Hail Satan?

documentario del 2019 diretto da Penny Lane
Hail Satan?
Hail Satan 2019.png
Una scena del film raffigurante un adepto che vuole mantenere segreta la propria identità.
Titolo originaleHail Satan?
Lingua originaleinglese
Paese di produzioneStati Uniti d'America
Anno2019
Durata95 min
Generedocumentario
RegiaPenny Lane
ProduttoreGabriel Sedgwick
Casa di produzioneHard Working Movies
FotografiaNaiti Gámez
MontaggioAmy Foote, Aaron Wickenden
MusicheBrian McOmber
Interpreti e personaggi

Hail Satan? è un documentario del 2019 diretto da Penny Lane, incentrato sulle origini e le attività del The Satanic Temple.[1] Il film è stato presentato al Sundance Film Festival ed è stato distribuito negli Stati Uniti d'America il 19 aprile 2019 da Magnolia Pictures.[2][3]

TramaModifica

Il film illustra l'attività del Satanic Temple, movimento che mette in scena colorate proteste in nome della libertà religiosa e della separazione tra chiesa e stato; una loro iniziativa è consistita nella richiesta di collocare una statua di Baphomet sul terreno dell’Arkansas State Capitol, accanto alla statua dei Dieci Comandamenti. Lucien Greaves presenta il suo movimento come un'associazione di persone oneste, impegnate a diffondere tra la gente benevolenza, empatia, senso pratico e giustizia, e a guidare le coscienze al perseguimento di obiettivi nobili come i diritti LGBT e l’aborto libero. Per il Satanic Temple, Satana simboleggia non tanto il Maligno quanto l’eterno ribelle, l’opposizione all’autorità arbitraria, e difende la sovranità personale, anche di fronte a disuguaglianze insormontabili.

ProduzioneModifica

SviluppoModifica

Lane aveva intenzione di trattare il diffuso fenomeno dell'abuso rituale satanico degli anni '70 e '90, durante il quale i satanisti venivano accusati di essere dei stupratori e assassini, di solito di bambini.[4] Lane, inoltre, decise di tralasciare dettagli noti sul conflitto interiore all'interno dell'organizzazione e le critiche esterne di altri satanisti.[5]

Dopo il montaggio, Lane si scrisse al Satanic Temple.[6]

MontaggioModifica

Il montaggio del film è avvenuto in circa sei mesi, "in concomitanza con la maggior parte delle riprese".[7]

AccoglienzaModifica

Rotten Tomatoes dà al film un punteggio del 96% basato su 47 recensioni, con un voto 7.83/10.[8] Metacritic, invece, dà un punteggio di 77/100 basato su 19 recensioni.[9]

RiconoscimentiModifica

NoteModifica

  1. ^ (EN) Tasha Robinson, Hail Satan? puts the fun in Satanic fundamentalism, The Verge, 26 gennaio 2019. URL consultato il 27 gennaio 2019.
  2. ^ (EN) Hail Satan?, Sundance Institute. URL consultato il 27 gennaio 2019.
  3. ^ (EN) Sundance: Hail Satan? Documentary Picked Up by Magnolia Pictures, The Hollywood Reporter. URL consultato il 27 gennaio.
  4. ^ (EN) Benjamin Lee, Hail Satan?: the film that will change your mind about satanism, in The Guardian, 18 aprile 2019.
  5. ^ (EN) "I Was Watching Midcentury Hollywood Biblical Epics, Anti-Communist Propaganda Films, and 1970s B-Movies about Devil Worshippers": Penny Lane on Hail Satan?, Filmmaker Magazine. URL consultato il 16 aprile 2019.
    «"There was and is a lot of interpersonal conflict within the Temple — including some high-profile chapters leaving The Satanic Temple, and a controversial lawyer that was hired, and all kinds of accusations and callouts left and right. And it was all at least sort of important, and at least sort of interesting, and we filmed a lot around those conflicts. But ultimately my artistic goal was not to make a 'portrait of an organization struggling to cohere in the specific cultural moment of 2018,' so it all got left out."».
  6. ^ (EN) Satanic Temple Leader Lucien Greaves Warns the Women's March 'Didn't Achieve Anything', su thedailybeast.com. URL consultato il 16 aprile 2019.
  7. ^ (EN) Are We Comparing Trimming Unnecessary Footage with Murdering One's Infant Child?: Director Penny Lane on Hail Satan?, Filmmaker Magazine. URL consultato il 27 gennaio 2019.
  8. ^ (EN) Hail Satan?, su Rotten Tomatoes, Fandango Media, LLC.
  9. ^ (EN) Hail Satan?, su Metacritic, CBS Interactive Inc.. URL consultato il 21 aprile 2019.
  10. ^ (EN) Once Upon A Time...In Hollywood Leads Chicago Film Critics Association 2019 Nominations, su chicagofilmcritics.org, 12 dicembre 2019. URL consultato il 12 dicembre 2019.

Collegamenti esterniModifica