Apri il menu principale
Gulf Air
Logo
Gulf Air Airbus A319 KvW.jpg
StatoBahrein Bahrein
Forma societariaSocietà per azioni
Fondazione1950 a Manama
Sede principaleAl Muharraq
SettoreTrasporto
Prodotticompagnia aerea
Slogan«Your Network, Your World»
Sito web
Compagnia aerea di bandiera
Codice IATAGF
Codice ICAOGFA
Indicativo di chiamataGULF AIR
HubManama
Frequent flyerFalcon Flyer
Flotta36 (nel 2019)
Destinazioni50
Voci di compagnie aeree presenti su Wikipedia

La Gulf Air (in lingua araba: طيران الخليج) è la più importante compagnia aerea di bandiera del Regno del Bahrein e ha come hub l'Aeroporto Internazionale del Bahrein di Manama.

Gulf Air è membro della Arab Air Carriers Organization (Organizzazione Araba dei Trasporti Aerei).

Indice

StoriaModifica

Nel tardo 1940, Freddie Bosworth, un imprenditore e pilota britannico, ha avviato un servizio di aerotaxi che doveva coprire le rotte di Doha e Dhahran dal Bahrein. Bosworth ha successivamente ampliato questo servizio e il 24 marzo 1950 ha cambiato fisionomia alla società trasformandola da semplice compagnia di aerotaxi a compagnia aerea privata. Così facendo essa è diventata, ad oggi, uno dei vettori più anziani in attività nel Medio Oriente.

Il punto di svolta per la Gulf Aviation è avvenuto nel 1973, quando i governi del Regno del Bahrein, dello Stato del Qatar, dell'Emirato di Abu Dhabi e del Sultanato di Oman hanno acquistato le azioni della società. La fondazione nata con questa manovra ha dato vita all'attuale Gulf Air: ciascun governo ha una quota di partecipazione del 25%; il marchio è diventato il vettore nazionale, per i quattro Stati del Golfo Persico. I primi anni non furono molto proficui tanto che più volte si è pensato di dichiarare fallimento. Dal 1980, grazie all'attuazione di intelligenti politiche di marketing, Gulf Air ha visto un sensibile aumento del traffico aereo e di crescita. Da questo momento vengono aumentate le rotte anche fuori dal Medio Oriente e acquistati nuovi velivoli sempre più moderni ed efficienti.

Nel 2000, la compagnia aerea ha festeggiato i 50 anni di attività. Nel 2004, Gulf Air ha introdotto voli diretti tra Dubai e Londra e il Mascate e Londra. In più è stato attivato un servizio giornaliero tra Abu Dhabi e Ras Al Khaimah registrando complessivamente un record di 7,5 milioni di passeggeri nel corso di quest'anno.

Il 28 aprile del 2006, con l'emissione del nuovo orario aereo, la Gulf Air vede cambiato il suo hub di riferimento: non più quello dell'Emirato di Abu Dhabi (assegnato alla compagnia Etihad Airways) bensì quello del Bahrein. Sempre nel medesimo anno, il governo del Bahrein e della Thailandia hanno firmato un accordo Open Skies, che ha consentito la creazione di voli senza restrizioni tra le due nazioni.

Il 6 novembre 2007, Gulf Air ha iniziato la sua operatività non-stop di volo per/da l'aeroporto di Londra Heathrow. Lo stesso giorno, Gulf Air Bahrein ha acquisito il 100% di proprietà.

Programma fedeltàModifica

 
Airbus A330-200.
 
Rullaggio di un Airbus A340-300 Gulf Air a Londra

Nel 2003, Gulf Air ha lanciato il programma Frequent Flyer (FFP), che sostituisce il vecchio programma chiamato Frequent Flyer Falcon. Il nuovo prodotto fedeltà ha vinto quattro premi al 17° Annual Freddie Awards tenutosi a New York nello stesso anno. Questi riconoscimenti sono stati assegnati in base al gradimento di chi usufruisce delle linee Gulf Air.

  • 1º posto - Miglior Premio Redenzione, programma Frequent Flyer, Europa / Medio Oriente / Africa
  • 1º posto - Miglior Servizio Clienti, programma Frequent Flyer, Europa / Medio Oriente / Africa
  • 1º posto - Best Award, programma Frequent Flyer, Europa / Medio Oriente / Africa
  • 1º posto - Miglior sito Web, programma Frequent Flyer, Europa / Medio Oriente / Africa

Partnership in codeshareModifica

La compagnia aerea ha siglato negli anni 2000 diversi partneriati commerciali con diverse aziende operanti nel suo medesimo settore per attuare una politica di minimizzazione degli sprechi nei diversi settori della produzione aziendale. Questa collaborazione collega e massimizza, inoltre, i benefici del programma fedeltà dei clienti.

IncidentiModifica

FlottaModifica

A Marzo 2019 la flotta Gulf Air è così composta:

Flotta Gulf Air
Tipo In
Servizio
Ordinati Passeggeri
(1ª Classe/
Business/
Economy)
Note
Airbus A320neo 2 10 136 (0 / 16 / 120) Consegne iniziate nel 2018
Airbus A320-212 12 0 136 (0 / 16 / 120)
Airbus A321-211 2 0 170 (0 / 20 / 150)
Airbus A330-200 10 0 215 (0 / 32 / 183)
Airbus A340-300 4 0 249 (0 / 32 / 217)
Airbus A321neo 0 8 (Da confermarsi) Le consegne inizieranno nel 2020
Airbus A321neo/LR 0 9 (Da confermarsi) Le consegne inizieranno nel 2020
Boeing 787-9 6 10 282 (0/ 26 / 256) Consegne iniziate nel 2018
Totale 36 37

L'età media della flotta Gulf Air è stata calcolata in 12,3 anni.

Modifica

Gulf Air sponsorizza vari eventi, di cui il più prestigioso è il Gran Premio del Bahrein di Formula 1. Ha inoltre siglato, nel 2006, un partneriato commerciale nel campionato di calcio inglese con la squadra dei Queens Park Rangers Football Club. Sempre nel medesimo anno Gulf Air anche firmato una sponsorizzazione con la Nazionale di calcio dell'Oman.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN123569397 · ISNI (EN0000 0004 1790 9288 · LCCN (ENno2009202302