Tour de France femminile

Tour de France femminile
Altri nomiTour de la CEE Féminin (1990-1993)
Tour Cycliste Féminin (1992-1998)
Grande Boucle Féminine Internationale (1999-2009)
SportCycling (road) pictogram.svg Ciclismo su strada
TipoGara individuale
CategoriaDonne Elite, Classe 2.WWT
FederazioneUnione Ciclistica Internazionale
PaeseFrancia Francia
OrganizzatoreAmaury Sport Organisation
DirettoreMarion Rousse
CadenzaAnnuale
Aperturaluglio
PartecipantiVariabile
FormulaCorsa a tappe
Storia
Fondazione1992
Numero edizioni17 (al 2009)
DetentoreRegno Unito Emma Pooley
Record vittorieItalia Fabiana Luperini
Spagna Joane Somarriba (3)
Prossima edizioneTour de France femminile 2022

Il Tour de France femminile (ufficialmente Tour de France Femmes avec Zwift) è una corsa a tappe femminile di ciclismo su strada, disputata annualmente in Francia dal 1984 al 2009 e nuovamente dal 2022 come prova del calendario World Tour femminile.

Noto in passato anche come Tour de la CEE Féminin, Tour Cycliste Féminin e Grande Boucle Féminine Internationale, dal 2022 verrà organizzato da Amaury Sport Organisation come controparte del Tour de France maschile.

StoriaModifica

Il primo Tour de France femminile fu organizzato nel 1955 da Jean Leulliot[1], ma non ebbe continuità. La prova venne riproposta quasi trent'anni dopo dalla Société du Tour de France, che ogni luglio per sei anni, dal 1984 al 1989, organizzò un Tour de France femminile come prova parallela alla gara maschile. Inizialmente corsa nell'arco di tre settimane nelle stesse giornate della gara maschile, la prova fu negli anni via via ridotta a due settimane di durata[1]. Nel 1990, sempre organizzata dalla Société du Tour de France, cambiò quindi nome e collocazione in calendario, venendo disputata nel mese di settembre come Tour de la CEE Féminin. L'ultima edizione fu nel 1993[1].

Nel 1992 nacque una nuova gara a tappe, chiamata Tour Cycliste Féminin e corsa nel mese di agosto nell'arco di 10-15 giorni (generalmente due settimane)[2]. Tale competizione, organizzata da Pierre Boué, raccolse l'eredità del vecchio Tour de France femminile. Nel 1998, in seguito ad una contesa con la Société du Tour de France, gli organizzatori dovettero però rinunciare all'uso del termine Tour, rinominando la gara, a partire dall'edizione 1999, in Grande Boucle Féminine[2]; curiosamente si videro costretti anche a rinominare i colori delle maglie: il giallo in "oro", il verde in "smeraldo"[3].

Nel 2004 la Grande Boucle venne annullata per difficoltà di organizzazione; tornò ad essere corsa nel 2005 e nel 2006 solo a livello nazionale[2] e in formato ridotto, in sole cinque tappe, venendo peraltro spostata da agosto a fine giugno. Organizzata nuovamente come gara internazionale a partire dal giugno 2007 (valida per il calendario internazionale come prova di classe 2.2), passò da cinque a sette tappe nel 2008; nell'ultima edizione, quella del 2009, le frazioni furono solo quattro. L'edizione 2010 venne annullata per problemi organizzativi.

Nel 2021, dopo le positive edizioni della Course by Le Tour de France, gara di un giorno organizzata da Amaury Sport Organisation e svoltasi dal 2014 al 2021 in concomitanza di una frazione del Tour maschile, a partire dal 2022 la stessa ASO decide di rilanciare il Tour femminile con la denominazione ufficiale Tour de France Femmes[4]. La nuova corsa prenderà il via da Parigi il 24 luglio 2022, in concomitanza con l'arrivo della gara maschile, e si svolgerà nell'arco di otto tappe.

Albo d'oroModifica

Tour de la CEE FémininModifica

Aggiornato all'edizione 1993.[1]

Anno Vincitrice Seconda Terza
Tour de France Féminin
1955   Millie Robinson   June Thackerey   Marie-Jeanne Donabedian
1956-83 Non disputato
1984   Marianne Martin   Heleen Hage   Deborah Schumway
1985   Maria Canins   Jeannie Longo   Cécile Odin
1986   Maria Canins   Jeannie Longo   Inga Thompson
1987   Jeannie Longo   Maria Canins   Ute Enzenauer
1988   Jeannie Longo   Maria Canins   Elizabeth Hepple
1989   Jeannie Longo   Maria Canins   Inga Thompson
Tour de la CEE Féminin
1990   Catherine Marsal   Leontien van Moorsel   Astrid Schop
1991   Astrid Schop   Leontien van Moorsel   Roberta Bonanomi
1992   Leontien van Moorsel   Heidi Van De Vijver   Roberta Bonanomi
1993   Heidi Van De Vijver   Leontien van Moorsel   Aleksandra Koljaseva

Grande Boucle FéminineModifica

Aggiornato all'edizione 2009.[2]

Anno Vincitrice Seconda Terza
Tour Cycliste Féminin
1992   Leontien van Moorsel   Jeannie Longo   Heidi Van De Vijver
1993   Leontien van Moorsel   Marion Clignet   Heidi Van De Vijver
1994   Valentina Polchanova   Rasa Polikevičiūtė   Cécile Odin
1995   Fabiana Luperini   Jeannie Longo   Luzia Zberg
1996   Fabiana Luperini   Rasa Polikevičiūtė   Jeannie Longo
1997   Fabiana Luperini   Barbara Heeb   Linda Jackson
1998   Edita Pučinskaitė   Fabiana Luperini   Alessandra Cappellotto
Grande Boucle Féminine Internationale
1999   Diana Žiliūtė   Valentina Polchanova   Edita Pučinskaitė
2000   Joane Somarriba   Edita Pučinskaitė   Géraldine Loewenguth
2001   Joane Somarriba   Fabiana Luperini   Judith Arndt
2002   Zinaida Stahurskaja   Susanne Ljungskog   Joane Somarriba
2003   Joane Somarriba   Nicole Brändli   Judith Arndt
2004 Annullata
2005   Priska Doppmann   Edwige Pitel   Christiane Soeder
2006   Nicole Cooke   Maryline Salvetat   Taccjana Šarakova
2007   Nicole Cooke   Priska Doppmann   Emma Pooley
2008   Christiane Soeder   Karin Thürig   Nicole Cooke
2009   Emma Pooley   Christiane Soeder   Marianne Vos

NoteModifica

  1. ^ a b c d (FR) Tour de France féminin, su memoire-du-cyclisme.eu, www.memoire-du-cyclisme.eu. URL consultato il 5 luglio 2009.
  2. ^ a b c d (FR) Grande Boucle féminine, su memoire-du-cyclisme.eu, www.memoire-du-cyclisme.eu. URL consultato il 28 marzo 2009.
  3. ^ (FR) Pierre Boué, patron de la grande boucle féminine internationale s'exprime, in www.lavoixdunord.fr, 15 giugno 2008. URL consultato il 22 marzo 2013.
  4. ^ (FR) Tour de France femmes 2022 : le cyclisme féminin, un marché à parts, su liberation.fr. URL consultato il 27 novembre 2021.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Ciclismo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di ciclismo