Hélène Langevin-Joliot

fisica francese

Hélène Langevin-Joliot (Parigi, 17 settembre 1927) è una fisica francese.

Hélène Langevin-Joliot

BiografiaModifica

Hélène Joliot nasce il 17 settembre 1927 a Parigi da Irène Joliot-Curie e Frédéric Joliot-Curie. Suo marito, Michel Langevin, era nipote del famoso fisico Paul Langevin (che ebbe una relazione con la vedova Marie Curie, la nonna di Hélène, nel 1910) ed era anch'egli un fisico nucleare all'Istituto, e suo figlio, Yves (nato nel 1951), è un astrofisico.[1][2]

Langevin-Joliot viene da una famiglia di famosi scienziati. I suoi nonni materni erano Marie e Pierre Curie, famosi per i loro studi sulla radioattività, per i quali vinsero un Premio Nobel per la fisica con Antoine Henri Becquerel nel 1903. Marie Curie fu anche la prima persona a vincere il Premio Nobel in due differenti campi, avendone vinto un secondo per chimica nel 1911 con le sue scoperte del radio e del polonio.

Allo stesso modo, i genitori di Hélène Langevin-Joliot vinsero un Premio Nobel per la chimica nel 1935 per la loro scoperta della radioattività artificiale. Suo fratello Pierre Joliot è un famoso biofisico che ha apportato contributi nello studio della fotosintesi. Langevin-Joliot regolarmente concede interviste e racconti riguardo alla storia della sua famiglia.[1][3] Le sue conoscenze la portarono a scrivere l'introduzione per Radiation and Modern Life: Fulfilling Marie Curie's Dream (Irraggiamento e vita moderna: Realizzando il sogno di Marie Curie), con una breve storia dei Curie.[4]

Fu istruita all'Institut de physique nucléaire (Istituto di fisica nucleare) a Orsay, un laboratorio che era stato creato dai suoi genitori Irène Joliot-Curie e Frédéric Joliot-Curie. È un membro del comitato consultivo del governo francese.[5] È professoressa di fisica nucleare all'Istituto di Fisica Nucleare all'Università di Parigi e Direttrice della Ricerca al CNRS. È conosciuta anche per il suo lavoro nell'incoraggiamento attivo delle donne nel perseguire carriere in settori scientifici.[3][6] Presidente della giuria che assegna il Marie Curie Excellence award, un premio dato a ricercatori europei che si siano distinti,[7] è stata anche Presidente dell'Unione Razionalista francese dal 2004 al 2012.[8]

NoteModifica

  1. ^ a b (EN) Marie & Pierre Curie's granddaughter, Hélène Langevin-Joliot, visits the United States, su eurekalert.org. URL consultato il 17 gennaio 2007.
  2. ^ (EN) Family Records, su genealogy.links.org. URL consultato il 14 aprile 2016.
  3. ^ a b (EN) An Interview with Hélène Langevin-Joliot, the Granddaughter of Pierre and Marie Curie, su info-france-usa.org. URL consultato il 6 aprile 2007 (archiviato dall'url originale il 27 settembre 2007).
  4. ^ (EN) Radiation and modern life Fulfilling Marie Curie's dream, su pubmedcentral.nih.gov. URL consultato il 6 aprile 2007.
  5. ^ (FR) Rencontre avec Hélène Langevin-Joliot [collegamento interrotto], in canslup.unilim.fr. URL consultato il 3 febbraio 2010.
  6. ^ (EN) Madam Curie's Legacy, su best.me.berkeley.edu, best.me.berkely.edu. URL consultato il 17 gennaio 2007 (archiviato dall'url originale il 5 settembre 2006).
  7. ^ (EN) First EU Marie Curie Awards in recognition of world-class achievements in European research, su ec.europa.eu. URL consultato il 6 aprile 2007 (archiviato dall'url originale il 24 febbraio 2007).
  8. ^ (FR) Union rationaliste – Qui sommes-nous?, su union-rationaliste.org. URL consultato il 12 aprile 2007 (archiviato dall'url originale il 19 gennaio 2010).

Altri progettiModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN58598352 · ISNI (EN0000 0003 5472 3485 · LCCN (ENnb2005011541 · GND (DE1113884460 · BNE (ESXX5569817 (data) · BNF (FRcb14035300c (data) · CONOR.SI (SL174721379 · WorldCat Identities (ENlccn-nb2005011541