Gudit

sovrana ebrea di Aksum
Gudit
Ethio w12.jpg
Stele di Gudit ad Axum
Regina di Aksum
In carica X secolo o 850[1] –
890[1][nota 1]
Predecessore ?
Successore Degna Djan
Regina dei Falascia
In carica IX secolo[1] –
?
Predecessore ?
Successore ?
Regina di Najashi
In carica IX secolo[1] –
?
Predecessore ?
Successore ?
Religione non-cristiana, ebraismo[2], o forse pagana[1]

Gudit, o anche Essato[3] o Yodit, (in lingua Ge'ez, ጉዲት, Guditə; in amarico, ኤሰቶ, 'Esäto; in Teltal, Ga'Ewa[2]; ... – X secolo[3]) è stata una sovrana ebrea della città di Aksum, che ha distrutto e di cui ha perseguitato i cristiani.[3]

La sua azione ha provocato l'ascendere di comunità islamiche nella costa del Mar Rosso etiopica, determinando la fine del regno di Aksum.[3]

NoteModifica

Annotazioni
  1. ^ Secondo le fonti etiopi.
Fonti
  1. ^ a b c d e (EN) Tekeste Negash, The Zagwe period re-interpreted: post-Aksumite Ethiopian urban culture (PDF), su samfak.uu.se. URL consultato il 25 aprile 2021 (archiviato dall'url originale il 5 settembre 2017).
  2. ^ a b Gudit, su dacb.org.
  3. ^ a b c d Corriere della Sera (a cura di), L'Egitto e il Vicino Oriente, Novara, De Agostini SpA, 2012, p. 366.