Heinrich Schenker

compositore e musicologo austriaco

Heinrich Schenker (Wisniowczyk, 16 giugno 1868Vienna, 13 gennaio 1935) è stato un compositore e musicologo austriaco.

BiografiaModifica

Heinrich Schenker nacque nel 1868 a Wisniowczyk, nell'attuale Oblast' di Ternopil' in Ucraina, allora parte dell'Impero austro-ungarico. Si trasferì da giovane a Vienna dove studiò pianoforte e composizione con Anton Bruckner presso il Conservatorio di Vienna.[1] Divenne ben presto insegnante di pianoforte e critico musicale su diverse testate giornalistiche (Die Zukunft, Musikalisches Wochenblatt ecc.),[2] affiancando a ciò anche l'attività di compositore e di teorico della musica.[1] Fu editore delle opere complete di Johann Sebastian e Carl Philip Emmanuel Bach oltre che di Georg Friedrich Händel e delle ultime sonate per pianoforte di Beethoven.[3] Fra i suoi allievi più celebri sono annoverati Anthony van Hoboken e Wilhelm Furtwängler.[3]

Sebbene la sua fama sia maggiormente legata al suo lavoro teorico, Schenker fu anche prolifico compositore di musica per pianoforte e di lieder.[1]

Analisi schenkerianaModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Analisi schenkeriana.
 
Esempio sostanziale di Urlinie, sopra la Ursatz

La notorietà di Schenker è dovuta soprattutto ad una teoria analitica musicale che prende il suo nome, e che ha influenzato diverse generazioni di musicisti, teorici e compositori. Tale teoria, diffusa e sviluppatasi soprattutto negli Stati Uniti,[4] consiste nell'individuazione di una struttura originaria (Ursatz) all'interno di ogni composizione scritta nel sistema della musica tonale, sulla quale è costruita una linea melodica prototipica (Urlinie) che viene sviluppata e prolungata tramite sistemi e moduli propri di ogni compositore.

ScrittiModifica

  • 1906 - Harmonielehre
  • 1910-1922 - Kontrapunkt, 2 volumi
  • 1924 - Der Tonwille
  • 1930 - Das Meisterwerk in der Musik
  • 1932 - Fünf Urlinie-Tafeln
  • 1935 - Der freie Satz

Composizioni (lista parziale)Modifica

  1. Versteckte Jasminen (Liliencron)
  2. Wiegenlied (Liliencron)
  3. Vogel im Busch (Liliencron)
  4. Ausklang (Jacobowski)
  5. Allein (Jacobowski)
  6. Einkleidung (Müller)
  1. Und noch im alten Elternhause (Dehmel)
  2. Gärtner (Eichendorff)
  3. Meeres Stille (Goethe)
  • Mondnacht per coro misto a quattro voci e pianoforte Testo di Richard Dehmel

NoteModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN24644191 · ISNI (EN0000 0001 1022 7784 · BAV 495/167337 · Europeana agent/base/147869 · LCCN (ENn80015510 · GND (DE118607154 · BNE (ESXX1093917 (data) · BNF (FRcb12178640w (data) · J9U (ENHE987007267628305171 · NSK (HR000400618 · NDL (ENJA00825577 · CONOR.SI (SL63673699 · WorldCat Identities (ENlccn-n80015510