Guglielmo II di Narbona

Guglielmo II di Narbona
F10 53 Abbaye de Fontfroide.0080.JPG
Bassorilievo visibile nell'abbazia di Sainte-Marie de Fontfroide, nei dintorni di Narbona
Visconte di Narbona
Stemma
In carica 1388 –
1397
Predecessore Aimerico VI di Narbona
Successore Guglielmo III di Narbona
Nascita Narbona, 1364 circa
Morte Narbona, 1397
Luogo di sepoltura Abbazia di Fontfroide
Dinastia Narbona-Bas
Padre Aimerico VI di Narbona
Madre Beatrice d'Arborea
Consorte Guèrine de Rogier-Beaufort de Canillac
Figli Guglielmo III di Narbona, Aimerico
Religione Cattolicesimo

Guglielmo II di Narbona (Narbona, 1364 circa – Narbona, 1397) è stato visconte di Narbona dal 1388 al 1397.

BiografiaModifica

Destinato sin dalla nascita a reggere il viscontado di Narbona (essendo il primogenito di sette figli) aveva sostenuto il padre nella contrattazione dell'alleanza con Giovanni, conte d'Armagnac.[1]

Sposò Guèrine, figlia di Marquis di Beaufort, signore di Canillac e Caterina, figlia del delfino Beraldo I d'Alvernia, da cui ebbe due figli:

Nel suo testamento, redatto nell'abbazia di Sainte-Marie de Fontfroide, chiese di essere sepolto nel monastero stesso, dove tuttora, nella cripta, si trova la sua tomba. Scelse poi i tutori dei suoi figli, nella schiera dei nobilissimi della Linguadoca.[2]

NoteModifica

  1. ^ Mahul, p. 180
  2. ^ Casula, Storia..., p. 221

BibliografiaModifica

  • Francesco Cesare Casula, Storia di Sardegna, Delfino Carlo Editore, 1994, ISBN 978-8871380636
  • Francesco Cesare Casula, L.L. Brook, M.M. Costa, A.M. Oliva, R. Pavoni, M. Tangheroni, Genealogie medioevali in Sardegna, Cagliari, Due D Editrice Mediterranea, 1984
  • (FR) Jacques-Alphonse Mahul, Cartulaire et archives Des communes de l'ancien diocèse et l'arrondisement administratif de Carcassonne, Paris, V. Didron/Dumoulin, vol. II, 1859, p.366.

Voci correlateModifica