Hells Bells

Singolo degli AC/DC del 1980
Hells Bells
ArtistaAC/DC
Tipo albumSingolo
Pubblicazione1980
Durata5:13
Album di provenienzaBack in Black
GenereHard rock
Certificazioni originali
Dischi d'argentoRegno Unito Regno Unito[2]
(vendite: 200 000+)
Dischi d'oroMessico Messico[3]
(vendite: 30 000+)
Dischi di platinoStati Uniti Stati Uniti[4]
(vendite: 1 000 000+)
Certificazioni FIMI (dal 2009)
Dischi d'oroItalia Italia[1]
(vendite: 25 000+)
AC/DC - cronologia
Singolo successivo
(1980)

Hells Bells[5] è un celebre brano musicale degli AC/DC, dall'album Back in Black (1980).

È dedicata, come tutto l'album, al cantante Bon Scott, morto nel 1980 a Londra per abuso di alcool.

CuriositàModifica

I 13 rintocchi di campana che aprono il brano furono registrati presso un campanile detto Carillion, che fa parte di un monumento ai caduti della Seconda guerra mondiale presso Loughborough, nel Leicestershire[6]. Per il tour mondiale successivo, gli AC/DC fecero invece forgiare appositamente una campana con il logo del gruppo, che verrà colpita da Brian Johnson con un grosso martello all'inizio del brano. A partire dal tour di Ballbreaker (1996) la campana fu sostituita con una replica di maggiori dimensioni ma in materiale plastico; pare infatti che la campana originale fosse caduta sul palco in seguito ad un cedimento del gancio di supporto quando il palco era ancora in costruzione, e venne pertanto deciso di utilizzare un sostituto più leggero per prevenire incidenti ben più gravi[senza fonte].

NoteModifica

  1. ^ Hells Bells (certificazione), su fimi.it, Federazione Industria Musicale Italiana. URL consultato il 20 agosto 2019.
  2. ^ (EN) Hells Bells, su bpi.co.uk, British Phonographic Industry. URL consultato il 30 luglio 2021.
  3. ^ (ES) Certificaciones, su amprofon.com.mx, Asociación Mexicana de Productores de Fonogramas y Videogramas. URL consultato il 10 ottobre 2020. Digitare "Hells Bells" in "Título".
  4. ^ (EN) AC/DC - Hell's Bells – Gold & Platinum, su riaa.com, Recording Industry Association of America. URL consultato il 17 dicembre 2019.
  5. ^ (sic) Il titolo dovrebbe essere scritto Hell's Bells come richiesto dalle regole d'ortografia della lingua inglese per indicare il genitivo sassone. Tuttavia sulla copertina del singolo originale l'apostrofo non è presente.
  6. ^ AC/DC The story of the Real Hell's Bell Archiviato il 28 ottobre 2006 in Internet Archive.

Collegamenti esterniModifica