Apri il menu principale

Hanafuda (花札 lett. "Mazzo dei fiori"?) è il termine con cui si denomina uno speciale mazzo di carte giapponesi e tradotto letteralmente significa "Carte dei fiori". Le carte Hanafuda infatti raffigurano proprio dei fiori. Il mazzo Hanafuda è usato per praticare diversi giochi anche se sovente si tende a chiamare Hanafuda il gioco più praticato, ovvero il koi-koi, le cui regole ricordano vagamente la scopa.

Indice

Storia del giocoModifica

Le carte Hanafuda derivano dall'incontro delle carte da gioco occidentali, importate dai marinai portoghesi verso il 1550, con i tradizionali giochi delle coppie giapponesi (come koi awase, riunire le conchiglie). Esse vennero ridotte di dimensioni per adattarsi alle minute mani nipponiche o - secondo una teoria più credibile - ebbero piccole dimensioni perché il modello originario era un mazzo occidentale consunto e più volte rifilato ai margini, per evitare che le carte si riconoscessero dalle pieghe negli angoli. L'attuale formato standard delle carte Hanafuda, oltre ad essere ridotto rispetto a quelle occidentali sono solitamente molto più spesse delle carte da gioco occidentali. In seguito questo mazzo di carte si diffuse anche in altri paesi con qualche variante grafica, principalmente in Corea e nelle isole Hawaii. Hanafuda è stato il primo gioco prodotto nel 1889, con enorme successo, dalla Nintendo.

Composizione del mazzoModifica

Il mazzo Hanafuda è composto di 48 carte divise in dodici semi: a ciascun seme corrisponde un mese dell'anno e un particolare fiore o pianta. All'interno di ciascun seme sono presenti diversi tipi di carte: Normali, Nastri, Animali e Carte Potenti. Tra i Nastri sono molto potenti i Viola e i Kanji. Le carte potenti sono la Gru, la Tenda, la Luna Piena, Ono no Tōfū e la Fenice. Particolarmente importanti tra gli Animali sono gli Animali del Bosco: Farfalle, Cinghiale e Cerbiatto. Il Sake riveste ruolo di Jolly e vale sia come carta Normale sia come Speciale. Come curiosità si ritiene che prendere la Gru porti fortuna durante la partita.

Mese Fiore Carte Immagini
Gennaio Matsu (Pino) 2 Normali, 1 Nastro Kanji e 1 Speciale: Gru      
Febbraio Ume (Pruno in fiore) 2 Normali, 1 Nastro Kanji e 1 Speciale: Cannaiola sull'albero        
Marzo Sakura (Ciliegio in fiore) 2 Normali, 1 Nastro Kanji e 1 Speciale: Tenda      
Aprile Fuji (Glicine) 2 Normali, 1 Nastro rosso e 1 Speciale: Cuculo sull'albero        
Maggio Shoubu (Iris) 2 Normali, 1 Nastro rosso e 1 Speciale: Iris nell'acqua        
Giugno Botan (Peonia) 2 Normali, 1 Nastro viola e 1 Speciale: Farfalle        
Luglio Hagi (Lespedeza) 2 Normali, 1 Nastro Rosso e 1 Speciale: Cinghiale        
Agosto Susuki (Miscanto) 2 Normali e 2 Speciali: Oche in volo e Luna Piena        
Settembre Kiku (Crisantemo) 2 Normali, 1 Nastro Viola e 1 Speciale: Sake        
Ottobre Momiji (Acero) 2 Normali, 1 Nastro Viola e 1 Speciale: Cerbiatto        
Novembre Yanagi (Salice) 1 Normale, 1 Nastro Rosso e 2 Speciali: Rondine e Ono no Tōfū (l'uomo della pioggia)        
Dicembre Kiri (Paulownia) 3 Normali e 1 Speciale: Fenice        

GiocoModifica

Il gioco più praticato con le carte Hanafuda è il Koi-Koi, spesso chiamato erroneamente anche Hanafuda. La partita viene giocata tra due giocatori. Una partita ad Hanafuda si svolge in numerose mani, come i comuni giochi di carte italiani. Ad ogni mano corrisponde un seme del mazzo o mese dell'anno. Prima di iniziare la partita i giocatori si accordano sul numero di mani da svolgere; si è soliti far durare una partita un anno in modo da chiamare tutti i semi del mazzo. La mano inizia dopo aver mischiato e distribuito le carte: 8 carte a ciascun giocatore e 8 in tavola, le restanti carte formano il Mazzo. A turno ciascun giocatore svolge una mossa, essa consiste due fasi: il giocatore posa una delle proprie carte, se in tavola c'è una carta dello stesso seme avviene la presa, altrimenti viene posata, poi sempre il giocatore gira una carta del mazzo, e con le medesime regole effettua o la presa o la posata. Ogni giocatore effettua le prese nel tentativo di realizzare certe combinazioni. Tutte le carte prese vanno tenute scoperte davanti a sé e l'avversario ha il diritto di vederle. A ciascuna combinazione corrisponde un punteggio. Le principali combinazioni sono le seguenti.

Punti Nome Punteggio Combinazione
5 Sankō (三光) 3 carte potenti senza Ono no Tōfū.
7 Ame-Shikō (雨四光) 4 carte potenti con tra queste Ono no Tōfū.
8 Shikō (四光) 4 carte potenti senza Ono no Tōfū.
10 Gokō (五光) Tutte le 5 carte potenti.
5 Inoshikachō (猪鹿蝶) 3 Animali del Bosco: Farfalle, Cinghiale e Cerbiatto.
1 Tane (タネ) 5 Animali (valgono come animali anche l'acqua e il sake), si aggiunge 1 punto per ogni animale supplementare.
5 Akatan (赤タン) 3 Nastri Kanji, si aggiunge 1 punto per ogni nastro supplementare.
5 Aotan (青タン) 3 Nastri Viola, si aggiunge 1 punto per ogni nastro supplementare.
1 Tan (タン) 5 Nastri qualunque, si aggiunge 1 punto per ogni nastro supplementare.
1 Kasu (カス) 10 carte normali (il Sake vale anche come carta normale), si aggiunge un punto per ogni carta normale supplementare.
4 Kuttsuki (くっつき) Le 4 carte corrispondenti al seme della mano. *Punteggio non sempre applicato

La mano termina quando finiscono le carte dei due giocatori o quando un giocatore decide di interromperla. Un giocatore può interrompere la mano ogni volta che realizza una combinazione o che aggiunge un punto ad essa. Solo uno dei giocatori fa punteggio, il giocatore che interrompe la mano fa tutti i punti corrispondenti alle combinazioni che ha realizzato, l'avversario fa zero. Se una mano termina per esaurimento delle carte, fa punteggio il giocatore che ha realizzato le combinazioni più valorose. Se finiscono le carte senza combinazioni, il giocatore che ha iniziato fa 6 punti. Inizia la mano successiva il giocatore che ha vinto.

Le regole del Koi-Koi sono comunque soggette a numerose varianti, sia riguardo alle combinazioni possibili, sia ai punteggi relativi. Esiste una variante del Koi-Koi giocata da quattro giocatori.

CinemaModifica

Nel film Summer Wars diretto da Mamoru Hosoda e realizzato dallo studio Madhouse, il gioco koi-koi praticato con le carte hanafuda viene giocato da tutta la famiglia, a cui è stato insegnato dall'anziana nonna Sakae. Durante la vicenda, i riferimenti a questo gioco di carte sono molteplici e lo stesso gioco assume una rilevanza particolare mentre la vicenda si sta portando al suo climax.

BibliografiaModifica

  • Véronique Brindeau, Hanafuda, Il gioco dei fiori, Casadei Libri, 2016 Padova.
  • Hanafuda (JPG), in Retro Gamer, nº 1, Roma, Play Press Publishing, aprile/giugno 2007, pp. 88-89, ISSN 1971-3819 (WC · ACNP).

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàLCCN (ENsh2014000931
  Portale Giochi da tavolo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Giochi da tavolo