Apri il menu principale
Help
ArtistaAA.VV.
Tipo albumRaccolta
Pubblicazione9 settembre 1995
Dischi1
Tracce20
GenerePop rock
EtichettaGo! Discs Records
ProduttoreWar Child
Registrazione4-9 settembre 1995
Autori vari - cronologia
Album precedente
Album successivo
(2002)

Help è un album registrato per beneficenza nel 1995 i cui proventi sono stati devoluti in beneficenza alla War Child. Il booklet contiene un contributo dell'ex-bassista dei Nirvana, Krist Novoselic.[1]

StoriaModifica

L'idea dell'album nasce da un commento rilasciato da John Lennon che, quando pubblicò il suo singolo Instant Karma! nel 1970, auspicò che i dischi migliori fossero quelli distribuiti, al pari dei giornali, subito dopo la loro incisione. Seguendo questi criteri, Help è stato registrato durante il lunedì 4 settembre, missato il giorno dopo e distribuito il sabato seguente.

L'album raggiunse il primo posto nella classifica inglese nella categoria compilation, ma Gallup, che allora curava la classifica, si rifiutò di considerarlo come il lavoro di un singolo artista, precludendogli così la possibilità di rientrare nella categoria album. Secondo Brian Eno questo costò molto all'album in termini monetari, che fruttò comunque alla War Child 1.25 milioni di dollari.[senza fonte]

Quest'antologia venne seguita da altre antologie di beneficenza: 1 Love (2002), Hope (2003), Help! A Day in the Life (2005), The Night Sky (2007), Heroes (2009), I Got Soul (2009) e War Child 20 (2013).

Il discoModifica

Alla realizzazione dell'album, composto in buona parte da cover, hanno collaborato perlopiù artisti inglesi molto diversi fra loro. Le prime tracce sono Fade Away, cantata dagli Oasis con l'attore Johnny Depp, Lucky dei Radiohead, che comparirà poi sull'album OK Computer[2] è una reinterpretazione di Shipbuilding, di Elvis Costello, eseguita dai Suede. A Time for Livin', un'inedita cover degli Sly & the Family Stone eseguita dai Charlatans e i Chemical Brothers,[3] segue una versione di "Ode to Billy Joe", di Bobbie Gentry, cantata da Sinéad O'Connor. Questa canzone è arrivata in realtà quando l'album stava per essere ultimato, troppo tardi per essere inclusa nel progetto; tuttavia i produttori furono abbastanza colpiti dal pezzo che pensarono di includere comunque la canzone.[senza fonte] Raindrops Keep Fallin' on My Head di Burt Bacharach è una reinterpretazione che segna il ritorno in studio dei Manic Street Preachers dopo la scomparsa di Richey Edwards, avvenuta il primo febbraio del 1995,[4] mentre The Magnificent è una versione drum and bass del tema di I magnifici sette, con sample vocali da DJ Fleka, della stazione radio serba B92.[5] La canzone è eseguita da Bill Drummond e Jimmy Cauty (conosciuti come The KLF, ma firmatisi in questa occasione come One World Orchestra); questa collaborazione è la prima, per i due, dopo 2 anni.[senza fonte]

TracceModifica

  1. Fade AwayOasis and Friends
  2. Oh BrotherThe Boo Radleys
  3. Love SpreadsThe Stone Roses
  4. LuckyRadiohead
  5. AdnanOrbital
  6. Mourning AirPortishead
  7. Fake the AromaMassive Attack
  8. ShipbuildingSuede
  9. Time for Livin'The Charlatans
  10. Sweetest Truth (Show No Fear)Stereo MCs
  11. Ode to Billy JoeSinéad O'Connor
  12. SearchlightsThe Levellers
  13. Raindrops Keep Fallin' on My HeadManic Street Preachers
  14. Tom Petty Loves Veruca SaltTerrorvision
  15. The Magnificent – The One World Orchestra featuring The Massed Pipes and Drums of the Children's Free Revolutionary Volunteer Guards S (aka The KLF)
  16. Message to Crommie – Planet 4 Folk Quartet
  17. Dream a Little DreamTerry Hall and Salad
  18. 1, 2, 3, 4, 5Neneh Cherry and Trout
  19. Eine Kleine Lift MusikBlur
  20. Come Together – The Smokin' Mojo Filters

Help EPModifica

Help EP, uscito parallelamente all'Help Album contiene le seguenti tracce:[6] Released in conjunction with the "Help" album.

  1. LuckyRadiohead
  2. 50ft Queenie (Live)PJ Harvey
  3. Momentum (Guru's Jazzmatazz)Guru
  4. UntitledPortishead

NoteModifica

  1. ^ (EN) Help album sleevenotes, su warchild.org.uk. URL consultato il 27 aprile 2015.
  2. ^ Mac Randall, Exit Music - The Radiohead Story: The Radiohead Story, Omnibus, 2011, capitolo 8.
  3. ^ Monica Melissano, Brit, Castelvecchi, 1999, p. 86.
  4. ^ (EN) Richey Edwards case closed: how 14 years of hope ended, su theguardian.com. URL consultato il 27 aprile 2015.
  5. ^ (EN) Miomir Grujic, su theguardian.com. URL consultato il 27 aprile 2015.
  6. ^ (EN) Help EP, su Discogs, Zink Media.

Collegamenti esterniModifica

  Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica