Apri il menu principale

Harry Potter e il prigioniero di Azkaban

romanzo scritto da J. K. Rowling
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando altre opere con lo stesso titolo, vedi Harry Potter e il prigioniero di Azkaban (disambigua).
Harry Potter e il prigioniero di Azkaban
Titolo originaleHarry Potter and the Prisoner of Azkaban
AutoreJ. K. Rowling
1ª ed. originale1999
Genereromanzo
Sottogenerefantasy
Lingua originaleinglese
ProtagonistiHarry Potter
AntagonistiDissennatori
Peter Minus
Altri personaggiRon Weasley
Hermione Granger
Albus Silente
Sirius Black
Remus Lupin
Rubeus Hagrid
Severus Piton
SerieHarry Potter
Preceduto daHarry Potter e la camera dei segreti
Seguito daHarry Potter e il calice di fuoco

Harry Potter e il prigioniero di Azkaban (titolo originale in inglese: Harry Potter and the Prisoner of Azkaban) è il terzo romanzo della saga high fantasy Harry Potter, scritta da J. K. Rowling e ambientata principalmente nell'immaginario Mondo magico durante gli anni novanta del XX secolo.

Ideato proprio nei primi anni novanta, Harry Potter e il Prigioniero di Azkaban fu pubblicato poi nel 1999. Tradotto in 77 lingue, tra cui il latino e il greco antico, resta una delle più popolari opere letterarie del XX secolo.

Nel 2004 ne è stato tratto un adattamento cinematografico distribuito da Warner Bros. e diretto da Alfonso Cuarón, che ha incassato quasi 797 milioni di dollari al botteghino mondiale.

TramaModifica

Harry, con una magia, fa accidentalmente gonfiare il corpo di Marge Dursley, la sorella di suo zio Vernon, che lo aveva ripetutamente umiliato e insultato fino a fargli perdere il controllo sui suoi poteri. Il ragazzo è costretto a scappare dalla casa dei Dursley, e lungo la strada, senza sapere cosa sta facendo, punta la bacchetta verso il ciglio e così facendo fa arrivare il Nottetempo, un autobus magico, sul quale sale e che lo conduce fino a Londra. Sull'autobus, il ragazzo sente parlare di una notizia che sta spopolando nel mondo magico: Sirius Black, un pericoloso criminale, è evaso da Azkaban, la prigione dei maghi, ed è in circolazione a piede libero. Harry scende al Paiolo Magico, un locale per soli maghi, dove trova il Ministro della Magia in persona, Cornelius Caramell, ad attenderlo. Il Ministro, stranamente, non lo punisce e non lo rimprovera per quello che è successo alla zia, anzi sembra sollevato di averlo trovato e lo prega di restare al Paiolo Magico fin quando non rientrerà a scuola. Pochi giorni prima del ritorno ad Hogwarts, arrivano al Paiolo Ron, con tutta la famiglia al seguito, ed Hermione, i suoi due migliori amici. Ascoltando di nascosto una conversazione tra i signori Weasley, Harry scopre che il criminale evaso da Azkaban, Black, gli sta dando la caccia.

Durante il viaggio per Hogwarts, il treno si ferma all’improvviso e una creatura altissima, incappucciata e avvolta in un lungo mantello nero, al cui passaggio l'ambiente diventa stranamente freddo e desolante e le persone sembrano provare solo emozioni tristi, sale a bordo ed entra nello scompartimento di Harry e i suoi amici. A causa della presenza della creatura e delle sensazioni che essa gli fa provare, Harry perde conoscenza e sviene. Al suo risveglio, il professor Remus Lupin, il nuovo insegnante di Difesa contro le Arti Oscure, che si trovava con i ragazzi a bordo del treno, spiega loro che la creatura era uno dei Dissennatori, le guardie della prigione di Azkaban, che perlustrava il treno per controllare che Black non fosse a bordo, su ordine del Ministero della Magia.

A scuola sono previste nuove materie, tra cui Divinazione, materia trattata dalla professoressa Sibilla Cooman, e Cura delle Creature Magiche, insegnata da Rubeus Hagrid. Inoltre, al terzo anno, agli studenti sono concesse alcune gite ad Hogsmeade, un villaggio di soli maghi poco lontano da Hogwarts, alle quali Harry non può partecipare essendo sprovvisto del permesso firmato da un tutore. Durante una di queste visite si scopre che Black è entrato nel castello ed ha aggredito il ritratto della Signora Grassa, la custode della sala comune di Grifondoro, senza lasciare però traccia di sé.

 
La forma del Patronus di Harry Potter

Nel corso della prima lezione di Cura delle creature magiche, Hagrid mostra agli alunni un ippogrifo di nome Fierobecco, che ferisce alla spalla Draco Malfoy, perché quest’ultimo lo aveva offeso, nonostante Hagrid avesse avvertito gli studenti che gli ippogrifi sono creature estremamente suscettibili ed orgogliose. A causa di questo episodio, Fierobecco viene accusato di essere pericoloso e condannato a morte dal Ministero della Magia.

Il giorno della visita ad Hogsmeade, Harry riceve in dono dai gemelli Weasley la Mappa del Malandrino, sulla quale può osservare i movimenti di tutte le persone all'interno di Hogwarts e vedere i passaggi segreti del castello, uno dei quali lo porta ad Hogsmeade. Arrivato nel villaggio di nascosto usando il Mantello dell'Invisibilità, origliando una conversazione tra gli insegnanti e il Ministro della Magia ai Tre Manici di Scopa, Harry scopre una cosa orribile: Black era il custode segreto dell'Incanto Fidelius, l'incantesimo di protezione che rendeva invisibile ed irraggiungibile la casa dei Potter per Lord Voldemort, e tradì i suoi amici, rivelando ai Mangiamorte l'ubicazione della casa dei Potter. Harry viene a sapere che Black in quell'occasione aveva ucciso anche tredici persone innocenti, tra cui Peter Minus, un amico dei Potter, di cui venne ritrovato solamente un dito, e per questo fu catturato e rinchiuso ad Azkaban. Harry scopre inoltre che Black è il suo padrino.

Qualche giorno dopo, Ron non trova più il suo topo Crosta e incolpa il nuovo gatto di Hermione, Grattastinchi, di averlo mangiato. Dopo una lezione di Divinazione nella quale Hermione litiga con la professoressa Trelawney e se ne va indignata, Harry assiste ad una affidabile profezia della professoressa, che dichiara che Voldemort sta per ritornare. Il giorno dell'esecuzione di Fierobecco, Harry, Ron ed Hermione si recano a casa di Hagrid per confortarlo. Mentre Hermione è intenta a preparare il tè, trova Crosta nascosto in una bottiglia di latte e lo riconsegna a Ron; subito dopo però giunge sul posto Silente, accompagnato dal boia e dal Ministro della Magia, perciò i tre ragazzi vanno via senza farsi notare uscendo dalla porta sul retro. Di ritorno al castello, Crosta fugge nuovamente, e nello stesso istante compare un grosso cane nero che i ragazzi associano al Gramo, considerato un presagio di morte nel mondo dei maghi. Il cane trascina Ron attraverso un passaggio situato sotto il Platano Picchiatore. Anche Harry ed Hermione entrano nel passaggio, che si scopre arrivare fino alla Stamberga Strillante, baracca situata ad Hogsmeade. I tre amici, Harry, Hermione e Ron, si riuniscono in una stanza della Stamberga Strillante e qui scoprono che in realtà il cane nero è Sirius Black sotto forma di animagus. Nello stesso istante sul posto giunge anche il professor Lupin, che si schiera dalla parte di Sirius. Mentre i due stanno per svelare la loro storia ai tre ragazzi, sempre più spaventati, irrompe nella stanza anche Piton, che disarma Black per riportarlo al castello e consegnarlo ai Dissennatori. Piton tuttavia viene "schiantato" da Harry, che vuole ascoltare le ragioni di Lupin e Sirius.

Harry scoprirà così che Sirius Black, Remus Lupin, James Potter e Peter Minus erano grandi amici ai tempi della scuola e avevano fondato un gruppo illegale e non dichiarato di Animagi per proteggere la vera identità di Lupin, che è in realtà un lupo mannaro, creatura molto malvista nella comunità magica. Sirius rivela che Crosta, il topo di Ron, è in realtà Peter Minus, vissuto per tredici anni con la famiglia Weasley. Si scopre così che era Minus il vero custode dell'Incanto Fidelius, quindi fu Minus a tradire i Potter, e non Sirius, come invece tutti credevano. A questo punto, Sirius e Lupin tentano di uccidere Peter, ma Harry li convince a risparmiargli la vita a patto che venga rinchiuso ad Azkaban. Mentre il gruppo si avvia nuovamente verso Hogwarts, spunta la luna piena e Lupin si trasforma in lupo mannaro. Minus ne approfitta per fuggire trasformandosi nuovamente in topo e Sirius si trasforma a sua volta in cane per cercare di placare Lupin. Dopo una lotta furiosa tra i due, avendo perso di vista il lupo mannaro, Sirius ed Harry si ritrovano da soli in un bosco, dove vengono circondati dai Dissennatori. Proprio all'ultimo momento, poco prima che i Dissennatori bacino Black, questi ultimi vengono allontanati da un incanto Patronus a forma di cervo, evocato da uno sconosciuto che Harry vede di sfuggita sull’opposta riva del lago e che crede essere suo padre. Il ragazzo si risveglia qualche ora dopo in infermeria e scopre che Sirius, a causa della fuga di Minus, non può essere discolpato, ed è stato per questo imprigionato in attesa dell’arrivo di altri Dissennatori.

Quando tutto sembra perduto, Silente suggerisce ad Hermione di usare la sua Giratempo, oggetto che permette di viaggiare indietro nel tempo con il quale Hermione era riuscita a frequentare tutte le lezioni durante l'anno. Attraverso la Giratempo lei ed Harry riescono a liberare Fierobecco e, con il Patronus evocato da Harry, a salvare Sirius dai Dissennatori. Sirius vola via con Fierobecco salutando Harry e ringraziando Hermione per avergli salvato la vita.

La fine dell'anno scolastico vede anche le dimissioni del professor Remus Lupin, che è costretto a lasciare Hogwarts a causa delle proteste dei genitori, in quanto Piton ha rivelato la sua natura di lupo mannaro a tutta la scuola.

CapitoliModifica

  1. Posta via gufo (Owl Post)
  2. Il grosso errore di zia Marge (Aunt Marge's Big Mistake)
  3. Il Nottetempo (The Knight Bus)
  4. Il Paiolo Magico (The Leaky Cauldron)
  5. Il Dissennatore (The Dementor)
  6. Artigli e foglie di tè (Talons and Tea Leaves)
  7. Il Molliccio nell'armadio (The Boggart in the Wardrobe)
  8. La fuga della Signora Grassa (Flight of the Fat Lady)
  9. Una grama sconfitta (Grim Defeat)
  10. La Mappa del Malandrino (The Marauder's Map)
  11. La Firebolt (The Firebolt)
  12. Il Patronus (The Patronus)
  13. Grifondoro contro Corvonero (Gryffindor versus Ravenclaw)
  14. L'ira di Piton (Snape's Grudge)
  15. La finale di Quidditch (The Quidditch Final)
  16. La profezia della professoressa Cooman (Professor Trelawney's Prediction)
  17. Gatto, topo e cane (Cat, Rat and Dog)
  18. Lunastorta, Codaliscia, Felpato e Ramoso (Moony, Wormtail, Padfoot and Prongs)
  19. Il servo di Voldemort (The Servant of Lord Voldemort)
  20. Il bacio dei Dissennatori (The Dementors' Kiss)
  21. Il segreto di Hermione (Hermione's secret)
  22. Ancora posta via gufo (Owl Post again)

Personaggi introdottiModifica

  • Sirius Black, evaso da Azkaban, padrino di Harry, è un Animagus: si trasforma in un cane.
  • James Potter, padre di Harry, anche lui Animagus: si trasforma in cervo.
  • Remus Lupin, insegnante di Difesa contro le Arti Oscure, è un lupo mannaro.
  • Peter Minus, Animagus: si trasforma in topo, nel caso particolare Crosta, animale domestico di Ron Weasley, ha ricevuto l'ordine di Merlino di prima classe per aver affrontato Sirius Black.
  • Cedric Diggory, cercatore di Tassorosso e rivale di Harry nel Quidditch e in amore. Avrà un ruolo importante nel quarto libro.
  • Cho Chang, cercatrice di Corvonero, di cui Harry si innamora. Avrà un ruolo importante nel quinto libro.
  • Fierobecco è un ippogrifo, portato a lezione da Rubeus Hagrid, colpisce Malfoy e viene accusato di essere una bestia pericolosa e viene condannato a morte dal Ministero della Magia.
  • I Dissennatori sono i carcerieri di Azkaban: il loro bacio succhia via l'anima.
  • Stan Picchetto, bigliettaio del Nottetempo.
  • Sibilla Cooman, insegnante di Divinazione di Hogwarts.

Oggetti introdottiModifica

  • Nottetempo è il mezzo di trasporto per maghi e streghe in difficoltà. È un pullman a tre piani, di notte è arredato con una serie di letti, di giorno con sedie. Per utilizzarlo basta estrarre la bacchetta, puntarla verso la strada e il Nottetempo comparirà.
  • Giratempo è uno strumento che permette di tornare indietro nel tempo. È estremamente pericoloso, e il suo utilizzo è concesso solo dal Ministero della Magia al quale Hermione si era appositamente rivolta.
  • La mappa del malandrino, creata da James Potter, Sirius Black, Peter Minus e Remus Lupin, quando erano studenti. Mostra tutte le persone presenti nel complesso della scuola, anche quelle trasfigurate, e tutti i sette passaggi segreti. La mappa non mostra però la stanza delle necessità e nemmeno chi si trova al suo interno. La mappa mostra anche i fantasmi.

Luoghi introdottiModifica

  • Hogsmeade è un villaggio di soli maghi. Agli studenti di Hogwarts è permesso visitarlo dal terzo anno in su con il permesso dei genitori o tutori legali. In questo villaggio si trovano molti negozi e bar come l'Emporio di scherzi di Zonko, i Tre Manici di Scopa, Mielandia e il pub La Testa di Porco.
  • Azkaban è la prigione dei maghi dove sono rinchiusi i sostenitori di Lord Voldemort e, in generale, i maghi fuorilegge. I guardiani sono i Dissennatori, esseri malvagi che si nutrono delle sensazioni e dei ricordi felici delle persone.

ErroriModifica

  • Nel momento in cui Lupin racconta la propria storia a Harry, Ron e Hermione dice che i genitori degli altri studenti avrebbero voluto che lui non frequentasse Hogwarts a causa della propria condizione di Lupo Mannaro. Aggiunge poi che Silente, una volta diventato preside di Hogwarts, trovò la soluzione per fargli frequentare la scuola. Questa è una contraddizione poiché si sa che Silente è diventato preside nel 1955, ovvero ben 5 anni prima della nascita di Remus Lupin. Nella versione italiana del romanzo, edita da Salani, questo errore si trova a pagina 299.
  • L'esecuzione di Fierobecco dovrebbe avvenire il 6 giugno. In quella stessa sera, Lupin si trasforma in lupo mannaro a causa della luna piena. Ciò non è possibile, poiché il 6 giugno 1994 la luna era quasi una luna nuova.
  • Nella prima pagina del romanzo si legge che Harry sta studiando Storia della Magia sul libro di Adalbert Incant, il quale però, come si può notare nei romanzi precedenti, è l'autore dei libri di Teoria della Magia. L'errore (da imputarsi alla traduttrice italiana) è stato quello di sostituire Incant all'autrice dei libri di Storia della Magia Bathilda Bath, la quale ricoprirà un ruolo secondario nell'ultimo romanzo della serie: Harry Potter e i Doni della Morte. Tale errore è stato tuttavia corretto nelle edizioni successive del romanzo.

Versione cinematograficaModifica

Da questo libro è stato tratto una versione cinematografica uscita nei primi giorni del giugno 2004 (sia in America che in Italia), diretta dal messicano Alfonso Cuarón (che prende il posto del regista Chris Columbus regista delle prime due).

CuriositàModifica

BibliografiaModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN313239035 · LCCN (ENno2013059078 · GND (DE7609978-7 · WorldCat Identities (ENno2013-059078