Apri il menu principale

HTML 4.0 nella sottoversione 4.01 è uscito il 24 dicembre 1999. Sua naturale evoluzione è XHTML, ormai superato da HTML5.

Le principali differenze dalla release precedente (HTML 3.2) sono:

  • miglior supporto ai fogli di stile
  • possibilità di incorporare oggetti
  • nuovi tag per arricchire le tabelle
  • accessibilità per le persone disabili ai contenuti web WAI
  • deprecate alcune proprietà e.g. bgcolor, align, valign, color, border, cellspacing ecc.[1][2]

L'HTML 4.0 introduce altresì specifiche sull'internazionalizzazione dei documenti insieme ad altre caratteristiche per migliorare l'accessibilità del Web.[3]

NoteModifica

  1. ^ (EN) Alignment, font styles, and horizontal rules, su World Wide Web Consortium, 24 dicembre 1999. URL consultato il 7 ottobre 2018.
    «bgcolor deprecated».
  2. ^ (EN) Document.bgColor, su Mozilla Developer. URL consultato il 7 ottobre 2018.
    «This feature has been removed from the Web standards».
  3. ^ (EN) Internationalization, in World Wide Web Consortium, 24 dicembre 1999. URL consultato l'8 ottobre 2018.
    «HTML now offers greater support for diverse human languages within a document. This allows for more effective indexing of documents for search engines, higher-quality typography, better text-to-speech conversion, better hyphenation, etc.».

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Internet: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di internet