Apri il menu principale

Guido Girardi

politico e avvocato italiano
Guido Girardi

Podestà di Terni
Durata mandato 1940 –
1943
Predecessore Almo Pianetti
Successore Comunardo Morelli

Dati generali
Partito politico Partito Nazionale Fascista

Guido Girardi (Terni, 1903Terni, ...) è stato un politico e avvocato italiano, ultimo Podestà di Terni dal 1940 al 1943.

BiografiaModifica

Laureato in giurisprudenza, avvocato, partecipò alla Marcia su Roma, ottenendone il relativo brevetto, e si iscrisse al Partito Fascista nel 1921 (iscrizione del 2 maggio 1921) ottenendo anche la decorazione della Sciarpa Littoria. Nel 1922 fonda a Terni il gruppo rionale "Berta" del PNF. Fu un fascista moderato, di estrazione borghese, ed un noto professionista avendo esercitato la professione di avvocato con successo. Fu anche Segretario del Sindacato lavoratori intellettuali di Terni dal 1928 al 1933. Fu nominato Podestà di Terni nel 1940, nei difficili anni della seconda guerra mondiale e dei primi bombardamenti sulla città di Terni che causarono centinaia di vittime civili. Si rifiutò di aderire alla Repubblica Sociale Italiana e, concludendo definitivamente la sua esperienza di politico ed amministratore, si dimise da podestà di Terni all'indomani della caduta del Fascismo nel luglio 1943.

OnorificenzeModifica

BibliografiaModifica

  • Michele Dau, Mussolini l'anticittadino: Città, società e fascismo, Castelvecchi, 2015.
  • Angelo Bitti, Il fascismo nella provincia operosa: politica, economia e società a Terni nel ventennio nero (1921-1940), Tesi di dottorato.
  • Renato Covino, L'Umbria verso la ricostruzione: atti del convegno "Dal conflitto alla libertà" : (Perugia, 28-29 marzo 1996), 1999 - 344 pagine.
  • Alfredo Misuri, Rivolta morale: confessioni, esperienze e documenti di un quinquennio di vita pubblica ...Edizioni "Corbaccio", 1924 - 278 pagine.
  • Rivista delle stazioni di cura soggiorno e turismo organo della Federazione fascista esercenti industria idrotermale, Arti grafiche Panetto e Petrelli.
  • Annuario - Camera dei fasci e delle corporazioni, 1941.