Hamani Diori

politico nigerino
Hamani Diori
Hamani Diori 1968b.jpg

Presidente del Niger
Durata mandato 10 novembre 1960 –
15 aprile 1974
Predecessore -
Successore Seyni Kountché (come Capo di Stato Militare del Niger)

Dati generali
Partito politico Partito Progressista Nigerino - Rally per la Democrazia Africana
Università École normale supérieure William Ponty

Hamani Diori (6 giugno 191623 aprile 1989) è stato il primo Presidente della Repubblica del Niger.

Gli iniziModifica

Nacque nella città di Soudouré, vicino alla capitale Niamey, ed era il figlio di un ufficiale della salute pubblica, dell'amministrazione coloniale francese. Frequentò la William Ponty Teachers Training College a Dakar, in Senegal, e lavorò come insegnante in Niger dal 1936 al 1938. Nel 1946, mentre lavorava come preside in una scuola di Niamey, divenne uno dei fondatori del Partito Progressista Nigerino (PPN) e fu eletto all'Assemblea nazionale francese. Nel 1958, dopo un referendum che concesse al Niger una certa autonomia, Diori divenne presidente del governo provvisorio e successivamente, nel 1959 divenne Primo Ministro della Repubblica. Durante questo periodo, il governo francese vietò tutti i partiti politici, tranne il PPN, rendendo effettivamente il Niger un Partito-Stato.

Presidente del NigerModifica

Il Niger ottenne l'indipendenza dalla Francia, il 3 agosto 1960 e Diori fu eletto presidente della Assemblea nazionale del paese tre mesi dopo. Durante la sua presidenza, Diori favori il mantenimento delle tipiche strutture sociali e tradizionali nigerine e preservò gli stretti legami economici con la Francia. Diori è stato rieletto in modo incontrastato sia nel 1965 e sia nel 1970 e i suoi provvedimenti furono ratificati dal parlamento quasi all'unanimità. Si guadagnò il rispetto di tutto il mondo per il suo ruolo di portavoce degli affari africani, e di paciere nei conflitti che coinvolgevano le altre nazioni del continente; sul piano interno, invece, i suoi governi erano corrotti e negligenti, incapaci di attuare le riforme strutturali di cui il suo paese aveva un disperato bisogno. Nel 1965 sopravvisse ad un attentato e sventò un colpo di Stato ai suoi danni, ed in risposta a delle manifestazioni di protesta ordinò all'esercito di reprimere nel sangue qualunque tipo di opposizione al suo regime. A lui è intitolato l'Aeroporto di Niamey-Diori Hamani, scalo della capitale del Paese.

La cadutaModifica

L'acuirsi dei disordini civili nel paese e la perdita del supporto delle principali etnie del Niger, indebolirono fortemente il governo di Diori che fu spodestato con un colpo di Stato, nel 1974, dai militari del tenente colonnello Seyni Kountché. Venne incarcerato per 6 anni e condotto nel 1980 agli arresti domiciliari per i successivi 7 anni. Morì il 23 aprile 1989 all'età di 72 anni.

OnorificenzeModifica

Onorificenze nigerineModifica

  Gran Maestro dell'Ordine Nazionale del Niger
  Gran Maestro dell'Ordine al Merito

Personalmente è stato insignito dei titoli di:

  Grand'Ufficiale dell'Ordine Nazionale del Niger
  Ufficiale dell'Ordine Nazionale del Niger
  Cavaliere dell'Ordine Nazionale del Niger

Onorificenze straniereModifica

  Gran Cordone dell'Ordine al merito (Camerun)
  Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine Nazionale della Costa d'Avorio (Costa d'Avorio)
  Médaille de la Résistance (Francia)
  Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine Nazionale al Merito (Guinea)
  Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine Nazionale del Mali (Mali)
  Capitano della Caccia dell'Ordine della Caccia al bufalo (Manitoba)
«In occasione della sua visita a Winnipeg.»
— 24 settembre 1969[1]
  Gran Commendatore dell'Ordine della Repubblica Federale di Nigeria (Nigeria)

NoteModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN53196552 · ISNI (EN0000 0001 2320 723X · LCCN (ENn87108943 · GND (DE119091100 · BNF (FRcb12004061m (data) · WorldCat Identities (ENlccn-n87108943
  Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie