Guido I di Blois-Châtillon

Guido I di Blois-Châtillon
Gui of Châtillon.jpg
Sigillo di Guido I di Blois-Châtillon
Conte di Blois
Stemma
In carica 1307 –
12 agosto 1342
Predecessore Ugo II
Successore Luigi I
Nome completo Guido di Blois-Châtillon
Altri titoli Signore d'Avesnes, di Trélon, di Guise e conte di Dunois
Nascita tra 1280 e il 1290 circa
Morte 12 agosto 1342
Luogo di sepoltura Abbaye de la Guiche, Chouzy-sur-Cisse
Dinastia Casato di Châtillon
Padre Ugo II di Blois-Châtillon
Madre Beatrice di Fiandra
Consorte Margherita di Valois
Figli Luigi
Carlo
Maria
Religione Cattolicesimo

Guido di Blois-Châtillon in francese: Guy Ier de Blois-Châtillon (... – 12 agosto 1342) fu Conte di Blois e di Dunois e Signore d'Avesnes, di Trélon, di Guise, dal 1307 alla sua morte.

OrigineModifica

Guido, secondo sia il Dictionnaire de la noblesse che la Histoire de la maison de Chastillon-sur-Marne, era il figlio primogenito del conte di Saint-Pol, Conte di Blois e di Dunois, Ugo II e di Beatrice di Fiandra[1][2], figlia del Conte di Fiandra e Marchese di Namur, Guido di Dampierre, e della contessa di Namur, Isabella di Lussemburgo, come conferma la Histoire ecclésiastique et civile du duché de Luxembourg et comté ..., Volume 5[3].

Ugo II di Blois-Châtillon, secondo sia il Dictionnaire de la noblesse che la Histoire de la maison de Chastillon-sur-Marne, era il figlio primogenito del conte di Saint-Pol, Guido III di Blois-Châtillon e di Matilde del Brabante (12241288)[1][4], che, secondo la Genealogia Ducum Brabantiæ Heredum Franciæ era figlia del duca di Brabante, Enrico II e di Maria di Svevia[5], che, secondo gli Annales Marbacenses era la figlia femmina secondogenita del Duca di Toscana, duca di Svevia e re di Germania, Filippo di Svevia e di Irene Angelo, principessa bizantina che era stata principessa consorte di Sicilia[6] (moglie di Ruggero III di Sicilia, dal 1192 al 1193).

BiografiaModifica

Verso il 1300, suo padre, Ugo si ammalò gravemente e fece testamento e, tra gli altri nominò come esecutrice la moglie, Beatrice di Fiandra[7]. Suo padre, Ugo, morì nel 1307, come ci viene confermato dalla Histoire de la maison de Chastillon-sur-Marne[7], e Guido gli succedette nella Contea di Blois[8]. Un estratto del Parlamento del 1329, delle Histoire de la maison de Chastillon-sur-Marne, Preuves ci informa di un contenzioso tra Guido ed il cugino, il conte di Saint-Pol, Giovanni di Châtillon-Saint-Pol[9]. Secondo il Dictionnaire de la noblesse, Guido morì nel 1342[1], mentre la Histoire de la maison de Chastillon-sur-Marne, precisa anche il giorno: 12 agosto[10]; Guido fu inumato nella Abbaye de la Guiche, Coulanges (Loir-et-Cher)[1][10] e gli succedette il figlio primogenito Luigi[11].

Matrimonio e discendenzaModifica

Guido, secondo il Chronicon Guillelmi de Nangiaco, nel 1310, aveva sposato Margherita di Valois[12], figlia del conte di Valois, Conte di Angiò e del Maine, conte d'Alençon e conte di Chartres, Carlo di Valois, e della prima moglie, la Contessa di Angiò e del Maine, Margherita (citata col nome della seconda moglie)[12], figlia secondogenita (prima femmina) di Carlo II d'Angiò, detto lo Zoppo, principe di Salerno e futuro conte d'Angiò e del Maine, conte di Provenza e Forcalquier, re di Napoli e re titolare di Sicilia, principe di Taranto, re d'Albania, principe d'Acaia e re titolare di Gerusalemme, e di Maria d'Ungheria (1257 ca. – 25 marzo 1323); il Chronicon Guillelmi de Nangiaco, rammenta anche che quando Margherita era ancora piccola era stato redatto un accordo matrimoniale con Guido[12].

Guido da Margherita ebbe tre figli[13]:

NoteModifica

BibliografiaModifica

Fonti primarieModifica

Letteratura storiograficaModifica

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN80586332 · CERL cnp01151266 · GND (DE136200494