Hat Yai
città maggiore
หาดใหญ่
Hat Yai – Stemma
Hat Yai – Veduta
Hat Yai nel 2012
Localizzazione
StatoThailandia Thailandia
RegioneThailandia del Sud
ProvinciaSongkhla
DistrettoHat Yai
Territorio
Coordinate7°01′N 100°28′E / 7.016667°N 100.466667°E7.016667; 100.466667 (Hat Yai)Coordinate: 7°01′N 100°28′E / 7.016667°N 100.466667°E7.016667; 100.466667 (Hat Yai)
Superficie21 km²
Abitanti157 359 (2008)
Densità7 493,29 ab./km²
Altre informazioni
Cod. postale90110
Fuso orarioUTC+7
Cartografia
Mappa di localizzazione: Tailandia
Hat Yai
Hat Yai
Sito istituzionale

Hat Yai (in lingua thai: หาดใหญ่, trascrizione IPA: hàːt jàj, trascritta anche Haad Yai o Had Yai) è una città della Thailandia che fa parte del gruppo regionale della Thailandia del Sud ed è situata vicino al confine con la Malaysia. È il centro più popolato della Provincia di Songkhla, ma il capoluogo provinciale è il Distretto di Mueang Songkhla, dove si trova la città di Songkhla.

In ambito provinciale, Hat Yai è il centro economico mentre Songkhla è la capitale culturale e politica. Le due città distano circa 20 km e formano l'area metropolitana di Hatyai-Songkhla.

EtimologiaModifica

Il nome Hat Yai è l'abbreviazione di "Mahat Yai", il grande mahat (in thai: มะหาด), un albero di particolari jackfruit del genere Artocarpus.

StoriaModifica

Hat Yai era chiamata Khok Sa-Met Choon ed era un piccolo villaggio fino a quando fu costruita la ferrovia, che la fece diventare il principale nodo ferroviario della Thailandia meridionale. In origine, la linea proveniente da Songkhla si univa alla linea principale in località Utapao, ma la zona era soggetta a inondazioni e nel 1922 la giunzione fu spostata a Khok Sa-Met Choon, dove a quel tempo vi erano solo 4 residenti. Fu grazie agli investimenti di Khun Nippat Chinnakorn (nome cinese 謝枢泗, Jia Gi Si), un immigrato cinese di etnia Hakka diventato il contraente generale per i lavori della ferrovia, che attorno allo snodo crebbe la città.

Nel 1928, Hat Yai ottenne lo status di "comunità" (in thai: Chumchon), nel 1935 divenne un distretto sanitario (sukhaphiban) e la sua area era di 4.4 km². Nel 1938 fu completato il palazzo municipale e nel 1949 Hat Yai fu dichiarata "città minore" (thesaban mueang). In quegli anni, con il miglioramento della rete stradale e ferroviaria, è diventata un importante centro di scambi commerciali con la Malesia.* (EN) Khoo Salma Nasution, Hokkien Chinese on the Phuket Mining Frontier: The Penang Connection and the Emergence of the Phuket Baba Community, su academia.edu, 2009, pp. 101-108. URL consultato il 10 settembre 2017. Nel 1961, l'area comunale fu portata a 8 km² e nel 1968 fu inaugurato il nuovo e più grande municipio. Nel 1977 l'area comunale fu portata agli odierni 21 km² e nel 1995 Hat Yai ottenne lo status di città maggiore (thesaban nakhon), riservato alle municipalità thailandesi che superano i 50.000 abitanti.

Attentati terroristiciModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Insurrezione nella Thailandia del Sud.

Centro economico di primaria importanza, Hat Yai è diventata bersaglio dei separatisti musulmani, particolarmente forti e radicati in questa zona del Paese. Il 3 aprile 2005, alcune bombe scoppiarono al locale Carrefour e all'Aeroporto internazionale di Hat Yai, facendo due vittime e dozzine di feriti. Il 16 settembre 2006, altre bombe hanno ucciso quattro persone e ne hanno ferite settanta. Sebbene nessun gruppo abbia rivendicato la paternità dell'attentato, si ritiene che gli autori siano stati i separatisti musulmani.[1]

Il 31 marzo 2012, un'autobomba è esplosa al Lee Gardens Plaza Hotel, uccidendo cinque persone e ferendone centinaia. Secondo il Reale Esercito Thailandese, l'attentato è opera di membri del gruppo Barisan Revolusi Nasional.

Infrastrutture e trasportiModifica

FerrovieModifica

Il nodo ferroviario di Hat Yai è diventato il principale della linea meridionale della Ferrovia di Stato della Thailandia sin da quando è stato costruito. La stazione cittadina serve 28 convogli al giorno, di cui 26 thailandesi e due malesi. La linea proveniente da Bangkok si sdoppia a Hat Yai e le due linee che si creano entrano in Malaysia, una lungo la costa orientale e una lungo la costa occidentale della penisola malese.

StradeModifica

Parallele a tali linee ferroviarie corrono rispettivamente le autostrade asiatiche AH18 e AH2. Anche la stazione degli autobus cittadina è il principale snodo del traffico nel meridione, vi partono autobus diretti nelle maggiori città della Thailandia del Sud e in molte più a nord, tra cui Bangkok e Nakhon Ratchasima. Diversi autobus sono diretti in Malesia, alcuni fino alla capitale Kuala Lumpur. Particolarmente efficienti e veloci sono i minivan adibiti al trasporto pubblico, che a loro volta raggiungono molte località thai e malesi. I più utilizzati mezzi di trasporto in città sono i tuk-tuk e i mototaxi.

AeroportoModifica

L'Aeroporto internazionale di Hat Yai si trova 9 km a sud-ovest del centro cittadino e i suoi voli collegano la città con diverse destinazioni nazionali e internazionali, tra cui Kuala Lumpur e Singapore. È il quinto aeroporto più trafficato del Paese; nel 2011 ha servito 1.869.113 passeggeri.[2]

SocietàModifica

Evoluzione demograficaModifica

Nel 2008, la popolazione era di 157.359 abitanti, che la rendono una città maggiore (thesaban mueang) e la quarta del Paese dopo Bangkok, Nonthaburi e Pak Kret, queste ultime situate nella Regione metropolitana di Bangkok. La maggior parte degli abitanti sono thai e musulmani di etnia malese, ma vi sono larghe fasce della popolazione di etnia cinese. La città è spesso affollata da malesi provenienti dalla vicina frontiera.

Geografia fisicaModifica

TerritorioModifica

ClimaModifica

Hat Yai ha un clima monsonico caldo e umido caratterizzato da due sole stagioni, quella delle piogge da maggio a dicembre e quella secca da gennaio ad aprile. In novembre può succedere che piova quasi tutti i giorni, la media mensile più alta delle precipitazioni è di 294,9 mm a novembre e la più bassa di 14,9 mm a febbraio. La media mensile delle temperature massime varia dai 29,4 gradi di dicembre ai 34,2 di marzo. La media delle minime varia dai 21,4 gradi di gennaio ai 23,8 di maggio.[3]

Monumenti e luoghi d'interesseModifica

  • Cascate Ton Nga - sono situate a circa 25 km dal centro. Sono una delle maggiori attrazioni della provincia e sono particolarmente spettacolari nella stagione delle piogge.
  • Wat Hat Yai Nai - complesso templare buddhista che ospita la terza più grande statua di Buddha reclinato al mondo
  • Festival di Chak Phra - importante festival buddhista che si celebra la prima notte di ottobre
  • Festival lunare cinese - celebrato sia dai cinesi che dai thai in settembre o ottobre.

Galleria d'immaginiModifica

NoteModifica

  1. ^ (EN) Four killed in Thai bomb blasts, in BBC News, 17 settembre 2006.
  2. ^ (EN) AOT air traffic, su airportthai.co.th. URL consultato il 15 novembre 2013 (archiviato dall'url originale il 16 ottobre 2013).
  3. ^ (EN) Thai Meteorological Department, su tmd.go.th.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN125534965 · LCCN (ENn84037436 · GND (DE4415782-4 · WorldCat Identities (ENlccn-n84037436
  Portale Thailandia: accedi alle voci di Wikipedia che parlano della Thailandia