Zurbrügg LCR - Yamaha 20 +2 giri

RitiratiModifica

Pilota Passeggero Costruttore Giri Griglia
  Darren Dixon   Sean Dixon LCR - Krauser 3 11º
  Barry Brindley   Graham Rose LCR - Krauser 2
  Markus Bösiger   Peter Markwalder LCR - Krauser 1
  Barry Smith   David Smith Windle - ADM 1

Non qualificatiModifica

Pilota Passeggero Costruttore
  Frank Voigt   Holger Voigt LCR - Krauser
  Reiner Koster   Jürg Egli Yamaha

NoteModifica

  1. ^ a b c g.d.f., Italiani a Jerez, il podio è amaro, su archiviolastampa.it, 13 maggio 1991, p. 15.
  2. ^ a b c In Spagna Cadalora sconfitto (PDF), su archiviostorico.unita.it, 13 maggio 1991, p. 25 (archiviato dall'url originale l'8 aprile 2016).
  3. ^ Sito Pons no estará en Jerez, su hemeroteca.mundodeportivo.com, 6 maggio 1991, p. 61.

Collegamenti esterniModifica