Gurjar o Gujjar (conosciuti anche come Gojar e Goojar) è una comunità etnica agro-pastorale dell'India e dell'Afghanistan. Nel periodo medievale erano conosciuti come Gurjaras, un nome il quale si credette fose un etnonimo e un demonimo in seguito[1] . Sebbene tradizionalmente praticassero l'agricoltura (Ma famosi in ambito caseario), i Gurjar sono vasto gruppo eterogeneo che al suo interno si differenzia in termini di cultura, religione, attività lavorativa e stato socio-economico. Il ruolo storico dei GUrjar è stato fu vario, furono da un lato fondatori di diversi regni, città e villaggi dall'altro sono nomali e senza terra di proprietà[2][3][4].

Ragazzi Gurjar in Afghanistan

Il punto cardine nella storia dell'identità Gurjar viene fatto risalire al regno Gurjara (Gurjaradesa) nell'attuale Rajasthan durante il periodo medievale (intorno al 570 D.C.). Si pensa che i Gurjar migrarono in diversi luoghi del subcontinente indiano a partire da questo regnoTemplate:Sfn. In precedenza, si credeva che i Gurjar fecero una precedente migrazione dall'Asia Centrale sebbene sia ancora una ipotesi speculativa[5]. I riferimenti storici raccontano dei guerrieri Gurjara nell'India Settentrionale nel VII secolo D.C., e vengono menzionate diverse dinastie e regni dei Gurjara.Template:Sfn. Iniziarono il loro declino intorno al X secolo.

Le forme moderne del nome "Gurjar" e "Gujjar" iniziano ad essere molto comuni durante l'impero Moghu, in quel periodo vengono descritti come popolo "turbolento". Gli stati indiani del Gujarat e del Rajasthan furono conosciuti per secoli come Gurjaradesa e Gurjaratra prima dell'arrivo del governo britannico. I distretti di Gujrat e Gujranwala nel Punjab pachistano sono associato ad i Gujjar fin dall'inizio del VIII secolo dove c'era un regno GUrjara in quell'area, Il distretto di Saharanpur in Uttar Pradesh era anch'esso conosciuto come Gujarat, a causa della presenza di Zamindari Gujjar.

NoteModifica

  1. ^ Saikat K Bose, Boot, Hooves and Wheels: And the Social Dynamics behind South Asian Warfare, Vij Books India Pvt Ltd, 20 giugno 2015, pp. 303–, ISBN 978-93-84464-54-7.
    «The Gurjara, Gurjars, and Gujjars, many of whom are Muslims today, are pastoral people who today occupy a wide swathe of territory..».
  2. ^ Shail Mayaram, Caste, tribe, and the politics of reservation, thehindu.com, 2 giugno 2007. URL consultato il 13 marzo 2019.
    «The Gujjars, estimated to number 1.6 crore nationwide, are internally differentiated in terms of religion, occupation, and socio-economic status. Historically, they have comprised a hugely heterogeneous group ranging from the Gurjar-Pratihara rulers of north India to the Gujjar and Bakarwal nomads of Jammu and the Kashmir valley».
  3. ^ Jean-Philippe Platteau, Culture, Institutions, and Development: New Insights Into an Old Debate, 2010, ISBN 978-0-203-84333-8.
  4. ^ Randeep Ramesh in Delhi, Rajasthan hit by riots over caste system | World news, theguardian.com, 29 maggio 2007. URL consultato l'11 aprile 2014.
  5. ^ Shail Mayaram, Migrations in medieval and Early Colondial India, a cura di Vijay Ramaswamy, Routledge, 2016, p. 67, ISBN 978-1-138-12192-8.

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàLCCN (ENsh85057875