Apri il menu principale

Gustav Leonhardt

clavicembalista, organista e direttore d'orchestra olandese

BiografiaModifica

Ha iniziato lo studio della musica nei Paesi Bassi, proseguendo dal 1947 il perfezionamento in organo e clavicembalo alla Schola Cantorum Basiliensis con Eduard Müller, poi dal 1950 presso l'accademia di musica viennese, dove in seguito, dal 1952, è nominato professore. Nel 1954 è docente di clavicembalo al conservatorio di Amsterdam e nel 1969 insegna all'Università di Harvard. Come musicologo pubblica alcuni saggi su Bach e Froberger[1].

Dal 1950 la sua attività di strumentista è dedicata prevalentemente al clavicembalo ed egli è diventato noto soprattutto in qualità di interprete delle opere di Johann Sebastian Bach. Nel 1954 dà vita al Leonhardt Baroque Ensemble, poi al Leonhardt Consort; inizia quindi la registrazione delle composizioni di Bach.

Leonhardt è riconosciuto come uno dei pionieri della pratica della esecuzione storica, unitamente a Nikolaus Harnoncourt, col quale, tra il 1971 ed il 1990, ha realizzato il progetto dell'incisione di tutte le cantate da chiesa di J. S Bach.

Nel film "Cronaca di Anna Magdalena Bach" (Chronik der Anna Magdalena Bach) di Jean-Marie Straub (1967) ha partecipato non solo in qualità di musicista, ma anche in veste di attore nel ruolo di Bach.

Nel 1980 ha ricevuto il Premio Erasmo, insieme con Nikolaus Harnoncourt, e nel 1982 è stato insignito della laurea honoris causa dall'Università di Dallas, nel 1983 dall'Università di Amsterdam e nel 1991 dall'Università di Harvard[2]. Nel 2008 è stato nominato Accademico filarmonico ad honorem dell'Accademia Filarmonica di Bologna. Si è ritirato dall'attività concertistica il 12 dicembre 2011, con un concerto di clavicembalo al Théâtre des Bouffes du Nord a Parigi.

La fortepianista Trudelies Leonhardt è sua sorella.

OnorificenzeModifica

Principali allieviModifica

DiscografiaModifica

NoteModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN113475647 · ISNI (EN0000 0001 0937 1981 · LCCN (ENn79110146 · GND (DE124708692 · BNF (FRcb13896560h (data) · NLA (EN36555723 · WorldCat Identities (ENn79-110146