Apri il menu principale
Heart
ArtistaElisa
Tipo albumStudio
Pubblicazione13 novembre 2009
(vedi date di pubblicazione)
Durata59:26
Dischi1
Tracce14
GenereRock alternativo[1][2][3]
Pop rock[4][5]
EtichettaSugar Music
ProduttoreElisa, Andrea Rigonat
ArrangiamentiElisa, Andrea Rigonat
RegistrazioneDa gennaio a settembre 2009 a:
FormatiCD, download digitale
Certificazioni
Dischi di platinoItalia Italia (3)[6]
(vendite: 210.000 +)
Elisa - cronologia
Album precedente
(2008)
Album successivo
(2010)
Singoli
  1. Ti vorrei sollevare
    Pubblicato: 16 ottobre 2009
  2. Anche se non trovi le parole
    Pubblicato: 22 gennaio 2010
  3. Someone to Love
    Pubblicato: 7 maggio 2010

Heart è il sesto album in studio della cantautrice italiana Elisa, pubblicato nel 2009.

Indice

DescrizioneModifica

La preproduzione del disco è stata relativamente lunga: l'album è stato pubblicato a cinque anni di distanza dall'ultimo disco di inediti Pearl Days e grazie a questa fase di preparazione più lunga del solito, Elisa ha potuto seguire personalmente il disco come produttrice con il suo allora compagno, attuale marito Andrea Rigonat, registrando da sola i primi demo e poi arrangiando i suoni e le voci con la sua band in sala prove per poi registrarli definitivamente. Dal 3 gennaio all'11 ottobre 2009 si è passati alla registrazione del disco. Come lei stessa ha dichiarato, la parte più impegnativa è stata la scelta delle canzoni da inserire nell'album, fra una gamma che ne comprendeva una sessantina: alcune scritte di recente, altre più vecchie; Coincidences, scritta subito dopo la pubblicazione del primo album, e Lisert, dedicata alla sua terra d'origine e che avrebbe potuto essere inclusa nel suo secondo album (il quale avrebbe anche potuto intitolarsi come la canzone[7]), risalgono alla fine degli anni novanta.[8][9] Tra queste, la cantante ha comunque deciso di scegliere fra quelle meno recenti.[10]

Il primo singolo estratto è Ti vorrei sollevare, cantato in duetto con Giuliano Sangiorgi dei negramaro. Nell'album vi è inoltre la partecipazione di Antony Hegarty degli Antony and the Johnsons che canta in duetto con Elisa nel brano Forgiveness. È anche presente una cover di Mad World dei Tears for Fears, già eseguita dal vivo nella tournée Mechanical Dream e ispirata dalla cover di Michael Andrews e Gary Jules realizzata per il film Donnie Darko.[11]

Le traduzioni dei testi in inglese presenti nel booklet dell'album sono di Niccolò Agliardi, che spesso ha dato una propria interpretazione discostandosi fortemente dal significato letterale.

L'album, mantenendo identici tracklist e booklet, è stato prima pubblicato in una custodia ecologica certificata FSC a forma di libretto e successivamente nella classica jewel case.

Il 6 agosto 2010 l'album Heart è stato pubblicato su iTunes negli Stati Uniti[12] e il giorno dopo anche in molti altri Stati del mondo.[13]

I brani Ti vorrei sollevare, Anche se non trovi le parole (cantato in una nuova versione con Fabri Fibra) e Forgiveness sono stati pubblicati in chiave acustica nel settimo album della cantante, Ivy.

PromozioneModifica

Il disco è stato anticipato da otto brevi filmati pubblicati sul sito ufficiale e su YouTube il 21 e 26 settembre, il 4, l'11, il 17 e il 27 ottobre, il 4 e 9 novembre 2009. Il giorno della pubblicazione dell'album sul sito ufficiale è stato presentato un filmato sulla lavorazione dell'album.

La prima esibizione dal vivo di brani tratti dall'album è stato il 18 febbraio 2010 al Festival di Sanremo, dove Elisa ha cantato un medley di Ti vorrei sollevare, Anche se non trovi le parole e Your Manifesto.

Il 14 aprile 2010 è iniziata da Conegliano la prima parte del Heart Alive Tour, una tournée con la regia di Luca Tommassini in cui Elisa propone i suoi nuovi brani e le sue precedenti hit accompagnata da coreografie e proiezioni su schermi tridimensionali.[14] Il 13 luglio è partita da Milano la parte estiva del tour.

Classifiche, vendite, premiModifica

L'album è entrando direttamente al primo posto della classifica italiana degli album più venduti stilata dalla FIMI; ha inoltre raggiunto la posizione numero 34 nella classifica degli album più venduti globalmente.[15]

È stato certificato doppio disco di platino per aver superato le 140.000 copie vendute in Italia.[16]

Ai Wind Music Awards 2010 Elisa viene premiata per le vendite di Heart, eseguendo poi Ti vorrei sollevare, Someone to Love e un medley costituito da This Knot, Your Manifesto e Beat It di Michael Jackson.[17] Riceve anche il premio "Digital Songs Platino" per Ti vorrei sollevare.

Dalle classifiche stilate da FIMI e Nielsen Soundscan risulta che l'album si sia piazzato al tredicesimo posto tra quelli più venduti dell'anno 2009.[18]

Il primo singolo Ti vorrei sollevare è arrivato al primo posto della classifica di vendita dei singoli e vi è rimasto per due settimane,[19] mentre i seguenti hanno mancato la Top Ten.

TracceModifica

  1. Vortexes – 3:36 (testo: Elisa – musica: Elisa, Andrea Rigonat)
  2. And All I Need – 4:57 (Elisa)
  3. Anche se non trovi le parole – 4:04 (testo: Elisa – musica: Elisa, Andrea Rigonat)
  4. This Knot – 3:22 (testo: Elisa – musica: Elisa, Andrea Rigonat)
  5. Mad World – 5:15 (Roland Orzabal)
  6. Ti vorrei sollevare (feat. Giuliano Sangiorgi) – 4:27 (Elisa)
  7. Your Manifesto – 3:18 (Elisa)
  8. The Big Dipper – 4:02 (Elisa)
  9. Someone to Love – 3:32 (Elisa)
  10. Poems by God – 3:51 (testo: Elisa – musica: Elisa, Andrea Rigonat, Gianluca Ballarin, Andrea Fontana)
  11. Coincidences – 4:05 (testo: Elisa – musica: Elisa, Andrea Fontana)
  12. Lisert – 6:34 (testo: Elisa, Windy Wagner – musica: Elisa)
  13. Forgiveness (feat. Antony) – 3:42 (Elisa)
  14. Dot in the Universe – 4:35 (testo: Elisa, Windy Wagner – musica: Elisa)
Bonus track
  1. Ti vorrei sollevare – 4:27 (Elisa)Esclusiva iTunes disponibile solo su prenotazione dell'album

FormazioneModifica

ClassificheModifica

Classifica (2010) Posizione
massima
Italia[20] 1

Date di pubblicazioneModifica

Paese Data Formato Etichetta
  Italia 13 novembre 2009 CD, download digitale Sugar
  Stati Uniti 6 agosto 2010 download digitale
  Australia 7 agosto 2010
  Canada
  Danimarca
  Finlandia
  Giappone
  Grecia
  Irlanda
  Norvegia
  Nuova Zelanda
  Portogallo
  Regno Unito
  Spagna
  Svezia

NoteModifica

  1. ^ Michele Monina, Il grande libro del pop italiano, Fanucci Editore, ISBN 8834718925.
  2. ^ Elisa - Heart, Rockol.it. URL consultato il 30 giugno 2016.
  3. ^ Elisa - Heart, L'Isola della Musica Italiana. URL consultato il 30 giugno 2016.
  4. ^ (EN) Heart, su AllMusic, All Media Network. URL consultato il 13 maggio 2016.
  5. ^ Elisa – Biografia, recensioni, discografia, foto, playlist, Ornitorinco Nano. URL consultato il 30 giugno 2016 (archiviato dall'url originale il 20 agosto 2016).
  6. ^ ARTISTI - Dalla settimana 1 del 2009 alla settimana 8 del 2012 (PDF), http://www.fimi.it. URL consultato il 2 maggio 2012 (archiviato dall'url originale il 23 marzo 2012).
  7. ^ Elisa speciale luce con victoria cabello mtv 2001 (3/6), su youtube.com. URL consultato il 17 luglio 2010.
  8. ^ Elisa presenta "Heart" - YouTube
  9. ^ √ Elisa presenta 'Heart': 'Un disco fatto con il cuore e con l'istinto' - Rockol
  10. ^ Elisa, nella scaletta delle canzoni di Heart ci sono quelle per la maggior parte più vecchie, scritte negli anni addietro e tenute nel cassetto per molto tempo. Archiviato il 15 novembre 2009 in Internet Archive.
  11. ^ Elisa: con la maternità ho scoperto il cuore, http://www.ansa.it/. URL consultato il 13 novembre 2009.
  12. ^ (EN) HEART, Elisa's latest album now available at iTunes in the U.S., http://www.elisatoffoli.com, 6 agosto 2010. URL consultato il 7 agosto 2010.
  13. ^ (EN) HEART, Elisa's last album - international releases[collegamento interrotto], http://www.elisatoffoli.com, 7 agosto 2010. URL consultato il 7 agosto 2010.
  14. ^ Elisa: "Vi svelo il mio sogno live". Presenta a Tgcom "Heart Alive Tour" - spettacolo -Tgcom - pagina 1
  15. ^ Album Chart week 48/2009-December5, http://www.mediatraffic.de/index.htm. URL consultato il 3-12-2009.
  16. ^ HEART è doppio disco di platino, http://www.elisatoffoli.com/. URL consultato il 24 dicembre 2009 (archiviato dall'url originale il 30 dicembre 2009).
  17. ^ Facebook: Ti vorrei sollevare di Elisa è il video del giorno | Music Fanpage
  18. ^ FIMI - Federazione Industria Musicale Italiana - Ricerche e dati di mercato
  19. ^ Ti vorrei sollevare, http://italiancharts.com/. URL consultato il 3 giugno 2010.
  20. ^ Classifica FIMI dal 09/11/2009 al 15/11/2009, su fimi.it. URL consultato il 12 agosto 2010 (archiviato dall'url originale il 6 marzo 2016).
  Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica