Hans Globke

giurista tedesco

Hans Josef Maria Globke (Düsseldorf, 10 settembre 1898Bonn, 13 febbraio 1973) è stato un giurista e un alto funzionario pubblico tedesco presso la Repubblica Federale Tedesca dopo la Seconda guerra mondiale.

Hans Josef Maria Globke
Bundesarchiv B 145 Bild-F015051-0008, Hans Globke.jpg

Capo dello Staff della Cancelleria della Repubblica Federale Tedesca
Durata mandato 28 ottobre 1953 –
15 ottobre 1963
Capo del governo Konrad Adenauer
Predecessore Otto Lenz
Successore Ludger Westrick

Dati generali
Partito politico Unione Cristiano-Democratica di Germania
Università Università di Bonn, Università di Colonia e Università di Gießen

Fu uno dei maggiori autori dei commentari delle leggi di Norimberga e dopo la guerra sfuggì ai processi di denazificazione, in quanto non iscritto al Partito nazista. In realtà Globke era stato nel 1935 tra gli autori delle leggi razziali, ma riuscì a passare indenne ai processi contro i collaboratori del regime nazista. Più chiari divennero i suoi trascorsi quando Israele riuscì a individuare e ad estradare Adolf Eichmann alla fine degli anni cinquanta quando Globke era già alla cancelleria della Germania Federale.

Nel 1936 Globke scrisse un'annotazione legale sulle Leggi di Norimberga, in cui non espresse alcuna obiezione sulla discriminazione degli ebrei e pose il partito nazista su una base legalmente solida, contribuendo ad aprire la strada all'Olocausto.[1][2] Nel 1938 Globke fu promosso alla carica di dirigente ministeriale dell'Ufficio per gli affari ebraici presso il ministero dell'interno, nel quale fu l'artefice del "decreto legislativo sul cambiamento dei nomi" ("Namensänderungsverordnung"), secondo il quale gli ebrei maschi erano costretti ad aggiungere "Israel" tra il loro nome e cognome, mentre le donne ebree "Sara", con lo scopo di favorire la loro identificazione.[2] Globke fu identificato dalla Francia come l'autore di un rapporto del ministero dell'interno scritto con un linguaggio razzista, in cui si lamentava del "sangue colorato in Europa" e chiedeva la "eliminazione" della sua "influenza" sul pool genico.[2]

Nonostante il suo passato non propriamente cristallino, Globke operò in qualità di Direttore della Cancelleria della Repubblica Federale di Germania tra il 1953 ed il 1963, divenendo uno dei più stretti collaboratori del cancelliere Konrad Adenauer.

NoteModifica

  1. ^ (EN) Klaus Wiegrefe, West Germany's Efforts to Influence the Eichmann Trial (Gli sforzi della Germania di influenzare il processo a Eichmann), in Der Spiegel, 15 aprile 2011. URL consultato il 24 novembre 2021.
  2. ^ a b c (EN) Oliver Moody, Hans Globke, Hitler's former henchman, was true architect of modern Germany (Hans Globke, l'ex tirapiedi di Hitler, è stato il vero architetto della Germania moderna), in The Times, News International, 4 marzo 2021. URL consultato il 24 novembre 2021.

OnorificenzeModifica

  Gran croce al merito con placca e cordone dell'Ordine al Merito della Repubblica Federale Tedesca
— 1959
  Gran Croce dell'Ordine al Merito della Repubblica Federale Tedesca
— 1963

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN54939901 · ISNI (EN0000 0001 0903 1549 · LCCN (ENn90624155 · GND (DE118539779 · BNE (ESXX1736451 (data) · BNF (FRcb15597313f (data) · J9U (ENHE987007261716705171 · WorldCat Identities (ENlccn-n90624155
  Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie